Aforismi e magie

Di

Editore: Rizzoli (BUR La Scala)

4.2
(283)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 186 | Formato: Paperback

Isbn-10: 881710115X | Isbn-13: 9788817101158 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Illustratore o Matitista: Alberto Casiraghi

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Narrativa & Letteratura , Filosofia , Religione & Spiritualità

Ti piace Aforismi e magie?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
"L'Aforisma è il sogno di una vendetta sottile. L'Aforisma è genio e vendetta e anche una sottile resa alla realtà biblica. Chi fa aforismi muore saturo di memorie e di sogni ma pur sempre non vincente né davanti a Dio né davanti a se stesso né davanti al suo puro demonio." (Alda Merini)
Ordina per
  • 5

    Un libricino meraviglioso! Da quando l'ho scoperto, in una libreria dell'usato, lo porto sempre con me: una raccolta delle poesie e degli aforismi di Alda Merini, incorniciate dalle magiche e semplici ...continua

    Un libricino meraviglioso! Da quando l'ho scoperto, in una libreria dell'usato, lo porto sempre con me: una raccolta delle poesie e degli aforismi di Alda Merini, incorniciate dalle magiche e semplici illustrazioni di Alberto Casiraghi.

    ha scritto il 

  • 4

    Irriverente e sfrontata, una Emily Dickinson contemporanea e senza peli sulla lingua, che tuttavia riflette sul proprio ruolo di donna e di essere umano. Una logica impeccabile in un assurdo assolutam ...continua

    Irriverente e sfrontata, una Emily Dickinson contemporanea e senza peli sulla lingua, che tuttavia riflette sul proprio ruolo di donna e di essere umano. Una logica impeccabile in un assurdo assolutamente poetico. (Italian Book Challenge)

    ha scritto il 

  • 0

    in questo libro si trova di tutto. Condito dale illustrazioni di Alberto Casiraghi(y). Grande Alda Merini.
    "Si può essere qualcuno semplicemente pensando"
    "Riesco a farmi fare I ravioli in brodo anche ...continua

    in questo libro si trova di tutto. Condito dale illustrazioni di Alberto Casiraghi(y). Grande Alda Merini.
    "Si può essere qualcuno semplicemente pensando"
    "Riesco a farmi fare I ravioli in brodo anche nel deserto"

    ha scritto il 

  • 4

    La mente della Merini era un insieme di sensibilità e magia, a tratti velata da attimi che noi esseri umani chiamiamo follia, ma in realtà le sue parole di folle hanno solo l’intensità, la bellezza di ...continua

    La mente della Merini era un insieme di sensibilità e magia, a tratti velata da attimi che noi esseri umani chiamiamo follia, ma in realtà le sue parole di folle hanno solo l’intensità, la bellezza di ciò che lasciano nei nostri cuori.
    Non amo particolarmente gli aforismi, ma devo ammettere che in questo libro ci sono delle vere e proprie magie, come queste ad esempio:

    “Il dolore non è altro che la sorpresa di non conoscerci.”
    “Anche la follia merita i suoi applausi.”
    “Il più bel teatro da guardare è il proprio destino.”
    “Il grande premio dell’uomo è la sua vita.”

    Accompagnati naturalmente da qualche verso…:

    “Diario, io ti lancio nel vuoto
    come una colpa.
    Nessuno saprà mai l’immane fatica
    di scrivere nel vento.
    Oh, il vento
    che ha asciugato le mie lacrime,
    basterebbe essere la mia sola scrittura.
    Ma il vento non sa leggere
    e io non so più parlare."

    Ci ha lasciato doni incancellabili e la sua anima continua e continuerà a tenerci compagnia nel tempo.

    Scritto il 31 Ago 2010

    ha scritto il 

  • 4

    Una fuga d'amore durante la traversata in aereo, in cui il tempo è sempre relativo, perchè si dilata o si accorcia in relazione a come lo spendi, e con chi lo spendi.

    "Quando la vita è troppo breve,
    v ...continua

    Una fuga d'amore durante la traversata in aereo, in cui il tempo è sempre relativo, perchè si dilata o si accorcia in relazione a come lo spendi, e con chi lo spendi.

    "Quando la vita è troppo breve,
    vuol dire che è cominciato il destino"

    ha scritto il 

  • 5

    Così scrive la Merini in una nota:

    “Il senso dell’ironia e dello humour fa parte della solarità dello scrittore. Nomi allusioni notiziole storielle ritmi e simbologie, frenesie etiche, innamoramenti ...continua

    Così scrive la Merini in una nota:

    “Il senso dell’ironia e dello humour fa parte della solarità dello scrittore. Nomi allusioni notiziole storielle ritmi e simbologie, frenesie etiche, innamoramenti bizzarri, vengono presi dallo scrittore come facenti parte di un’ironia dell’oggetto che gli sfugge. Si tratta in fondo di una tragedia dell’ironia, del ridere per non piangere, ma anche di un divertimento consolatorio, come tra me e Casiraghi che spesso abbiamo considerato insieme la natura disumana della vita. Abbiamo cominciato sovente i nostri dialoghi piangendo per poi finire in risate frenetiche e così sono nati gli aforismi, ridendo a crepapelle sulle nostre disgrazie. Ci sono anche proverbi popolari, maledizioni contro la iella, la ricerca dell’untore, la credenza innaturale nelle fatture, perché il poeta è così. Sì sente un uomo fortunato, un bellimbusto, e tutto quello che gli capita non può che essere colpa di una fattura”.

    Un libro davvero godibile, e prezioso, dentro racchiude tante perle, sarebbe da riportarle tutte ad una ad una nella loro sregolatezza e genialità, passando anche per l’assurdo e per il comico. Il libro è corredato anche da piccole illustrazioni minimaliste che danno quel tocco in più a tutto il testo. Davvero una donna da amare la Merini, una poetessa tra tanti folli.
    Riporto alcuni pensieri che mi hanno colpito particolarmente:

    “Io amo perché il mio corpo è sempre in evoluzione”.

    “Ho avuto trentasei amanti più IVA”.

    “Sono piena di bugie ma Dio mi costringe a dire sempre la verità”.

    “Chi ama è il genio dell’amore”.

    “Ho cominciato a piangere per gioco, e poi ho creduto fosse il mio destino”.

    “Mi hanno detto
    che sei un po’ bianco e nero
    un po’ teppista e un po’ Eldorado
    ma quando mi baci
    diventi acqua materna
    diventi prato limpido
    diventi il mio destino”.

    “I folli sono quelli che resistono agli amori facili”.

    “L’imperativo categorico del poeta è di morire prima di cominciare ad esistere”.

    “La poesia è un modo come un altro per morire, ma anche per salire in alto”.

    Mi chiedo: come si fa a non amare questa donna?

    ha scritto il 

Ordina per