Accabadora

Audiolibro

di | Editore: Emons
Voto medio di 6719
| 1.563 contributi totali di cui 1.381 recensioni , 174 citazioni , 0 immagini , 8 note , 0 video
Perché Maria sia finita a vivere in casa di Bonaria Urrai, è un mistero che a Soreni si fa fatica a capire. Tzia Bonaria ha preso Maria con sé, la farà crescere e ne farà la sua erede. In questa vecchia vestita di nero c'è un'aura misteriosa che l'ac ...Continua
Ha scritto il 12/12/17
98
Quindi il lutto serve a far vedere che c'è il dolore... "No Maria, il lutto non serve a quello. Il dolore è nudo, e il nero serve a coprirlo, non a farlo vedere.
Ha scritto il 12/12/17
114
Il silenzio si prese la risposta
Ha scritto il 12/12/17
14
Le ante delle finestre del vicinato venivano accostate, rendendo ciechi al sole gli occhi delle case, e ciascuno accorreva a piangere i propri morti nel morto presente, per interposta assenza.
Ha scritto il 10/12/17
"Raffaele non era bello nel vero senso del termine, eppure a Soreni ogni donna da marito se lo sognava sposo suo. Per dovere di verità poteva darsi che se lo sognasse anche qualche donna che il marito lo aveva già, perché di uomini ce n'erano di più ...Continua
Ha scritto il 07/12/17
Da leggere
Bel libro, intenso e scritto bene. Si è giocata una stella piena per la COMPLETAMENTE superflua parentesi torinese, utile solo ad aggiungere qualche pagina al libro altrimenti "racconto breve".
  • 1 mi piace

Ha scritto il Aug 07, 2017, 22:28
Il dolore è nudo, e il nero serve a coprirlo, non a farlo vedere.
Ha scritto il Nov 10, 2016, 15:07
Riemergere da sè stessi è tanto difficile quanto più si è profondi.
Ha scritto il Sep 23, 2016, 18:37
Le colpe, come le persone, iniziano ad esistere quando qualcuno se ne accorge
Ha scritto il Apr 15, 2016, 18:46
Riemergere da se stessi è tanto più difficile quanto più si è profondi.
Ha scritto il Mar 03, 2016, 09:04
.. non ci aveva mai creduto che la notte porta consiglio. La notte porta la notte e basta.
Pag. 32

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Oct 10, 2016, 22:35
Accabadora Pagina 69 http://www.liberolibro.it/accabadora-di-michela-murgia/
Ha scritto il Sep 20, 2015, 18:16
Quando si ha abbastanza tempo anche la rabbia si organizza.
Pag. 80
Ha scritto il Jan 01, 2015, 13:50
Le colpe, come le persone, iniziano a esistere se qualcuno se ne accorge.
Pag. 145
Ha scritto il Jan 01, 2015, 13:50
A quindici anni Bonaria era già in grado di capire certe cose, farle o vederle fare è la stessa colpa, e mai da allora le era venuto il dubbio di non essere capace di distinguere tra la pietà e il delitto.
Pag. 93
Ha scritto il Jan 01, 2015, 13:49
Come gli occhi della civetta, ci sono pensieri che non sopportano la luce piena. Non posso nascere che di notte, dove la loro funzione è la stessa della luna, necessaria a smuovere maree di senso in qualche invisibile altrove dell'anima.
Pag. 92

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi