Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Aforismi, massime e pensieri

Di

Editore: Tascabili Economici Newton TEN (Centopaginemillelire)

3.2
(114)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 95 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8879831453 | Isbn-13: 9788879831451 | Data di pubblicazione: 

Curatore: Francesco Perfetti

Genere: Entertainment , Philosophy

Ti piace Aforismi, massime e pensieri?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    C'è un motivo per cui Napoleone è ricordato come Condottiero e imperatore e non come Filosofo. Questi aforismi, massime e pensieri non brillano certo per acume o lungimiranza: attingono spesso e volentieri alla saggezza popolare anche se di alcuni spaventa l'attualità.

    Da pagina 72:
    ...continua

    C'è un motivo per cui Napoleone è ricordato come Condottiero e imperatore e non come Filosofo. Questi aforismi, massime e pensieri non brillano certo per acume o lungimiranza: attingono spesso e volentieri alla saggezza popolare anche se di alcuni spaventa l'attualità.

    Da pagina 72:
    "Quanto più i popoli vengono illuminati, tanto più di convincono dell'utilità delle leggi e della necessità di difenderle. Solo così la società può essere tranquilla, prospera, felice.

    Se mai avvenga che l'istruzione possa diventare un'arma pericolosa, ciò sarà solo quando il Governo, in aperta ostilità coi sentimenti e cogli interessi del popolo, lo obbligherà a un atteggiamento di difesa e di violenza per averlo ridotto alla fame e agli stenti; allora il popolo sarà pronto per difendersi o divenir criminale."

    ha scritto il 

  • 4

    il tizio che voleva liberare l'europa dalla tirannia e poi c'ha ripensato

    Bè, ci sarà un motivo per cui un matto su tre si crede Napoleone...
    Comunque rimane il più grande stratega della storia (mica cicciociccio).

    "L'immortalità è il ricordo che si lascia nella memoria degli uomini. Quest'idea spinge a grandi imprese. Meglio sarebbe non aver vissuto che n ...continua

    Bè, ci sarà un motivo per cui un matto su tre si crede Napoleone...
    Comunque rimane il più grande stratega della storia (mica cicciociccio).

    "L'immortalità è il ricordo che si lascia nella memoria degli uomini. Quest'idea spinge a grandi imprese. Meglio sarebbe non aver vissuto che non lasciare tracce della propria esistenza."

    ha scritto il 

  • 2

    Napoleone è stato un grande guerriero ed un efficiente burocrate. Si contenti.

    Il 70% dei pensierini napoleonici sono o banali o retrogradi.
    Con il rimanente si poteva fare un libriccino di 15 pagine, interessante, non per la profondità del pensiero, che è assente, quanto per sapere che certe cose le ha dette Napoleone e non Berlusconi. Per esempio:
    a pag. 30. L ...continua

    Il 70% dei pensierini napoleonici sono o banali o retrogradi.
    Con il rimanente si poteva fare un libriccino di 15 pagine, interessante, non per la profondità del pensiero, che è assente, quanto per sapere che certe cose le ha dette Napoleone e non Berlusconi. Per esempio:
    a pag. 30. L'immoralità è la più funesta inclinazione che possa avere un sovrano; egli allora la mette in voga; coloro che vogliono piacergli se ne fanno onore, e l'immoralità rinforza tutti i vizi, corrompe le virtù, è il flagello di una nazione.
    a pag 68: La pubblica istruzione è la prima molla del governo.
    ---Ne volete sapere altre?: ma allora compratevi il libriccino.
    Nota: trasferito alla Biblioteca di S.Giuseppe di Jato (PA)

    ha scritto il 

  • 2

    Io do un ordine, o taccio.
    ...
    Chi s'abbandona al dolore senza resistenza o si uccide per evitarlo abbandona il campo di battaglia prima di aver vinto.
    ...
    E' una gloria e una vera potenza l'elevarsi col cuore.
    ...
    Quando combattiamo, non importa in quale paese ...continua

    Io do un ordine, o taccio.
    ...
    Chi s'abbandona al dolore senza resistenza o si uccide per evitarlo abbandona il campo di battaglia prima di aver vinto.
    ...
    E' una gloria e una vera potenza l'elevarsi col cuore.
    ...
    Quando combattiamo, non importa in quale paese, noi facciamo la guerra civile.

    ha scritto il