A nome tuo

Voto medio di 110
| 38 contributi totali di cui 23 recensioni , 15 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Si comincia con un viaggio per mare.
C'è una nave militare che risale la costa dall'Albania a Trieste, sulla nave uno scrittore che lungo quell'Adriatico smagliante ripercorre la storia imperfetta e dilaniata di tutte le vite di frontiera.
Na
...Continua
Ciucchino
Ha scritto il 14/08/17
Covacich gioca con i suoi lettori con un romanzo che potrebbe essere autobiografico con all'interno un altro romanzo scritto da lui come ghost writer per la protagonista del suo stesso romanzo. Insomma: sembra un insieme di scatole cinesi dove si aff...Continua
Angyarmy
Ha scritto il 20/02/15
In questo libro (denso di elementi autobiografici), l’Autore affronta temi delicati quali l’identità personale, il “peso” delle proprie radici e il suicidio assistito e lo fa senza banalità, con una scrittura lucida, priva di sentimentalismo o melod...Continua
Acilia
Ha scritto il 09/05/14
Dinamico, diviso
Sento di dover far un distinguo tra le due parti. Ho preferito la seconda "Musica per aeroporti", l'ho trovata più compiuta, più appassionante, più equilibrata in ogni suo aspetto. La prima ha un inizio intrigante, lascia presagire una storia di note...Continua
Paola
Ha scritto il 13/04/14
Vi perdono (Angela del Fabbro) - A nome tuo (Mauro Covacich)

5 stelle a Vi perdono alias Musica per aeroporti, scritto con lo pseudonimo di Angela Del Fabbro. La prima parte di A nome tuo non mi ha convinta, avrei dato 3 stelle.

  • 2 mi piace
cristina
Ha scritto il 25/07/13
Miele e altro
Avevo avuto la fortuna di vedere il film della Golino qualche mese fa,così ho cercato il libro,che nella prima parte non ha nulla a che vedere col film.Anzi -non so come se la sian giocata ma di nuovo la G doveva occuparsi di un altro Covachic,sotto...Continua
  • 1 mi piace

Marte
Ha scritto il Jun 24, 2012, 22:25
- Come si fa a smettere di scrivere? - Oh, è facile. Basta non accendere più il computer. - Non ti credo. Per uno scrittore scrivere è una condizione essenziale. Uno scrittore che non scrive non è uno scrittore. - Forse hai ragione. A me però è capit...Continua
Pag. 67
*Midori Kobayashi*
Ha scritto il Apr 14, 2011, 07:34
Quell'uomo non desiderava spararsi, semplicemente preferiva intervenire prima che la morte cominciasse a giocare. Per tutte queste persone esistere era molto meglio che non esistere, però la loro idea di esistenza non contemplava la tortura, né la pr...Continua
Pag. 193
  • 1 commento
*Midori Kobayashi*
Ha scritto il Apr 14, 2011, 07:29
- Ma no, papà... - e devo interrompermi, non riesco a parlare, il pianto mi travolge con un piacere intenso. Era da non so quanto tempo che non piangevo così. E' come se ogni più piccola parte dei miei organi si liberasse di me liquefacendosi. Sono d...Continua
Pag. 324
*Midori Kobayashi*
Ha scritto il Apr 14, 2011, 07:23
Sono brava a ubbidirmi, un vero soldatino quando gli ordini li do io.
Pag. 327
*Midori Kobayashi*
Ha scritto il Apr 14, 2011, 07:22
Anche oggi ho lo stesso programma: esaurirmi, stordirmi di fatica, sottrarre ai pensieri l'opportunità di inchiodarmi dentro una stanza.
Pag. 317

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi