millericcioli
Ha scritto il 12/06/12
Il racconto di una clamorosa impresa, sempre in bilico fra il notevole gesto atletico e l’incredibile stronzata (cit).
“Non c’è una parola italiana per descrivere quello che stiamo facendo. Non è trekking, non è avventura, non è passeggiata, non è viaggio. C’è una parola tedesca, wandern, con il suo equivalente inglese wandering, “camminare cazzeggiando”. Due esperti...Continua
thekingmaster
Ha scritto il 09/06/12
Andamento lento

Lettura piacevole. Così mi viene da definire questo libro. Lentamente, da Nord-Est al Centro Italia. Attraverso paesaggi e persone. L'umorismo dei due protagonisti a farti compagnia.

Bello, divertente, scorrevole.

MoscO non abita...
Ha scritto il 23/02/12
Di montagna in queste pagine non ce n'e' molta, ma ci sono un bel po' di altri ingredienti che noi montanari conosciamo benissimo: fatica, caldo, sudore, sete, sfinimento, corpo a corpo con lo zaino per farci stare tutto, sentieri persi, cartine sbag...Continua
Ola
Ha scritto il 17/03/11
"Le vesciche sono come la vita.Hanno più soluzioni" Sergio Valzania
"Dove mai sono finiti i perdigiorno di un tempo? Dove sono quegli eroi sfaccendati delle canzoni popolari, quei vagabondi che vanno a zonzo da un mulino all'altro e dormono sotto le stelle?" Milan Kundera ...Continua
titanium inside
Ha scritto il 07/08/10
Possibile non andare a Santiago e fare un cammino di meditazione? Possibile che il cammino sia in mezzo all'Italia di oggi? Possibile che la meditazione sia un dialogo normale, con gente di ogni giorno? Si. Possibile. senza fronzoli. senza altra pret...Continua

millericcioli
Ha scritto il Jun 12, 2012, 06:51
Chi cammina il mondo tutto vede e chi resta a casa non lo crede. .
Pag. 144
millericcioli
Ha scritto il Jun 12, 2012, 06:51
David Le Breton, l’antropologo che ha scritto un fondamentale testo sull’arte del camminare, Il mondo a piedi: “Quando i corpi sono in stato di costrizione è più facile che la collera prenda il sopravvento. Muoversi invece aiuta a prendere una benefi...Continua
Pag. 142
millericcioli
Ha scritto il Jun 12, 2012, 06:50
perché? La domanda più semplice ma alla fine più imbarazzante. Che rispondere? Boh. Potevamo buttarla sullo sportivo (fa bene muoversi). Potevamo azzardarci sul filosofico (i sapienti greci divulgavano la loro scienza camminando). Potevamo provare la...Continua
Pag. 141
millericcioli
Ha scritto il Jun 12, 2012, 06:49
“Chi non cerca trova”, dice Demetrio. E poi: “Vagabondare con gusto e filosofia è attendere che la strada ci venga incontro senza orientarci in essa”. E poi: “Camminare è parola distensiva, parasillaba, risuona in altre che hanno lo stesso merito di...Continua
Pag. 132
millericcioli
Ha scritto il Jun 12, 2012, 06:48
“Il pensiero camminante sfoglia le pagine di un libro sostando anche a lungo sulle righe , senza alcuna fretta di andare a vedere come va a finire la storia”.
Pag. 131

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi