Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

A ciascuno la sua morte

Di

Editore: E/O

3.5
(134)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 373 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Sloveno

Isbn-10: 8876417850 | Isbn-13: 9788876417856 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: V. Tortelli

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace A ciascuno la sua morte?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Questo libro ripresenta la figura avventurosa del commissario Proteo Laurenti, già protagonista di due storie precedenti. Per il commissario la calda estate del 1999 sembra trascorrere tranquilla, ma una mattina viene svegliato da una telefonata dei suoi uomini; uno yacht di lusso senza persone a bordo si è schiantato a folle velocità contro la costa. Il proprietario della barca, irreperibile, è una vecchia conoscenza di Laurenti quando, all'inizio della sua carriera, aveva indagato sulla morte misteriosa della moglie. Un caso mai chiarito, un'ossessione per il commissario che non era riuscito a provarne la colpevolezza, un incubo che ritorna dal passato.
Ordina per
  • 2

    Prevedibile

    Ben costruito il personaggio del commissario Laurenti, anche le descrizioni di Trieste e dei luoghi in cui il romanzo è ambientato sono curati, verosimili e danno l'impressione di essere presenti durante le indagini. La vicenda, però, è abbastanza prevedibile, fragile all'inizio del libro (anche ...continua

    Ben costruito il personaggio del commissario Laurenti, anche le descrizioni di Trieste e dei luoghi in cui il romanzo è ambientato sono curati, verosimili e danno l'impressione di essere presenti durante le indagini. La vicenda, però, è abbastanza prevedibile, fragile all'inizio del libro (anche lessicamente e per struttura della scrittura...forse dovuta alla traduzione dal tedesco) via via che si prosegue si rafforza e coinvolge di più la lettura.

    ha scritto il 

  • 3

    Il Commissario Proteo Laurenti, in forza presso il Comando di Polizia di Trieste, è un gran bel personaggio e stupisce che sia uno scrittore tedesco, benché profondo conoscitore della realtà triestina, ad ambientare in modo così convincente una storia gialla (a ben vedere, più storie gialle) nel ...continua

    Il Commissario Proteo Laurenti, in forza presso il Comando di Polizia di Trieste, è un gran bel personaggio e stupisce che sia uno scrittore tedesco, benché profondo conoscitore della realtà triestina, ad ambientare in modo così convincente una storia gialla (a ben vedere, più storie gialle) nel capoluogo giuliano. Autoironico, semplice, fumantino e un po' maldestro, il Commissario Laurenti intriga nonostante la trama di questo primo "episodio" (primo ad essere scritto, terzo ad esser pubblicato risulti un po' confusa e in finale un po' debole.

    ha scritto il 

  • 4

    Proteo Laurenti è uno che piace subito a noi lettori di gialli "italiani", a noi lettori di Lucarelli, di Carlotto, di Abate e di altri che sottolineano disagi sociali malaffari e eco-delinquenza, mafie e quant'altro di marcio che spesso ufficialmente non viene sottolineato se non assolutamente i ...continua

    Proteo Laurenti è uno che piace subito a noi lettori di gialli "italiani", a noi lettori di Lucarelli, di Carlotto, di Abate e di altri che sottolineano disagi sociali malaffari e eco-delinquenza, mafie e quant'altro di marcio che spesso ufficialmente non viene sottolineato se non assolutamente ignorato dai media.

    ha scritto il 

  • 4

    "A te che piacciono tanto i thriller, hai mai letto un noir?" Quante volte me la son sentita ripetere sta domanda... e immancabilmente non sapevo cosa rispondere. Nella mia testa il noir era qualcosa di strano, informe cupo, un giallo meno giallo e più chissà cos'altro. Poi scopro che un mio conc ...continua

    "A te che piacciono tanto i thriller, hai mai letto un noir?" Quante volte me la son sentita ripetere sta domanda... e immancabilmente non sapevo cosa rispondere. Nella mia testa il noir era qualcosa di strano, informe cupo, un giallo meno giallo e più chissà cos'altro. Poi scopro che un mio concittadino acquisito, che da teeempo mi ripromettevo di leggere, è uno scrittore di noir. "Ma non è un poliziesco?" mi son chiesta, e a quanto pare è sottile la linea che li divide. D'accordo o meno con la definizione, devo dire che sono rimasta entusiasta di Heinichen. E' inutile dire che ritrovare percorsi abituali, luoghi di ritrovo e via dicendo, tra le pagine di un libro, son cose che a noi cittadini di provincia fa proprio un gran piacere. La trama è ben costruita, lo stile è scorrevole e piacevole, e volendogli trovare una pecca, le descrizioni dei luoghi sono un po' troppo tirate per le lunghe. Ma a quanto pare non tutti la pensano così visto che proprio questo suo raccontare i particolari gli è valso uno dei tanti premi di cui si è fregiato. Buona lettura!

    ha scritto il 

  • 4

    Massssì dai....Proteo Laurenti con le sue nuotate al largo di una Trieste infestata da squali e con il suo burbero buon cuore ricorda alla lontana il Montalbano di Camilleri.
    La trama regge, intrighi e buona pessima società. Qualche risata e molta Trieste (locali, stabilimenti balneari...paesaggi ...continua

    Massssì dai....Proteo Laurenti con le sue nuotate al largo di una Trieste infestata da squali e con il suo burbero buon cuore ricorda alla lontana il Montalbano di Camilleri. La trama regge, intrighi e buona pessima società. Qualche risata e molta Trieste (locali, stabilimenti balneari...paesaggi).

    ha scritto il 

  • 4

    Primo romanzo con protagonista il commissario Proteo Laurenti. Il personaggio del commissario è interessante, così come interessante è la località in cui si svolgono i fatti: Trieste, punto di incontro di diverse culture e città "strategica" per la posizione geografica tra l'Europa e l'Est.

    ha scritto il