Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Accabadora

Audiolibro

By Michela Murgia

(72)

| Audio CD | 9788895703305

Like Accabadora ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Perché Maria sia finita a vivere in casa di Bonaria Urrai, è un mistero che a Soreni si fa fatica a capire. Tzia Bonaria ha preso Maria con sé, la farà crescere e ne farà la sua erede. In questa vecchia vestita di nero c'è un'aura misteriosa che l'ac Continue

Perché Maria sia finita a vivere in casa di Bonaria Urrai, è un mistero che a Soreni si fa fatica a capire. Tzia Bonaria ha preso Maria con sé, la farà crescere e ne farà la sua erede. In questa vecchia vestita di nero c'è un'aura misteriosa che l'accompagna, uscite notturne che Maria intercetta ma non capisce... "Fillus de anima: è così che chiamano i bambini generati due volte, dalla povertà di una donna e dalla sterilità di un'altra. Di quel secondo parto era figlia Maria Listru, frutto tardivo dell'anima di Bonaria Urrai". Michela Murgia legge il suo "Accabadora" in questo audiolibro (della durata di quattro ore e trentasette minuti) per la regia di Flavia Gentili.

1344 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 9 people find this helpful

    Da rileggere, prima o poi

    Ho letto "Accabadora" controvoglia.
    Però lo volevo leggere da tempo, è il libro del prossimo incontro del mio gruppo di lettura, è un libro che parla di Sardegna e quindi di parte delle mie origini.
    L'ho letto in fretta, avrebbe meritato una lettur ...(continue)

    Ho letto "Accabadora" controvoglia.
    Però lo volevo leggere da tempo, è il libro del prossimo incontro del mio gruppo di lettura, è un libro che parla di Sardegna e quindi di parte delle mie origini.
    L'ho letto in fretta, avrebbe meritato una lettura più attenta.
    Mi è piaciuto, perchè la storia resta impressa.
    Descrive rapporti umani in un tempo che appare separato, più che lontano, dal nostro, ma che portano con loro le stesse domande di oggi, solo pronunciate con un accento diverso.
    La scrittura rievoca il parlare figurato che è proprio dei dialetti (o delle lingue locali, chè altrimenti i sardi-sti si offendono, mio padre in primis).
    Lo rileggerò, quando sarà il momento e avrò più attenzione da dedicargli.

    Is this helpful?

    Rosenkavalier70 (Goodreading) said on Jul 19, 2014 | 10 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    3 e mezzo

    Tendo a dare le stelline "di pancia" e più sulla scia delle emozioni che dopo un'analisi attenta e rigorosa. In sé il libro è carino, scorrevole, ben scritto, con pennellate PERFETTE del mondo sardo anni '50 che vuole raccontare. E mai noioso. E allo ...(continue)

    Tendo a dare le stelline "di pancia" e più sulla scia delle emozioni che dopo un'analisi attenta e rigorosa. In sé il libro è carino, scorrevole, ben scritto, con pennellate PERFETTE del mondo sardo anni '50 che vuole raccontare. E mai noioso. E allora? E allora niente, la Murgia ha un distacco quasi verista nel narrare i fatti principali che con me proprio non va d'accordo. Che non è un difetto e forse è proprio il suo pregio, ma è proprio questione di affinità.

    Is this helpful?

    talulah said on Jul 11, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Molto, molto, molto, molto ben scritto e ben raccontato. Uno dei libri più belli che ho letto quest'anno. Prima di leggere questo libro avevo già letto "Il mondo deve sapere", sempre della stessa autrice e devo dire che sembrano scritti da due person ...(continue)

    Molto, molto, molto, molto ben scritto e ben raccontato. Uno dei libri più belli che ho letto quest'anno. Prima di leggere questo libro avevo già letto "Il mondo deve sapere", sempre della stessa autrice e devo dire che sembrano scritti da due persone diverse. Uno è ironico e letteralmente spassoso, l'altro compete, a mio avviso, perfino con qualche classico. Lo stile di scrittura è magistrale e la storia è emozionante, pungente, toccante. Mi ha avvicinata a una tradizione Sarda che non conoscevo lasciandomi allibita e al tempo stesso sconcertata dalla bravura di questa giovane scrittrice. Sono libri come questi che mi fanno sperare in un'Italia migliore.

    Is this helpful?

    Giulia Segalla said on Jun 27, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Perché chiamare se chiamare è insufficiente?, mi ha chiesto la mia dolce cazzi.scassa Elvira. Ma io che ne so, mi sembri mia nonna, vediamo, [ ... ] mucca.

    Is this helpful?

    (skate) said on Jun 25, 2014 | 3 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    ero scettica inizialmente ma man mano che andavo avanti mi sono dovuta ricredere.. un gran bel libro

    Is this helpful?

    Simona said on Jun 25, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Una realtà totalmente sconosciuta per me...quella dell'Accabadora, "colei che finisce". In qualche modo anche Maria diventa accabadora ma in maniera diversa...ha bisogno di tempo per farsi accabadora dei suoi ricordi.

    Is this helpful?

    Francesca R said on Jun 18, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book