Accabadora

Voto medio di 6746
| 1.566 contributi totali di cui 1.384 recensioni , 174 citazioni , 0 immagini , 8 note , 0 video
«Acabar», in spagnolo, significa finire. E in sardo «accabadora» è colei che finisce. Agli occhi della comunità il suo non è il gesto di un'assassina, ma quello amorevole e pietoso di chi aiuta il destino a compiersi. È lei l'ultima madre.
Agathone
Ha scritto il 21/02/18
sapore di cose antiche
Si può strutturalmente dividere in 3 parti: la prima, bellissima, quasi onirica, in cui si contestualizzano i personaggi in una Sardegna lontana nel tempo e nello spazio; la seconda, in cui si narra la vicenda che fa da collante, da ponte di congiunz...Continua
cris56
Ha scritto il 04/02/18
null
La prima parte avrebbe meritato una stellina in più, ma la parentesi torinese e il finale affrettato e sciatto mi hanno parzialmente deluso. L'autrice dà il meglio di sé nelle atmosfere sarde, dense di tradizioni antiche e misteriose di grande sugges...Continua
Mec
Ha scritto il 24/01/18
Iniziato con un po' di diffidenza, ho ritrovato le suggestioni dell'isola. Pur essendo siciliana, nata e cresciuta in una città moderna e vivace (ma ahimè emigrata), ho riconosciuto il lato antico e ormai quasi perduto delle tradizioni, dei colori, d...Continua
  • 3 mi piace
  • 2 commenti
kaina
Ha scritto il 12/12/17
98

Quindi il lutto serve a far vedere che c'è il dolore...
"No Maria, il lutto non serve a quello. Il dolore è nudo, e il nero serve a coprirlo, non a farlo vedere.

kaina
Ha scritto il 12/12/17
114

Il silenzio si prese la risposta


Simona Bagnasco
Ha scritto il Aug 07, 2017, 22:28
Il dolore è nudo, e il nero serve a coprirlo, non a farlo vedere.
Oriana
Ha scritto il Nov 10, 2016, 15:07
Riemergere da sè stessi è tanto difficile quanto più si è profondi.
Amita
Ha scritto il Sep 23, 2016, 18:37
Le colpe, come le persone, iniziano ad esistere quando qualcuno se ne accorge
Mariguiraud
Ha scritto il Apr 15, 2016, 18:46
Riemergere da se stessi è tanto più difficile quanto più si è profondi.
Sempry
Ha scritto il Mar 03, 2016, 09:04
.. non ci aveva mai creduto che la notte porta consiglio. La notte porta la notte e basta.
Pag. 32

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Katia
Ha scritto il Oct 10, 2016, 22:35
Accabadora Pagina 69 http://www.liberolibro.it/accabadora-di-michela-murgia/
Manoz
Ha scritto il Sep 20, 2015, 18:16
Quando si ha abbastanza tempo anche la rabbia si organizza.
Pag. 80
† Morgana †...
Ha scritto il Jan 01, 2015, 13:50
Le colpe, come le persone, iniziano a esistere se qualcuno se ne accorge.
Pag. 145
† Morgana †...
Ha scritto il Jan 01, 2015, 13:50
A quindici anni Bonaria era già in grado di capire certe cose, farle o vederle fare è la stessa colpa, e mai da allora le era venuto il dubbio di non essere capace di distinguere tra la pietà e il delitto.
Pag. 93
† Morgana †...
Ha scritto il Jan 01, 2015, 13:49
Come gli occhi della civetta, ci sono pensieri che non sopportano la luce piena. Non posso nascere che di notte, dove la loro funzione è la stessa della luna, necessaria a smuovere maree di senso in qualche invisibile altrove dell'anima.
Pag. 92

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi