Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Accusare

Storia del Novecento in 366 foto segnaletiche

Di

Editore: Isbn Edizioni (Reprints)

3.8
(92)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 217 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Inglese

Isbn-10: 8876381961 | Isbn-13: 9788876381966 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Altri

Genere: Art, Architecture & Photography , History , Non-fiction

Ti piace Accusare?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La storia del Novecento in 366 foto segnaletiche di persone famose. Tutto ciò che è accaduto dal 1848 a oggi è rimasto impigliato nella rete della fotografia giudiziaria: cantanti e attori, rivoluzionari e mafiosi, serial killer e terroristi, ladri, prostitute e capi di Stato. Bill Gates fermato per guida senza patente, Frank Sinatra per «seduzione di donna sposata», Martin Luther King per resistenza a pubblico ufficiale. E poi, ancora: Al Pacino, Lula, Fidel Castro, Sacco e Vanzetti, Stalin, Vallanzasca, Pietro Pacciani, Al Capone, Togliatti e Pertini, Mick Jagger e Elvis, Jim Morrison, Sid Vicious, Michael Jackson, gli assassini di Lincoln e dei Kennedy, le vittime di Auschwitz e quelle dei gulag. Diviso equamente fra innocenti e colpevoli, Accusare mette in scena le zone d’ombra del nostro tempo, mostrando l’ambiguità della giustizia nell’epoca dell’immagine.
Ordina per
  • 4

    un celo-manca di personaggi a cui almeno una volta nella vita è stata scattata una foto segnaletica. per motivi politici o per sudato curriculum criminale. il libro di giacomo papi offre sicuramente ...continua

    un celo-manca di personaggi a cui almeno una volta nella vita è stata scattata una foto segnaletica. per motivi politici o per sudato curriculum criminale. il libro di giacomo papi offre sicuramente un punto di vista diverso, e infatti la casa editrice isbn lo scelse come titolo inaugurale. dopodiché la fruizione è duplice: lo si può semplicemente sfogliare con la curiosità che si riserva ai giornali nelle sale d'attesa (fa un po' buco della serratura, ma vabbè) oppure lo si può guardare in trasversale, soffermandosi sul come/perché. e allora oltre che divertente diventa interessante.

    ha scritto il 

  • 4

    bello e diverso, lo considero un libro da "consultazione" non da "lettura". Lo apri e dove capiti guardi una foto e dentro la foto riconosci la breve storia che l'accompagna.

    ha scritto il 

  • 4

    consigliato, per la prospettiva particolare delle foto segnaletiche. Per l'interessante escursus finale sulla storia della foto segnaletica nel Novecento. Per le facce impresse, per le espressioni, ...continua

    consigliato, per la prospettiva particolare delle foto segnaletiche. Per l'interessante escursus finale sulla storia della foto segnaletica nel Novecento. Per le facce impresse, per le espressioni, le smorfie, i commenti alle fotografie. Si impara qualche cosa.

    ha scritto il 

  • 3

    El libro, claro está es divertido por los nombres que figuran en él, y a la vez interesantísimo por todo lo que tiene que ver con la historia de la fotografía policial y por algunos "fichados" ...continua

    El libro, claro está es divertido por los nombres que figuran en él, y a la vez interesantísimo por todo lo que tiene que ver con la historia de la fotografía policial y por algunos "fichados" como prostitutas o travestidos. Sin embargo, a veces se hace dura su lectura, debido a lo que parece cierta precipitación en la forma de escribir (o de traducir, no sé), y otras veces un poco decepcionante por lo breve de sus explicaciones. Aún así, lo he pasado francamente bien leyéndolo.

    ha scritto il 

  • 3

    366 foto segnaletiche, da una prostituta vittoriana fino ad Enzo Baldoni, passando per rock star, pluriomicidi, banditi, perseguitati politici, casi di cronaca, terroristi, attori, malati mentali, ...continua

    366 foto segnaletiche, da una prostituta vittoriana fino ad Enzo Baldoni, passando per rock star, pluriomicidi, banditi, perseguitati politici, casi di cronaca, terroristi, attori, malati mentali, poveri disgraziati o volti senza nome o personaggi celebri. Il tutto seguito da un saggio sulla storia dell'identificazione di massa, dalla nascita dei dagherrotipi ad internet. Un libro potenzialmente affascinante appesantito da un'inutile e datata retorica antiborghese, reso sgradevole da un tono saccente e polemico che sarebbe stato fuori luogo già negli anni settanta, inaridito dall'assenza di pietas, sostituita da un'inutile polemica antisociale e pseudo libertaria. Così viene fuori un'opera a tesi, incapace di raccontare due secoli di civiltà, un pamphplet di seconda mano, intriso di citazioni di Foucault. Sarebbe bastato far parlare i volti, raccontare le storie, risvegliare l'umanità umile e dolente inchiodata in un istante, in uno sguardo. Invece la sensazione finale è di un'opera al di sopra delle capacità dell'autore, prigioniero fino alla fine di una visione limitante e autoreferenziale.

    Ps. La foto di steve mcqueen è da urlo!

    ha scritto il 

  • 4

    Questo libro è un bell'oggetto (grafica essenziale come tutti i libri isbn, costa blu, carta uso a mano) e una curiosa raccolta di foto segnaletiche di persone famose con annessi commenti e ...continua

    Questo libro è un bell'oggetto (grafica essenziale come tutti i libri isbn, costa blu, carta uso a mano) e una curiosa raccolta di foto segnaletiche di persone famose con annessi commenti e aneddoti. Più da sfogliare che da leggere.

    ha scritto il 

  • 0

    Viaggiare tra le pagine di questo libro è stata un' esperienza emozionante. Gli occhi, i volti, lontanissimi delle foto segnaletiche da inizio secolo scorso guidano attraverso la storia che quegli ...continua

    Viaggiare tra le pagine di questo libro è stata un' esperienza emozionante. Gli occhi, i volti, lontanissimi delle foto segnaletiche da inizio secolo scorso guidano attraverso la storia che quegli occhi hanno vissuto e raccontano. I ladri e le prostitute, gli anarchici e i prigionieri politici, le star hollywoodiane anche. Storie agli antipodi, storie che raccontano epoche. Storie che messe insieme raccontano "la Storia" dell' ultimo secolo e la sua società. Secondo me un libro da tenere e da consultare di tanto in tanto dopo la prima lettura per fare un viaggio dentro altre vite, altre storie.

    ha scritto il