Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Absolute Kingdom Come

By Alex Ross,Mark Waid

(59)

| Hardcover

Like Absolute Kingdom Come ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

10 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 2 people find this helpful

    Una enorme occasione terribilmente sprecata

    Graphic novel dal disegno splendido, dall’intavolatura dinamicissima, con colore e composizione ai limiti dell’artistico, con una trama sociale profonda e complessa… che nel capitolo finale getta via tutto per patetico buonismo. Non capisco e non con ...(continue)

    Graphic novel dal disegno splendido, dall’intavolatura dinamicissima, con colore e composizione ai limiti dell’artistico, con una trama sociale profonda e complessa… che nel capitolo finale getta via tutto per patetico buonismo. Non capisco e non condivido la scelta di rifiutare di portare alle estreme conseguenze lo scenario iniziato. Il finale pessimo è cmnq migliore del vomitevolmente melenso epilogo tra Batman Superman e WW. Sono nauseato dal fatto che mi sia stata creata una simile complessità sociale banalizzata in un finale indegno. Volevo dare 1 sola stella, ma non posso non restare estasiato dalla cura del lavoro grafico nel suo insieme.
    L’inizio della storia è un pugno nello stomaco e quando gli eventi calano il ritmo aumenta il peso sociale degli eventi; in uno scenario in cui i personaggi perseguono ciascuno i propri obiettivi, c’è posto per tutto: il paternalismo dirigista (Superman), l’autoritarismo (WWoman), il nichilismo (Batman), gli interessi privati (Luthor), l’antropologia culturale, la politica staccata dalla gente comune, la gerontocrazia, il fine che giustifica i mezzi.
    In questo “di tutto”, l’ultimo capitolo con la battaglia che tutto risolve riportando tutto al punto di partenza ma con l’aggiunta dei buoni propositi (di cui sono notoriamente lastricate le strade dell’inferno) getta nella disperazione chiunque abbia letto ed apprezzato V e Watchman.
    Il racconto pone l’umanità di fronte ad un nuovo salto evolutivo e tutto quello che gli autori sono stati capaci di cavare fuori è stato: “i vecchi eroi tornano per salvare il genere umano”. Nell’evoluzione non è mai andata così e la storia avrebbe potuto sviluppare questioni ben più serie. Si poteva fare una Storia, ma si è scelto di fare un misero fumetto. Vergogna!

    Is this helpful?

    Lorenzo Panizzari said on Nov 11, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un dibujo muy bonito. ¡El guión un desastre! Una amalgama, muy condensado, si tuviese más páginas...

    Is this helpful?

    isamor said on Nov 23, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Grandioso.
    Buona anche l'edizione Planeta: qualche refuso che in un Absolute sarebbe meglio evitare, ma ottimo l'apparato di extra e note; così come il formato: indispensabile per godere appieno dell'arte di Ross.

    Is this helpful?

    Damian said on Aug 24, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    (Leído en el club del cómic). Supongo que para los seguidores del género será "lo más" pero a mi no me ha gustado. La historia no me ha interesado nada de nada. Sólo destaco el fotorrealismo del cómic.

    Is this helpful?

    Diana said on May 26, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Sarò banale e ovvio: i disegni di Alex Ross sono di una bellezza rara: ritrae gli equivalenti di divinità, senza dimenticarne la componente umana(il fotorealismo di alcune tavole fa quasi paura)e con un grandissimo lavoro di ricerca stilistica (come ...(continue)

    Sarò banale e ovvio: i disegni di Alex Ross sono di una bellezza rara: ritrae gli equivalenti di divinità, senza dimenticarne la componente umana(il fotorealismo di alcune tavole fa quasi paura)e con un grandissimo lavoro di ricerca stilistica (come testimoniano i succosissimi extra dell'edizione Planeta DeAgostini).
    Dal canto suo, Mark Waid elabora una storia complessa, un po' megalomane ma di grande portata epica, specie nel terzo e quarto capitolo. Il personaggio di Norman McCay, non so se volutamente, riprende quel punto di vista umano e impotente di fronte alle vicende supereroiche che Phil Sheldon aveva incarnato in Marvels.
    Resta un capolavoro assoluto del fumetto moderno.

    Is this helpful?

    Holmes said on May 6, 2011 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book