Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Adesso basta

Lasciare il lavoro e cambiare vita: filosofia e strategia di chi ce l'ha fatta

By Simone Perotti

(820)

| Mass Market Paperback | 9788861900851

Like Adesso basta ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

"Non si nasce liberi, lo sidiventa. Non basta sperare, è necessario osservare una certa disciplina per realizzare i propri sogni."
Bjorn Larsson

Ne abbiamo abbastanza. Lavorare per consumare non rende felici. Lo sappiamo tutti, ma come uscirne?

Cam Continue

"Non si nasce liberi, lo sidiventa. Non basta sperare, è necessario osservare una certa disciplina per realizzare i propri sogni."
Bjorn Larsson

Ne abbiamo abbastanza. Lavorare per consumare non rende felici. Lo sappiamo tutti, ma come uscirne?

Cambiare vita da soli sembra una scelta troppo faticosa. Addirittura impossibile. Invece no. Il downshifting ("scalare marcia, rallentare il ritmo") è un fenomeno sociale che interessa milioni di persone nel mondo (complice anche la crisi). Ma non si tratta solo di ridurre il salario per avere più tempo libero. Simone Perotti propone qui un cambio di vita netto, verso se stessi, il mondo che ci circonda, le abitudini, gli obblighi, il consumo. La rivoluzione dobbiamo farla a partire da noi, riprendendoci la nostra vita per essere finalmente liberi. Come ha fatto l'autore, che racconta la sua esperienza entrando nel merito delle conseguenze economiche, psicologiche, esistenziali, logistiche. Dire no non basta per essere felici. L'insicurezza economica cui andiamo incontro è anche un'occasione per ripensarci.
http://www.chiarelettere.it/libro/reverse/adesso-basta.…

127 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    buon contenuto, tanti rimandi al mondo che mi circonda e tante idee che mi frullano in testa.

    Saggio con ripetizioni eccessive, concetti che ritornano a più riprese senza motivo apparente. Tutta la sezione in cui vuole dimostrare come sia economicam ...(continue)

    buon contenuto, tanti rimandi al mondo che mi circonda e tante idee che mi frullano in testa.

    Saggio con ripetizioni eccessive, concetti che ritornano a più riprese senza motivo apparente. Tutta la sezione in cui vuole dimostrare come sia economicamente parlando possibile fare downshifting è molto debole e sicuramente poteva essere omessa.

    Is this helpful?

    Erredi said on Jul 22, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Questo libro è dedicato a chi guadagna più di quanto spenda" dovrebbe essere scritto sulla copertina, non a pagina 15.

    Is this helpful?

    StefaNobii said on Jul 10, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Dal déja vu alla presa per il cul

    Ho incontrato Simone Perotti per la prima volta in TV: la pubblicità della sua trasmissione, Un’altra vita, suscitò subito il mio interesse perché trattava temi a me cari come la decrescita e il minimalismo. E in effetti le puntate trasmesse su RAI5 ...(continue)

    Ho incontrato Simone Perotti per la prima volta in TV: la pubblicità della sua trasmissione, Un’altra vita, suscitò subito il mio interesse perché trattava temi a me cari come la decrescita e il minimalismo. E in effetti le puntate trasmesse su RAI5 mi erano piaciute molto, con i racconti di persone che vivono in modo non convenzionale.

    Ho così iniziato a interessarmi al personaggio di Simone Perotti, scoprendo alcuni punti in comune: anche lui, come me, lavorava nel campo della comunicazione (con il piccolo particolare che lui stava ai vertici, mentre io sono l’ultima ruota del carro).
    Anche lui, stanco di una vita fatta di molta apparenza e poca sostanza, ha deciso di voltare pagina (la sottoscritta, invece, è ancora inchiodata alla scrivania e, per il momento, si limita a fantasticare una vita diversa).

    Adesso basta doveva rappresentare un ulteriore passo verso Perotti... ma che delusione!

    Nulla da obiettare sui ragionamenti e le divagazioni della prima parte del libro; anzi, mi sono spesso ritrovata ad annuire come una forsennata leggendo le sue parole.
    Credo che la maggior parte delle persone concorderà nel dire che “Con la salute, con la pace, col benessere, è sopraggiunta anche l'alienazione, l'omologazione (e adesso anche l'insicurezza), e sembra che non vi sia alternativa a una vita spesa a lavorare, produrre, indebitarsi, consumare, ripetere gesti privi di senso, per troppo tempo, per una vita intera”. Molto probabilmente molti di voi avranno una sensazione di déjà vu nel leggere la routine di una tipica giornata di lavoro: ore passate imbottigliati nel traffico, imprecando contro il furbetto di turno che ti taglia la strada o quello addormentato che non parte a razzo non appena scatta il verde del semaforo; poi 10 o 12 ore di lavoro (perché se ti “limiti” alle canoniche 8 ore sei uno scansafatiche); e infine di nuovo nel casino della via del ritorno “per chiudere la giornata tardi, ansimante, privo d’ogni residua energia, un giorno ancora, come ieri, per ricominciare domani, e ancora, ancora, forse per sempre”.
    Angosciante, no?!

    Quindi procedi con la lettura per capire qual è la ricetta di Perotti; chiudi un occhio (anzi, tutti e due) quando tra le righe emerge un fare spocchioso e irritante perché intanto, prima o poi, verrà svelata la via verso la libertà.

    Ma poi leggi i suoi esempi pratici di cambiamento di vita e ti cascano le palle perché vengono prese in considerazione solo persone che guadagnano 3.500€ al mese oppure 5.500€.
    Le palle ti si staccano completamente quando leggi che, secondo Perotti, persone con queste entrate sono “abbastanza comuni, con due buoni stipendi ma non certo ricchi”.
    E allora la sensazione di déjà vu si trasforma in sensazione di presa per il cul.

    Ah, e se invece sei un morto di fame che guadagna 1.000€, prega che la nonna schiatti presto in modo che ti lasci in eredità la sua casa oppure punta ancora più in alto e spera che i tuoi genitori abbiamo dimenticato i tuoi fratelli nel testamento. A quel punto, decresci pure.

    Cari redattori di Chiare Lettere, vi pregherei di mettere una noticina in copertina in modo da evitare altre incazzature:
    Adesso basta - Filosofia e strategia di chi ce l’ha fatta*
    *grazie a uno stipendio da manager. Astenersi poracci.

    Is this helpful?

    Eleonora Festari said on Jul 8, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    passa tutto il libro a dire "e non mi dite che è solo questione di soldi". Sì, caro, è questione di soldi: lo dici tu che se si guadagna meno di 1600 euro non si può davvero pensare di mollare tutto e cambiar vita... ti ci manderei volentieri, a dow ...(continue)

    passa tutto il libro a dire "e non mi dite che è solo questione di soldi". Sì, caro, è questione di soldi: lo dici tu che se si guadagna meno di 1600 euro non si può davvero pensare di mollare tutto e cambiar vita... ti ci manderei volentieri, a downshiftare dove dico io...

    Is this helpful?

    Raffaella said on Jun 5, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Lelia:

    a critica più frequente che gli viene mossa, e che effettivamente è difficile smontare, è che lui teorizza il downshifting solo per gente ricca, che parte da redditi molto alti e che quindi è decisamente facilitata.
    Tanto che ricordo bene che alla fi ...(continue)

    a critica più frequente che gli viene mossa, e che effettivamente è difficile smontare, è che lui teorizza il downshifting solo per gente ricca, che parte da redditi molto alti e che quindi è decisamente facilitata.
    Tanto che ricordo bene che alla fine nel libro lui dice "pensate, ora vivo con soli 20mila euro all'anno" (e una casa di sua proprietà) e io ho pensato "ecco, io da quel reddito lì dovrei partire"

    Is this helpful?

    NoiMamme said on Jun 2, 2013 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (820)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Mass Market Paperback 208 Pages
  • ISBN-10: 8861900852
  • ISBN-13: 9788861900851
  • Publisher: Chiarelettere
  • Publish date: 2009-01-01
  • Also available as: eBook
Improve_data of this book

Margin notes of this book

Page 5 , 11 , 14 , 20 , 27 , 28 , 35 , 39 , 44 , 45 , 50 , 51 , 66 , 67 , 75 , 77 , 120 , 126 , 130