Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

A conti fatti

Di

Editore: Einaudi

4.0
(165)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 445 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Spagnolo , Tedesco

Isbn-10: A000057196 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico , Copertina rigida

Genere: Biography , History , Non-fiction

Ti piace A conti fatti?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Riflessione amara della scrittrice sulla vita,sugli amore,sulla malattia,sulla morte,sulla religione.Forse il testo più "filosofico"di Simone,il più profondo,quello dove occorre scrutare nel mare dei suoi pensieri.Un viaggio comunque sempre affascinante con lei.

    ha scritto il 

  • 1

    No

    Ho trovato in questa una delle sue 'produzioni' peggiori. L'autobiografia si mescola a una sorta di bollettino storico e culturale degli eventi occidentali dalla fine degli anni Sessanta ai primi Settanta. Impossibile resistere alla noia e non saltare intere sessioni di 'didascalia' letteraria o ...continua

    Ho trovato in questa una delle sue 'produzioni' peggiori. L'autobiografia si mescola a una sorta di bollettino storico e culturale degli eventi occidentali dalla fine degli anni Sessanta ai primi Settanta. Impossibile resistere alla noia e non saltare intere sessioni di 'didascalia' letteraria o politica. Senza una direzione. Senza una forma. Proprio fame di scrivere.

    ha scritto il 

  • 0

    recensione EINAUDI:
    A conti fatti chiude l'autobiografia di Simone de Beauvoir, colmando un vuoto su una fase decisiva della vita della scrittrice: la vecchiaia, cui già ella aveva dedicato un celebre saggio, La terza età."Quando è apparso il mio saggio, - scrive Simone de Beauvoir -, alcuni crit ...continua

    recensione EINAUDI: A conti fatti chiude l'autobiografia di Simone de Beauvoir, colmando un vuoto su una fase decisiva della vita della scrittrice: la vecchiaia, cui già ella aveva dedicato un celebre saggio, La terza età."Quando è apparso il mio saggio, - scrive Simone de Beauvoir -, alcuni critici e alcuni lettori mi hanno rimproverato di non aver parlato di più della "mia" vecchiaia. Questa curiosità, spesso, mi è parsa derivare, più che da un autentico interesse, da una sorta di cannibalismo. Tuttavia essa m'incoraggia a completare la mia autobiografia. Più mi avvicino al termine della mia esistenza, più mi diviene possibile abbracciare nel suo insieme questo strano oggetto che è una vita: tenterò di farlo al principio di questo libro. D'altra parte, da quando sospesi il resoconto della mia vita sono passati dieci anni, e ho diverse cose da raccontare".Con la franchezza polemica che la contraddistingue, Simone de Beauvoir ci dà qui un racconto gremito di fatti, sensazioni, personggi. Ci sono i rapporti con la famiglia, con Sartre, con gli amici, le passioni letterarie, artistiche e politiche, i sogni, i film, le letture, le delusioni, i dubbi, i viaggi, gli incontri memorabili e quelli fuggitivi.

    ha scritto il 

  • 4

    Tout compte fait 1972

    1972, Editions Gallimard, Paris. Einaudi Editore, prima edizione Supercoralli 1973, prima edizione ET Scrittori 2008. Traduzione di Bruno Fonzi.

    ha scritto il 

  • 4

    A conti fatti, appunto: il bilancio di una vita di impegno, di passione, di partecipazione. E’ il quinto e ultimo volume dell'autobiografia di Simone de Beauvoir, la donna che in Francia è stata quasi il prototipo dell’intellettuale impegnato nelle battaglie civili e politiche. Perché tutto quest ...continua

    A conti fatti, appunto: il bilancio di una vita di impegno, di passione, di partecipazione. E’ il quinto e ultimo volume dell'autobiografia di Simone de Beauvoir, la donna che in Francia è stata quasi il prototipo dell’intellettuale impegnato nelle battaglie civili e politiche. Perché tutto questo? A cosa è valso spendersi, in una vita scandita da manifestazioni, assemblee, appelli, pamphlet? In queste pagine c'è tutta la grandezza e la miseria degli anni Sessanta, culminati nel maggio francese. Ma c'è anche una donna, a tutto tondo. Una donna che guarda se stessa dal ciglio della sua vita. E sa opporre inesauribili risorse di ottimismo anche al cospetto della malattia e della vecchiaia.
    Il libro però è un po' troppo lungo e verboso, più importante per quanto dice che per come lo dice... che non è peccato veniale

    ha scritto il 

  • 0

    Abbandonato per problemi emotivi. Piangevo troppo. Era troppo triste leggere la morte di tutte le persone che avevano popolato la vita della de Beauvoir...Ci riproverò tra qualche anno.

    ha scritto il