A che punto è la notte

Voto medio di 1.288
| 165 contributi totali di cui 156 recensioni , 9 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 15/08/17
Un lavoro sopraffino
Devo dire che ero molto curioso di leggere qualcosa della premiata ditta F&L, dopo averne sentito più volte tessere le lodi.Non sono rimasto deluso.Prima ancora di essere un romanzo giallo, questo libro è un'eccellente prova di narrazione, che non ..." Continua...
Ha scritto il 09/05/17
Riconosco l'eleganza dello stile di F&L, ma è una lettura che ho portato avanti a fatica. Forse richiede più concentrazione di quella che sono riuscita a dedicarle.
  • 3 mi piace
Ha scritto il 15/04/17
Per entrarci ci è voluto un po' ma poi non riuscivo a staccarmi. all'oggettiva capacità degli autori si somma un discreto fascino vintage (benché il rovescio della medaglia siano gli a tratti irritanti sperimentalismi che andavano negli anni 70, ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 12/02/17
Tra preti erotomani e finti intellettuali la rivincita del buon senso
25 febbraio degli anni Settanta. Tra i viali della cintura torinese tossicchia una Volkswagen color crema con a bordo un ambulante di matite Jucca, mentre una Porsche guidata da un piccolo ragioniere siciliano accompagna al primo motel la figlia di ..." Continua...
Ha scritto il 23/01/17
E, infine, la soluzione del caso…
Con tutto questo ben di Dio, non si sa da che parte cominciare. Tantissimo il materiale in A che punto è la notte (1979), tantissime le pagine, i riferimenti. Il titolo così evocativo, così intenso, è una citazione dalla Bibbia, Isaia 21:11, e ..." Continua...
  • 41 mi piace
  • 21 commenti

Ha scritto il Apr 21, 2013, 16:32
Ma è così in tutte le cose. (...) Niente è più quello che sembra, niente sembra quello che è... La porta alla fine si apre, ma con una chiave sbagliata, o magari era una porta già aperta. Oppure la chiave giusta arruginisce, si spezza dentro ... Continua...
Pag. 599
Ha scritto il Jun 21, 2012, 16:43
Il capo, senza essere tecnicamente avaro, considerava tuttavia il fatto di lavorare per lui un privilegio così intrinsecamente meraviglioso da rendere superflua ogni retribuzione
Pag. 49
Ha scritto il Feb 22, 2012, 22:25
Santamaria riprese a guardare la pioggia che precipitava a matasse dai prodighi telai del cielo.
Pag. 438
Ha scritto il Feb 22, 2012, 22:24
Nel forziere del più cinico affarista, dall'affamatore di vedove e orfani al rifilatore di falsi cronometri svizzeri, sempre fiorivano gratuite primule di generosità, di abnegazione. E nella grotta dell'eremita, del poeta, del rivoluzionario più ... Continua...
Pag. 446
Ha scritto il Oct 07, 2010, 19:48
C'erano (...) tre categorie di potenti. Quelli che ostentavano la propria potenza per schiacciarti. Quelli che la nascondevano, per schiacciarti con la loro affabilità. Quelli che non ti schiacciavano perché, dall'alto della loro potenza, neanche ... Continua...
Pag. 567
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi