Acido solforico

di | Editore: Voland
Voto medio di 2176
| 418 contributi totali di cui 375 recensioni , 43 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
KiaS
Ha scritto il 12/07/18
null
Un libro breve ma intenso. Più che una narrazione classica, si tratta di stralci asciutti e scarni che fanno riflettere su svariati temi come la suggestione del ruolo, la prepotenza come forma di riscatto sociale, il coraggio della ribellione e la fo...Continua
Winston Smith
Ha scritto il 10/06/18
Not my cup of tea.

A qualcuno potrá anche piacere, ma a me proprio no. Dopo 40 pagine senza capo né coda, ho deciso di dedicare il mio tempo a letture più appaganti.

alessioc
Ha scritto il 15/05/18
Reality Olocausto

Una classica narrazione sulla banalità del male. L'aggiornamento a tema reality show non è però particolarmente interessante. Anche la scrittura sembra risentirne e se pur di veloce lettura il racconto, alla fine, non lascia molto.

Roberto
Ha scritto il 18/01/18
"La gente non si rende conto di quanto la televisione la renda peggiore di come è realmente"
Il "grande fratello" fu inventato per mostrare al pubblico le dinamiche di un gruppo di persone costrette a vivere in un ambiente ristretto per un certo periodo di tempo. Telecamere registrano ogni fatto e l'audience si innalza tanto più all'interno...Continua
_Honey_ (!)
Ha scritto il 01/01/18

"Chiunque conosca un inferno durevole o passeggero per affrontarlo può ricorrere alla tecnica mentale più gratificante che esista: raccontarsi una storia."


Magnolia Rossa
Ha scritto il Jan 04, 2018, 11:56
Tu mi hai dato qualcosa di meglio che se mi avessi dato tutto! E quello che mi hai dato, nessuno l'ha mai dato a nessuno!
Giulia_A
Ha scritto il Nov 03, 2016, 20:36
-E non è tutto. Ho deciso di far felice la gente. -Ah - disse Pietro Livi, costernato all'idea di vedere la sublime Pannonique lanciarsi nella beneficenza. - E come? Diventerà una dama di carità? -No. Sto imparando a suonare il violoncello. Lui rise,...Continua
Pag. 131
Giulia_A
Ha scritto il Nov 03, 2016, 10:44
Si può amare qualcuno tanto a lungo da riuscire a comprenderlo.
Pag. 51
Giulia_A
Ha scritto il Nov 02, 2016, 17:05
Non è un caso che gli umani abbiano un nome invece che matricole: il nome è la chiave della persona. È lo scatto delicato della sua serratura, quando si vuole aprire la porta. È la musica metallica che rende possibile il dono.
Pag. 24
Petite Peste
Ha scritto il Jun 23, 2013, 09:07
Sa bene che un programma televisivo spesso è l’unico argomento di conversazione, tra le persone. Per questo tutti guardano le stesse cose: per non rimanere isolati e poter condividere qualcosa. – Be’, guardino tutti un’altra cosa, allora – disse la g...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi