Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Adiós a Berlín

By

Publisher: Del Taller De Mario Muchnik

4.1
(331)

Language:Español | Number of Pages: 232 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian , English , German , Catalan

Isbn-10: 849530306X | Isbn-13: 9788495303066 | Publish date: 

Translator: Jaime Gil de Biedma

Also available as: Hardcover , Others

Category: Fiction & Literature , History

Do you like Adiós a Berlín ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description

Adiós a Berlín combina la realidad con la ficción, y el Christopher Isherwood de la novela, aun siendo el narrador, no es necesariamente el autor. Personajes marginales, a menudo cómicos, viven vidas desordenadas, hasta torpes, como exiliados en Berlín, bajo la amenaza del horror que se avecina.

La novela perdura como un documento acerca de una ciudad harapienta y corrupta -como lo eran en los años treinta el estado y el pueblo alemanes-, y la claudicación ante el nazismo en ciernes y el egoísmo de un generalizado sálvese quien pueda. El consumado oficio de Isherwood convierte el documento en literatura.

Sorting by
  • 5

    "Sally Bowles" è la storia di un'amicizia; "I Landauer" è il canto della ricca borghesia ebraica berlinese al crepuscolo con l'avvento di Hitler, straordinario; il Diario finale del '32 e '33 è il racconto in presa diretta di una serie di episodi a cui Isherwood assistette nei terribili e violent ...continue

    "Sally Bowles" è la storia di un'amicizia; "I Landauer" è il canto della ricca borghesia ebraica berlinese al crepuscolo con l'avvento di Hitler, straordinario; il Diario finale del '32 e '33 è il racconto in presa diretta di una serie di episodi a cui Isherwood assistette nei terribili e violenti giorni dell'ascesa al potere del Führer, un resoconto eccezionale per capire come doveva essere vivere a Berlino in quel breve periodo decisivo che cambiò la storia dell'Europa. Isherwood è un colto britannico che, nel suo periodo berlinese, quando si guadagnava da vivere insegnando inglese, conobbe e frequentò tutte le classi sociali - la sua non è una visione parziale e esclusivamente borghese della società, come dimostra "I Nowak". L'eleganza della scrittura di Isherwood, la sua essenzialità e acutezza mi sorprendono ancora una volta.

    said on 

  • 5

    Normalità e tragedia nella Berlino pre-nazista

    Gli anni '30 a Berlino tra normalità ed anche gaiezza del vivere e il nazismo in avvicinamento. Il razzismo sotteso ai discorsi della gente comune ed il clima fetido e l'arroganza della dittatura che verrà.
    Una scrittura intensa, accurata e lieve. Una libro bellissimo per cogliere un clima stori ...continue

    Gli anni '30 a Berlino tra normalità ed anche gaiezza del vivere e il nazismo in avvicinamento. Il razzismo sotteso ai discorsi della gente comune ed il clima fetido e l'arroganza della dittatura che verrà. Una scrittura intensa, accurata e lieve. Una libro bellissimo per cogliere un clima storico ed umano; meglio di un trattato di storia.

    said on 

  • 4

    Un universo costellato da elementi che sembra non si incontreranno mai ma che, a tratti anche molto consapevolmente, si avviano verso la medesima catastrofe, del tutto resistibile. Non è affatto asettico, ma conserva quello sguardo che si protende al di fuori di un sé sospeso tra una storia che è ...continue

    Un universo costellato da elementi che sembra non si incontreranno mai ma che, a tratti anche molto consapevolmente, si avviano verso la medesima catastrofe, del tutto resistibile. Non è affatto asettico, ma conserva quello sguardo che si protende al di fuori di un sé sospeso tra una storia che è e una storia che sarà, dove la seconda sembra influenzare la prima, più che viceversa.

    said on 

  • 4

    ‘Addio a Berlino’ è l’opera, in gran parte autobiografica, nella quale lo scrittore inglese raggiunge forse il più alto livello della propria narrativa. Ambientato nella Berlino prenazista, si snoda attraverso il racconto del rapporto fra il protagonista, Peter (alias Isherwood) e il ragazzo prol ...continue

    ‘Addio a Berlino’ è l’opera, in gran parte autobiografica, nella quale lo scrittore inglese raggiunge forse il più alto livello della propria narrativa. Ambientato nella Berlino prenazista, si snoda attraverso il racconto del rapporto fra il protagonista, Peter (alias Isherwood) e il ragazzo proletario Otto. Splendida ricostruzione della città ormai degradante verso l’incubo hitleriano, avvince e insieme costituisce una splendida testimonianza storica.

    said on 

  • 4

    Un osservatore, vagamente distaccato, che attraversa gli ultimi scampoli della Berlino di Weimar, incontrando un lumpenproletariat disordinato e scandalosamente emancipato, ci sono giovani ragazze aspiranti attrici e praticanti la vita, e severe adolescenti della borghesia ebraica (prima dell'ini ...continue

    Un osservatore, vagamente distaccato, che attraversa gli ultimi scampoli della Berlino di Weimar, incontrando un lumpenproletariat disordinato e scandalosamente emancipato, ci sono giovani ragazze aspiranti attrici e praticanti la vita, e severe adolescenti della borghesia ebraica (prima dell'inizio della fine), ragazzi aggrovigliati nel disordine esistenziale della gioventù e quasi persi e un sottobosco di sopravvissuti, raccontati tuti con un estremo affetto. Prima dell'inizio della fine.

    said on 

  • 0

    Io sono una macchina fotografica con l'obiettivo aperto, completamente passiva, che registra e non pensa ... Un giorno tutto questo andrà sviluppato, stampato con cura, fissato.

    said on 

Sorting by