Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Acque letali

Di ,

Editore: CIESSE

4.0
(10)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 256 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8866600229 | Isbn-13: 9788866600220 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Designer: Max Rambaldi

Disponibile anche come: eBook

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Acque letali?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un terremoto distrugge una grande quantità di scorie radioattive occultate illegalmente in un terreno del Sud Italia. Le conseguenze potrebbero essere devastanti poiché l’acquedotto di una vicina cittadina verrà a breve contaminato. Nessuno ne è al corrente tranne un giornalista ed un’epidemiologa i quali, nel tentativo di far luce sull’evento, diventano il target di una spietata organizzazione dedita al traffico di scorie, pronta a tutto pur di mantenere la vicenda segreta. Soli contro tutti e braccati dai trafficanti, i due protagonisti sono costretti ad indagare autonomamente, arrischiandosi in una corsa contro il tempo dall’esito della quale dipenderà la loro vita e quella di decine di migliaia di persone.
“Acque Letali” è un avvincente thriller che si ispira a fatti veri, emersi in inchieste giudiziarie e parlamentari su decenni di smaltimenti illeciti di scorie radioattive. A causa di pressioni, depistaggi e oscure minacce, sfociate nella morte della giornalista Ilaria alpi e del capitano della Guardia Costiera Natale De Grazia, nessuna di tali inchieste è mai giunta a conclusione.
E la letale mole di scorie seppellite nei mari e nelle terre di tutta Italia, giace ancora lì sotto.
Ordina per
  • 4

    La trama del romanzo sembra, leggendo la quarta di copertina, una banale storia da film catastrofico holliwoodiano. Un'organizzazione criminale fa “sparire” rifiuti radioattivi in terreni del meridione italiano, mettendo a rischio le sorgenti potabili. Un giornalista ed una epidemiologa, nella lo ...continua

    La trama del romanzo sembra, leggendo la quarta di copertina, una banale storia da film catastrofico holliwoodiano. Un'organizzazione criminale fa “sparire” rifiuti radioattivi in terreni del meridione italiano, mettendo a rischio le sorgenti potabili. Un giornalista ed una epidemiologa, nella loro diversità, si ritrovano a combattere uniti una battaglia epica contro l'ecomafia che con cinismo ed avidità semina (letteralmente) morte. Ora, però, il semplice occhiello che segue il titolo “romanzo ispirato a fatti realmente accaduti” assume un significato ben diverso, valutabile soprattutto dalle parole del Magistrato Donato Ceglie, in prima linea contro le ecomafie e che ha scritto la prefazione, riportandoci con i piedi per terra, seppur nella terra inquinata dai traffici letali di rifiuti tossici di ogni tipo. Ci si immerge così in un thriller che ben presto si scopre avvincente ed incalzante, specchio di una realtà ben conosciuta dagli autori, nella loro esperienza di ufficiali dell'Arma dei Carabinieri, aiutando a riportare alla memoria vicende tragiche e mai chiarite, mentre nel lettore più attento rinasce il desiderio di legalità e di un ambiente migliore.

    ha scritto il 

  • 5

    Dal giallo al "Green"

    A mio parere è uno dei migliori thriller italiani che abbia mai letto.
    Il ritmo incalzante, di stile americano non stride mai con le ambientazioni nostrane, realistiche, pennellate con un lessico, a tratti, talmente forbito da sembrare sprecato per un thriller.
    La trama tratta un tema ...continua

    A mio parere è uno dei migliori thriller italiani che abbia mai letto.
    Il ritmo incalzante, di stile americano non stride mai con le ambientazioni nostrane, realistiche, pennellate con un lessico, a tratti, talmente forbito da sembrare sprecato per un thriller.
    La trama tratta un tema attuale e scomodo (leggendo vi accorgerete, quanto lo sia) che fa riflettere lasciando un messaggio forte e chiaro anche a chi è poco sensibile al tema dell'ambiente e al pericolo dell'eco-mafia: la nostra vita è legata a filo doppio allo stato di mantenimento del mondo in cui viviamo, ma c’è chi ha un interesse maggiore nei guadagni sporchi che nel mantenimento dell'ecosistema.
    Condividendo e diffondendo questa consapevolezza, gli autori non hanno solo scritto delle pagine di un ottimo thriller (questo lo sanno fare in tanti), ma stanno creando, goccia a goccia, lettore per lettore, una nuova coscienza.
    Non meravigliatevi quindi, se dopo averlo letto, sarete diventati ambientalisti convinti!

    ha scritto il