Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Afrodita

Racconti, ricette e altri afrodisiaci

By Isabel Allende

(2330)

| Paperback | 9788807815911

Like Afrodita ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Dalla salsa corallina alle pere ubriache, dall'habanera di gamberiall'insalata delle odalische, dalla zuppa scacciapensieri alle ciliegiecivettuole: un patrimonio di ricette piccanti e spiritose condite con lespezie dell'ironia. Isabel Allende torna Continue

Dalla salsa corallina alle pere ubriache, dall'habanera di gamberiall'insalata delle odalische, dalla zuppa scacciapensieri alle ciliegiecivettuole: un patrimonio di ricette piccanti e spiritose condite con lespezie dell'ironia. Isabel Allende torna a gustare la vita. La troviamo alleprese con il mondo della cucina, tempio del piacere dei sensi e anticamera del"piacere dei piaceri". In un invito alla gioia dietro il grembiule, un giocoper nutrirsi ed inebriarsi senza prendersi troppo sul serio.

209 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    libro divertente e frizzante con ricette gustose da provare prima o poi.

    Is this helpful?

    fede90 said on Aug 5, 2014 | Add your feedback

  • 4 people find this helpful

    “Raccontami una storia“ ti dico. “Che storia vuoi?” “Una storia che non hai mai raccontato a nessuno”

    Il binomio cibo-sesso è da sempre un tema che riscontra molti pareri positivi…da comune mortale dotata di una innata e forte curiosità mi sono letta in un giorno questo libro anomalo di Isabella Allende, libro anomalo perché non si tratta di un vero ...(continue)

    Il binomio cibo-sesso è da sempre un tema che riscontra molti pareri positivi…da comune mortale dotata di una innata e forte curiosità mi sono letta in un giorno questo libro anomalo di Isabella Allende, libro anomalo perché non si tratta di un vero e proprio romanzo, ma piuttosto di una sorta di ricettario afrodisiaco da usare per tutte le coppie che vogliono sperimentare qualcosa di diverso.
    Sia ben chiaro, non si tratta di un libro ad alto contenuto pornografico o una sorta di Kamasutra, ma piuttosto una raccolta di racconti interamente incentrati sul mondo degli afrodisiaci, racconti trattati con estrema leggerezza ed eleganza, senza mai cadere nella becera volgarità.
    L’autrice ci racconta della sua passione per il cibo, sviluppatasi grazie alle deliziose ricette preparate dalla mamma, del suo interesse verso gli afrodisiaci, del suo interesse verso filtri, incantesimi e pozioni d’amore.
    Personalmente ho sempre creduto che mangiare debba essere principalmente un piacere per tutti i sensi, per il gusto in primis, ma anche per la vista(un piatto bello da vedere ti invoglia ancor più ad assaggiarlo), per l’olfatto(assaporare i profumi delle spezie, i sapori), il tatto…non sono una brava cuoca, non lo sono mai stata e sinceramente non mi ci sono mai cimentata più del dovuto, ma amo la buona cucina, amo gustare quei cibi che mi fanno sentire appagata, sazia, felice, anche se per breve tempo.
    Come ho scritto sopra non si tratta di una lettura ad alto contenuto erotico, ma piuttosto di una lettura originale, intrigante, interessante perché ci permette di venire a conoscenza delle abitudini e delle usanze di popoli a noi molto lontani.
    Questo libro mi ha permesso, anche se per poco, di viaggiare attraverso il tempo e lo spazio, di avvicinarmi a popoli e culture a me molto lontane, a tradizioni per me e per la nostra società al limite dell’assurdo (penso a quei popoli che mangiano carne di scimmia, di serpente, che mangiano vermi e scarafaggi o addirittura organi genitali di animali come se fossero il cibo più prelibato del mondo) e dopo la sua lettura mi sono sentita appagata, come dopo essermi abbandonata ai piaceri dei sensi che mi dona sempre la buona cucina.
    Una lettura leggera, da leggere poco alla volta, una lettura da riprendere, da consultare per rileggere magari quel passo interessante, quella poesia interessante, quella citazione interessante.
    Lo consiglio vivamente, soprattutto a coloro che amano mangiare bene, che amano assaporare lentamente i cibi, che amano assaporare il gusto della vita, a coloro che amano fare l’amore non solo con il corpo, ma anche con la mente(ed è una cosa molto rara al giorno d’oggi, purtroppo), a coloro che amano viaggiare, che amano entrare a contatto con altri popoli, con altre usanze, a coloro che, al di là di quella che è questa nostra frenetica vita, hanno ancora la voglia di fermarsi ad assaporare la bellezza di tutto ciò che ci circonda e, soprattutto, lo consiglio a tutti coloro che si stanno perdendo il bello del vivere e siamo in tanti, in troppi.

    “"Il suo alito è aroma di miele ai chiodi di garofano,
    la sua bocca, deliziosa come un mango maturo.
    Baciare la sua pelle è assaggiare il loto,
    l'incavo del suo ombelico è un ricettacolo di spezie.
    Quali altri piaceri vi si adagino, lo sa la lingua,
    ma non può dirlo."

    Is this helpful?

    Banshee said on Jun 22, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Belli i cenni autobiografici, non ho invece gradito le tante, troppe informazioni puramente didascaliche.

    Comunque, mi trovo pienamente d'accordo con la Allende quando afferma che il miglior asfrodisiaco e' l'amore.

    Is this helpful?

    Lucia said on Jun 4, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ironica, sensuale, divertente, golosa, immaginifica, erotica, amante dei piaceri: Isabel in questo libro viene fuori in tutto il suo splendore di donna che ama amare. Che sia il cibo, che sia il sesso, che siano tutti gli afrodisiaci che elenca, o gl ...(continue)

    Ironica, sensuale, divertente, golosa, immaginifica, erotica, amante dei piaceri: Isabel in questo libro viene fuori in tutto il suo splendore di donna che ama amare. Che sia il cibo, che sia il sesso, che siano tutti gli afrodisiaci che elenca, o gli uomini della sua vita, poco importa. Lo dice lei stessa: "L'unica cosa che davvero mi eccita è l'amore."
    È un libro semplice e divertente che si apprezza sempre più pagina dopo pagina, ma che solo un vero estimatore di questa grandissima donna nata dall'altra parte del mondo può realmente fare proprio. Ho letto tutti i romanzi di Isabel, l'ho conosciuta lentamente attraverso gli anni e tutti i suoi personaggi, donne, uomini, bambini e vecchi, e il ritrovarla a parlarmi di ciò che le piace, ciò che ama, ciò che la fa sentire viva, e donna, è stato come prendere un caffè insieme, in soleggiato pomeriggio di maggio, a un tranquillo tavolo in una via poco affolata, come farei con una vecchia amica.
    Ti voglio bene, Isabel.

    Is this helpful?

    Edoardo said on Jan 4, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    istruzioni per l'uso... più o meno

    Non si trova mai il momento giusto per certi libri.

    Is this helpful?

    Satzu said on Sep 2, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book