Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Procurar Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

A menina que roubava livros

Por

Editor: Editora Intrinseca

4.3
(7162)

Language:Português | Number of Páginas: 480 | Format: Paperback | Em outros idiomas: (outros idiomas) Spanish , Chi simplified , English , French , Chi traditional , Italian , Japanese , Russian , Dutch , Norwegian , Danish , Catalan , German , Finnish , Polish , Swedish , Czech , Greek

Isbn-10: 8598078174 | Isbn-13: 9788598078175 | Data de publicação: 

Translator: Vera Ribeiro

Também disponível como: Softcover and Stapled , Others

Category: Fiction & Literature , History , Science Fiction & Fantasy

Do you like A menina que roubava livros ?
Junte-se ao aNobii para ver se os seus amigos já o leram, e descubra livros semelhantes!

Registe-se gratuitamente
Descrição do livro
Entre 1939 e 1943, Liesel Meminger encontrou a Morte três vezes. E saiu suficientemente viva das três ocasiões para que a própria, de tão impressionada, decidisse nos contar sua história, em 'A menina que roubava livros'. Desde o início da vida de Liesel na rua Himmel, numa área pobre de Molching, cidade desenxabida próxima a Munique, ela precisou achar formas de se convencer do sentido de sua existência. Horas depois de ver seu irmão morrer no colo da mãe, a menina foi largada para sempre aos cuidados de Hans e Rosa Hubermann, um pintor desempregado e uma dona-de-casa rabugenta. Ao entrar na nova casa, trazia escondido na mala um livro, 'O manual do coveiro'. Num momento de distração, o rapaz que enterrara seu irmão o deixara cair na neve. Foi o primeiro dos vários livros que Liesel roubaria ao longo dos quatro anos seguintes. E foram esses livros que nortearam a vida de Liesel naquele tempo, quando a Alemanha era transformada diariamente pela guerra, dando trabalho dobrado à Morte. O gosto de roubá-los deu à menina uma alcunha e uma ocupação; a sede de conhecimento deu-lhe um propósito. E as palavras que Liesel encontrou em suas páginas e destacou delas seriam mais tarde aplicadas ao contexto da sua própria vida, sempre com a assistência de Hans, acordeonista amador e amável, e Max Vanderburg, o judeu do porão, o amigo quase invisível de quem ela prometera jamais falar. Há outros personagens fundamentais na história de Liesel, como Rudy Steiner, seu melhor amigo e o namorado que ela nunca teve, ou a mulher do prefeito, sua melhor amiga que ela demorou a perceber como tal. Mas só quem está ao seu lado sempre e testemunha a dor e a poesia da época em que Liesel Meminger teve sua vida salva diariamente pelas palavras, é à nossa narradora. Um dia, todos irão conhecê-la. Mas ter a sua história contada por ela é para poucos. Tem que valer a pena.
Sorting by
  • 4

    Un libro che lascia qualche cosa dentro. E' emozionante e avvincente. Geniale la voce narrante, la morte “umanizzata”. Mi è piaciuto davvero tanto.

    dito em 

  • 5

    Lascia il segno

    Ho apprezzato molto questi libro. Non si da dove iniziare.
    1- Ho trovato molto interessante il fatto che la storia non venga raccontata dai soliti personaggi, ma in modo innovativo la storia viene rac ...continuar

    Ho apprezzato molto questi libro. Non si da dove iniziare.
    1- Ho trovato molto interessante il fatto che la storia non venga raccontata dai soliti personaggi, ma in modo innovativo la storia viene raccontata in prima persona dalla Morte. Un'altro fatto che ho apprezzato è che per la prima volta ho letto della seconda guerra mondiale non dal punto degli ebrei e delle disgrazie che hanno vissuto, ma anche dal punto di vista del normale popolo tedesco, e delle difficoltà della guerra.
    2- La scrittura di Zusak è musica. Per essere un libri per ragazzi è scritto in modo stupefacente,coinvolgendo a pieno il lettore. Pur essendo un argomento tosto, non te lo fa vivere con angoscia, ma con la giusta tristezza. Le descrizioni sono coinvolgenti e per nulla noiose. Ho trovato molto interessante anche l'inserimento di disegno e di pagine di diario.
    3- L'amicizia che si crea tra Leisel e Rudy, Max, Ilsa coinvolge il lettore fin da subito è non riserva pianti. Alcune parti del romanzo sono estremamente toccanti e uno sgambetto per i deboli di cuore
    Consiglio questo libro a tutti, mi è piaciuto davvero moltissimo.

    dito em 

  • 4

    toccante!

    Ho appena finito di leggere questo libro

    devo dire che la prima meta del libro non mi aveva particolarmente colpito, si non era male ma un pò sotto il tono che mi aspettavo, la seconda parte però si è ...continuar

    Ho appena finito di leggere questo libro

    devo dire che la prima meta del libro non mi aveva particolarmente colpito, si non era male ma un pò sotto il tono che mi aspettavo, la seconda parte però si è ripreso alla grande, il finale mi ha toccato particolarmente! bellissimo!!! non do 5 stelle solo per via della prima parte, ma un romanzo da leggere! assolutamente!

    dito em 

  • 5

    一個撼動死神的故事。一言以蔽之。

    帶著沉甸的書本進入海軍營區,也一併把作者獨特的寫作手法帶進我的軍旅生涯,劇中的故事也同時餵養了我無數個閒暇的夜晚長達一個月之久。每天,一小篇章節,雖然只有一點點,卻有無限個畫面在我腦海中切換,全都是莉塞爾‧麥名葛,全都是她!她的故事,足以震撼人類的生離死別。

    故事中我最喜歡莉塞爾與麥克斯交流的片段,雖然每段對話都寥寥無幾,但那都是書中情感最豐富的片段之一,兩個信仰 ...continuar

    一個撼動死神的故事。一言以蔽之。

    帶著沉甸的書本進入海軍營區,也一併把作者獨特的寫作手法帶進我的軍旅生涯,劇中的故事也同時餵養了我無數個閒暇的夜晚長達一個月之久。每天,一小篇章節,雖然只有一點點,卻有無限個畫面在我腦海中切換,全都是莉塞爾‧麥名葛,全都是她!她的故事,足以震撼人類的生離死別。

    故事中我最喜歡莉塞爾與麥克斯交流的片段,雖然每段對話都寥寥無幾,但那都是書中情感最豐富的片段之一,兩個信仰的共通點,從一間陰暗又潮濕的地下室開始...

    dito em 

  • 4

    Storia di una ladra di libri..appena finito di leggere..adesso posso dire la mia su questo romanzo di cui tutti parlano benissimo. Premetto che nel complesso mi è piaciuto davvero. Ma non a caso speci ...continuar

    Storia di una ladra di libri..appena finito di leggere..adesso posso dire la mia su questo romanzo di cui tutti parlano benissimo. Premetto che nel complesso mi è piaciuto davvero. Ma non a caso specifico nel complesso. Ho apprezzato il fatto che a narrare sia la morte fa tutto più suggestivo, ho apprezzato (forse perché amo il disegno) che siano stati introdotte immagini e schizzi, ho apprezzato la storia..la ritengo una bella storia che nella sua semplicità ci fa vivere realmente nella Germania nazista, ho apprezzato come è stato scritto il finale sembrava di udire le parole pronunciate e di trovarsi li in quegli istanti, ma mi capita di piangere per finali del genere..stavolta sinceramente ho solo avuto una forte sensazione di tristezza e inquietudine. In ogni modo ho letto libri dove il finale è davvero deludente e questo non è uno di questi anzi credo che il finale sia nettamente meglio dell intero libro. L unica cosa che ammetto secondo me ha rovinato il romanzo perché poteva davvero farmi piangere è stato il fatto di esserci troppe e dico troppe anticipazioni è questo secondo me che gli fa perdere quel non so che.. in ogni modo devo ammettere che questo libro qualcosa me l ha lasciata. Ed è una di quelle storie che ti fa riflettere e ti lascia dentro qualcosa. Qualche insegnamento che in maniera soggettiva si scorge leggendo. Sono contenta di averlo letto! Adesso mi aspetta il film 😊

    dito em 

  • 4

    Storia di una ladra di libri..appena finito di leggere..adesso posso dire la mia su questo romanzo di cui tutti parlano benissimo. Premetto che nel complesso mi è piaciuto davvero. Ma non a caso speci ...continuar

    Storia di una ladra di libri..appena finito di leggere..adesso posso dire la mia su questo romanzo di cui tutti parlano benissimo. Premetto che nel complesso mi è piaciuto davvero. Ma non a caso specifico nel complesso. Ho apprezzato il fatto che a narrare sia la morte fa tutto più suggestivo, ho apprezzato (forse perché amo il disegno) che siano stati introdotte immagini e schizzi, ho apprezzato la storia..la ritengo una bella storia che nella sua semplicità ci fa vivere realmente nella Germania nazista, ho apprezzato come è stato scritto il finale sembrava di udire le parole pronunciate e di trovarsi li in quegli istanti, ma mi capita di piangere per finali del genere..stavolta sinceramente ho solo avuto una forte sensazione di tristezza e inquietudine. In ogni modo ho letto libri dove il finale è davvero deludente e questo non è uno di questi anzi credo che il finale sia nettamente meglio dell intero libro. L unica cosa che ammetto secondo me ha rovinato il romanzo perché poteva davvero farmi piangere è stato il fatto di esserci troppe e dico troppe anticipazioni è questo secondo me che gli fa perdere quel non so che.. in ogni modo devo ammettere che questo libro qualcosa me l ha lasciata. Ed è una di quelle storie che ti fa riflettere e ti lascia dentro qualcosa. Qualche insegnamento che in maniera soggettiva si scorge leggendo. Sono contenta di averlo letto! Adesso mi aspetta il film 😊

    dito em 

  • 0

    Avevo grandi aspettative su questo libro, tuttavia per ora non sono riuscita a finirlo...mi sono bloccata già due volte nella lettura di questo libro quindi per ora lo abbandono. Magari proverò a ripr ...continuar

    Avevo grandi aspettative su questo libro, tuttavia per ora non sono riuscita a finirlo...mi sono bloccata già due volte nella lettura di questo libro quindi per ora lo abbandono. Magari proverò a riprenderlo prossimamente.

    dito em 

  • 2

    Aspettative deluse

    Un romanzo che non mi ha lasciato niente. Può darsi sia colpa mia, ma speravo molto, molto meglio.
    Nell'immaginario paese di Molching, vicino Monaco di Baviera, si respira guerra e morte, nei primi an ...continuar

    Un romanzo che non mi ha lasciato niente. Può darsi sia colpa mia, ma speravo molto, molto meglio.
    Nell'immaginario paese di Molching, vicino Monaco di Baviera, si respira guerra e morte, nei primi anni del '40.
    Abito poco fuori Monaco e, forse, ho una consapevolezza maggiore delle mostruosità che Hitler ha consegnato alla storia.
    Tuttavia, le vicende narrate non mi hanno entusiasmato o coinvolto, complice la narratrice che, inspiegabilmente, fa spoiler non richiesti.
    Stranissime poi le descrizioni dell'autore, come se avesse voluto provare a creare immagini poetiche ed esaltanti, scrivendo però cose così: "parlò a bassa voce, come ago e filo". Mah.

    A prescindere dal libro, consiglio una visita al campo di concentramento di Dachau, per vedere e sentire l'orrore, vero protagonista. E, magari, un giretto su www.italianiamonaco.com

    dito em 

Sorting by
Sorting by