Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

A sangre fría

By Truman Capote

(31)

| Leather Bound | 9788432221866

Like A sangre fría ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Parte de la colección "Obras Maestras de la Literatura Contemporanea"

505 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 3 people find this helpful

    «Il più alto, un tipo smilzo con capelli biondastri, tagliati a spazzola, aveva un sorriso cordiale e dei modi educati, il suo compagno, il “piccoletto”, che nella destra stringeva un’armonica e con la sinistra reggeva una valigia di vimini rigonf ...(continue)

    «Il più alto, un tipo smilzo con capelli biondastri, tagliati a spazzola, aveva un sorriso cordiale e dei modi educati, il suo compagno, il “piccoletto”, che nella destra stringeva un’armonica e con la sinistra reggeva una valigia di vimini rigonfia, pareva “abbastanza simpatico”, timido ma piacevole.»
    Questa l’apparenza: hanno sterminato un’intera famiglia, i due, a sangue freddo. Per dei soldi che nemmeno c’erano.
    Truman Capote racconta i fatti - realmente accaduti -, le persone, i loro retroterra, scavando a fondo. Fornisce tutti gli elementi, ma non dà giudizi - lo faccia il lettore, se vuole. Può essere anche facile, in casi del genere. Molto più difficile, forse impossibile, è capire. Chi sono questi? Pazzi? Animali? E poi, allora, che pena meritano?
    A partire dalla cronaca giornalistica, “A sangue freddo” è un grande romanzo, con una storia forte narrata sapientemente, ricca di domande sulle quali meditare, e alle quali - solo dopo - eventualmente rispondere.

    Is this helpful?

    Frabe said on Sep 29, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Incredibile

    Più che al libro, che comunque è un ottimo romanzo, penso all'autore. A tutto quello che ha dovuto passare per arrivare a scrivere in modo così dettagliato di persone ed eventi a lui sconosciuti. Capote era un giornalista ossessionato dal dettaglio e ...(continue)

    Più che al libro, che comunque è un ottimo romanzo, penso all'autore. A tutto quello che ha dovuto passare per arrivare a scrivere in modo così dettagliato di persone ed eventi a lui sconosciuti. Capote era un giornalista ossessionato dal dettaglio e dalla veridicità dei fatti e questa sua linea l'ha portato a sopportare l'insopportabile; un'esecuzione, perfino.
    Penso che il titolo abbia una doppia valenza: più che alle modalità della strage, credo possa riferirsi all'atteggiamento che l'autore ha dovuto adottare per riuscire a portare a termine un lavoro del genere. Incredibile.

    Is this helpful?

    FlamiFly said on Aug 31, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Mentre leggevo questo libro ad un tratto mi è tornato in mente quando ho letto Lettera al padre di Kafka, e ricordo benissimo che di quelle pagine mi colpirono la lucidità di giudizio con cui erano scritte, come se le parole su quelle pagine parlasse ...(continue)

    Mentre leggevo questo libro ad un tratto mi è tornato in mente quando ho letto Lettera al padre di Kafka, e ricordo benissimo che di quelle pagine mi colpirono la lucidità di giudizio con cui erano scritte, come se le parole su quelle pagine parlassero semplicemente di un fatto, di qualcosa di oggettivo, pur essendo quelle pagine piene di vita propria.
    E lo stesso mi chiedo come si possa scrivere un libro del genere, nel modo in cui è scritto. E sì che l'autore nel suo percorso per portarlo a termine ne ha dovute affrontare abbastanza, cose che l'hanno segnato sicuramente, ma sono pagine che di fondo trasmettono una freddezza che dà una strana sensazione sentire leggendo di eventi di una certa violenza.

    Is this helpful?

    Ale?!? e.. said on Aug 22, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ottimo come reportage, troppo lungo come romanzo.

    Is this helpful?

    carol said on Aug 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L’assuefazione alla ricostruzione meticolosa, dettagliata , senza alcun “pudore” o uso di eufemismi da parte di giornali e TV, dei più atroci fatti di cronaca nera fa sì che la lettura di “A sangue freddo” sembri la bozza della sceneggiatura di u ...(continue)

    L’assuefazione alla ricostruzione meticolosa, dettagliata , senza alcun “pudore” o uso di eufemismi da parte di giornali e TV, dei più atroci fatti di cronaca nera fa sì che la lettura di “A sangue freddo” sembri la bozza della sceneggiatura di uno di quei film (tipicamente americani) “on the road”.
    Gli spesso ben fatti film di genere “legal thriller” ci hanno reso smaliziati sullo svolgimento del processo penale negli USA.
    Il testo di Truman Capote risulta perciò molto “datato”, tradotto così così (forse è solo una mia impressione). Resta una testimonianza, una cronaca dell’epoca in cui si svolsero i fatti, sia pure molto sbilanciata ( la quarta e ultima parte copre un arco di tempo di sei anni…); neppure un cenno alle mogli e ai figli di uno dei due assassini, neppure una parola sulle figlie delle vittime.

    Is this helpful?

    Bianca (e ora?) said on Aug 9, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Divorato!

    Il romanzo mi stuzzicava da anni, ma non avevo mai avuto l'occasione di leggerlo. Poi, come sempre nella vita, è arrivato al momento giusto. L'ho letto e consumato in poco meno di una settimana in serate estive calde e umide o rinfrescate da fragoros ...(continue)

    Il romanzo mi stuzzicava da anni, ma non avevo mai avuto l'occasione di leggerlo. Poi, come sempre nella vita, è arrivato al momento giusto. L'ho letto e consumato in poco meno di una settimana in serate estive calde e umide o rinfrescate da fragorosi temporali. Non poteva trovare ambientazione migliore.
    Ho adorato il sapore del romanzo, preciso come un perfetto reportage. Capote ci accompagna con sapienza a scoprire i pensieri, le nevrosi, le preoccupazioni, le paure di ogni personaggio senza lasciar trasparire un commento o un parere. Quello spetta a noi lettori.
    Questo lavoro aveva disfatto Capote psicologicamente, lasciandolo svuotato e sofferente. Ma non traspare nulla, fino all'ultima pagina.
    Ci ha regalato il dipinto di un America che non esiste più, narrando fatti che restano, purtroppo, ancora molto attuali.

    Is this helpful?

    Lauradg74 said on Jun 24, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book