A Year in the Merde

By

Publisher: Bloomsbury USA

3.7
(708)

Language: English | Number of Pages: 288 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) French , Italian , Czech , Chi traditional

Isbn-10: 1582346178 | Isbn-13: 9781582346175 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Audio CD , Audio Cassette , eBook

Category: Fiction & Literature , Humor , Travel

Do you like A Year in the Merde ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Based on Stephen Clarke’s own experiences and with names changed to “avoid embarrassment, possible legal action, and to prevent the author’s legs being broken by someone in a Yves Saint Laurent suit,” A Year in the Merde provides perfect entertainment for Francophiles and Francophobes alike.

Sorting by
  • 3

    偶然在早餐店翻到的書
    回家就上網買了

    還滿白爛的一本書
    其中印象最深刻就是法國政客,若有外遇反而代表行情很好

    said on 

  • 2

    le prime pagine, almeno finché il protagonista non si ambienta a Parigi, in pratica quando smette di pestare le merde del titolo, sono anche divertenti, seppure un po' troppo "à la Severgnini", ovvero ...continue

    le prime pagine, almeno finché il protagonista non si ambienta a Parigi, in pratica quando smette di pestare le merde del titolo, sono anche divertenti, seppure un po' troppo "à la Severgnini", ovvero infarcite di luoghi comuni su inglesi e francesi. Tuttavia soprattutto gli strafalcioni linguistici, e non solo, strappano più di un sorriso. Poi però la novità viene meno, il protagonista per l'appunto si ambienta e il romanzo - se tale lo si può definire - diventa preponderante, purtroppo. Purtroppo perché come romanzo non ha proprio niente da dire e da dare. L'ho finito solo per tigna, perché sono fatta così.
    Il mio consiglio, semmai qualcuno fosse interessato: se lo trovate aggratise, fermatevi intorno a pagina cinquanta. Se lo dovete comprare, sia pure su qualche bancarella a pochi spiccioli, lasciate perdere. Meglio un caffè. Anzi, un café crème.

    said on 

  • 4

    很久以前就想看這本書,圖書館發現還有續集,就一起借回來了。

    內容主要是一個英國人到巴黎工作,後來慢慢被同化成巴黎人的故事。

    裡面的內容完全把英國人特有的嘲諷開到最大化,只是橫寫的書讓我閱讀速度大為減弱,加上有時候還要轉個彎換成英文才比較懂英國人的笑點。慢慢看的話還蠻好笑的。

    接下來再來看他的續集,希望也很好笑。

    又,法國人日子過真爽,擺爛都能生活,哈哈。 ...continue

    很久以前就想看這本書,圖書館發現還有續集,就一起借回來了。

    內容主要是一個英國人到巴黎工作,後來慢慢被同化成巴黎人的故事。

    裡面的內容完全把英國人特有的嘲諷開到最大化,只是橫寫的書讓我閱讀速度大為減弱,加上有時候還要轉個彎換成英文才比較懂英國人的笑點。慢慢看的話還蠻好笑的。

    接下來再來看他的續集,希望也很好笑。

    又,法國人日子過真爽,擺爛都能生活,哈哈。

    said on 

  • 3

    "Merde" racconta le vicende di Paul West, uomo d'affari inglese, mandato a Parigi per aprire una "tea room". Paul da inglese doc si ritroverà ben presto vittima della pazza cultura francese e dovrà af ...continue

    "Merde" racconta le vicende di Paul West, uomo d'affari inglese, mandato a Parigi per aprire una "tea room". Paul da inglese doc si ritroverà ben presto vittima della pazza cultura francese e dovrà affrontare situazioni sempre più assurde che lo spingeranno volente o nolente ad adeguarsi alla vita parigina.
    Devo ammetere che questo libro non mi aveva subito colpita, anzi, il mio primo impatto è stato abbastanza traumatico tanto da decidere di interrompere la lettura appena al primo capitolo, ho deciso quindi solo in seguito di riprendere in mano il volume e solo ed esclusivamente per poterlo archiviare, la mia seconda prova è andata decisamente meglio tanto che finalmente sono riuscita finalmente a concentrarmi e a concludere la lettura
    "Merde" è un titolo simpatico e divertente e nonostante io non sia nè inglese nè francese (e non potendo quindi cogliere ogni sfumatura o frecciatina) ho molto apprezzato la simpatia e la sfortuna dello sfigatissimo protagonista.Vedere come Paul un uomo perfettino, abituato a un certo stile di vita si ritrovi ad avere a che fare con una cultura, una lingua e delle abitudini diverse dalle proprie è molto divertente. Da ogni incontro e ogni novità (bella o brutta che sia) si creano simpatici siparietti alla Fantozzi che vedono il nostro Mr. west vittima di imprevisti, scherzi, figuracce e incidenti. Leggere questo volume non può non far divertire e strappare una risata quelli che però si aspettano solo ed esclusivamente situazioni al limite del ridicolo e imbarazzanti si dovranno rassegnare all'evidenza che questo libro non è solo utile per farsi due risate ma serve anche e soprattutto per riflettere, Stephen Clarke infatti nelle vicende del suo personaggio non riporta solo disavventure e sfortune ma anche riflessioni sulla sua vita, l'autore infatti proprio come Paul è stato mandato a lavorare in una azienda parigina per un anno, è quindi impossibile non notare le frecciatine e le osservazioni proprio sullo stile di vita a Parigi, sulle differenze culturali tra francesi e inglesi, sui problemi che uno straniero può incorrere nel lavorare e vivere in un paese così diverso culturalmente e soprattutto la denuncia su problemi reali del paese che colpiscono non solo gli stranieri ma gli stessi francesi (esempio la difficoltà di fronteggiare la burocrazia per ottenere documenti, la facilità di ottenere un mutuo per un appartamento se si ha un conoscente in banca, il problema dei trasporti pubblici e degli scioperi ecc)
    Insomma questo libricino non vuole solo essere il classico libretto usa e getta ma con simpatia, sarcasmo e ironia vuole condividere pensieri e spunti rivolti a tutti quegli stranieri che si ritrovano per la prima volta in un paese sconosciuto dove si parla e si ha una cultura completamente diversa dalla propria.
    Non posso dire che questo libro sia il migliore del mondo... anzi, gli ho dato giusto 3 stelline e mezza proprio per questa ma posso affermare che mi ha strappato non pochi sorrisi avendo una pazza amica francese, il protagonista mi ha conquistata e l'ho adorato soprattutto nella sua evoluzione, se il nostro Paul infatti arriva a Parigi come inglese poverello e sprovveduto nel corso del libro impara a cavarsela e a capire come sfruttare i pregi e i difetti di Parigi e dei parigini a suo vantaggio tanto da riuscire a mettere in scacco anche il suo odioso capo.
    Mi sento di consigliare questo libro a
    - Chi vuole farsi quattro risate
    - Chi ama le sfighe alla Fantozzi
    - Chi ha una certa antipatia per i francesi e le loro stranezze
    - Chi cerca qualcosa di non troppo impegnativo
    Sconsigliato invece a
    - Chi ama troppo la Francia e non sopporta le persone che la criticano
    - Chi odia i libri senza vere e proprie trame
    - Chi odia i libri incentrati su disavventure slegate tra di loro e utili solo a far ridere il lettore

    said on 

  • 3

    A light reading with a good touch of wit. It wasn’t funny tough, and I have found it a bit boring sometimes. Interesting the description of the corrupted state trade union mentality of French that is ...continue

    A light reading with a good touch of wit. It wasn’t funny tough, and I have found it a bit boring sometimes. Interesting the description of the corrupted state trade union mentality of French that is similar somehow to the Italians’ one. I would have preferred less sex stories and more details about French mentality. I think I will read the sequel when I have time.

    said on 

  • 3

    niente di che...

    Ossessionato da sesso e merda di cane (e non necessariamente in questo ordine) il nostro protagonista , l'inglese Paul, se ne va a zonzo per Parigi... niente di ché..davvero!

    said on 

  • 4

    如果只看內容的話,還真感受不到這是一本「小說」,非常寫實兼生活化。用幽默的筆觸描寫一個英國人來到法國這個「世仇」國家所感受到的文化差異,以及最後如何融入並喜歡上巴黎這個城市。

    很輕鬆有趣的一本書,但我覺得續作就沒這麼精采了。

    said on 

Sorting by