Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Aftertime

By Sophie Crane

(8)

| eBook | 9781426887758

Like Aftertime ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Set in a dystopian world and featuring zombies, "Aftertime" is the first novel in a new series.

27 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Mi aspettavo molto, molto di più. Devo ammettere che invece sono rimasta un pochino ( ok, diciamo molto ) delusa da questo libro. Non tanto per la storia che comunque è interessante, quanto piuttosto per lo sviluppo. La narrazione è infatti davvero p ...(continue)

    Mi aspettavo molto, molto di più. Devo ammettere che invece sono rimasta un pochino ( ok, diciamo molto ) delusa da questo libro. Non tanto per la storia che comunque è interessante, quanto piuttosto per lo sviluppo. La narrazione è infatti davvero pesante! Troppo dispersiva, troppi elementi di rievocazione per qualsiasi elemento Cass incontri o veda.
    Come quando arriva allo stadio. Racconta almeno mille volte della giornata con il padre; Che pesantezza, cavolo!
    Per questo sebbene tutta la storia avesse davvero del potenziale proprio non sono riuscita a farmela piacere. Mi aspettavo molto, molto di più, e anche l'elemento "amoroso" mi ha lasciato assai perplessa. Smoke e Cass si conoscono da quanto? Meno di una settimana? Eppure il loro sembra già un legame saldo e importante, nato e sviluppatosi in una maniera che francamente non mi è ben chiara.
    Mah.
    Leggerò anche il seguito perché nella mia libreria, ma spero vivamente sia almeno un pochino meglio di questo e specialmente meno PESANTE.

    Is this helpful?

    Shellan Cormia said on Sep 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Harmony of the Dead - prima parte

    Premetto che questa recensione non riguarda il singolo volume,ma la trilogia nella sua interezza.
    In questo caso più che mai,consiglio la fruizione intera e consequenziale della storia,che si presenta come un maxi libro di oltre 1100 pagine,
    diviso ...(continue)

    Premetto che questa recensione non riguarda il singolo volume,ma la trilogia nella sua interezza.
    In questo caso più che mai,consiglio la fruizione intera e consequenziale della storia,che si presenta come un maxi libro di oltre 1100 pagine,
    diviso in tre macrocapitoli non godibili (tranne il primo) singolarmente:

    Il Risveglio - La Rinascita - L'Alba di un Nuovo Giorno

    Harmony,la nota casa editrice per casalinghe inquiete,pubblica quasi in sordina nella collana Blue Nocturne,il trittico di Sophie Littlefield.
    La Lubranica domanda sorge spontanea.

    Non saranno questi infetti,il mero pretesto per una pruriginosa e scontata storia d'amore?

    Beh,conoscendo la suddetta casa editrice,il germe avrebbe potuto insinuarsi.
    E invece no.

    L'autrice,pur non lesinando sgroppate alla sua infoiata (e anche un pò zoccola) protagonista crea un mondo coerente e letterariamente solido,
    in cui c'è anche una sferzata di freschezza nella spiegazione del contagio:

    Ci parla di un conflitto tra potenze che non ha fatto altro che precipitare la società in un medioevo barbarico di terrificante ferocia.
    Prima della caduta definitiva delle leggi,i governi mondiali,in un ultimo barlume di lucidità,immisero nell'aria le semenze di una nuova pianta creata in laboratorio,
    per il sostentamento e la speranza delle generazioni future:Il K7 aka Kaysev.

    Il prodotto risultò essere una manna in tutti i sensi.
    Migliaia gli usi che se ne potevano fare.

    Purtroppo,forse per gli effetti venefici delle radiazioni,la pianta mutò la sua composizione,rendendo alcune colture bluastre e letali.
    Il morbo derivante dall'ingestione accidentale di questo ceppo,chiamato successivamente fogliablu,fu la causa della pandemia.

    Si viene colti da febbre,a cui segue una brevissima fase di estasi quasi mistica,in cui ne giova addirittura anche l'aspetto,
    per precipitare subito dopo, in una fase di deficienza cognitiva in cui l'impulso potente di scarificarsi e sfigurarsi prende il sopravvento.
    Si giunge infine all'ovvio parossismo del processo (...Romero docet) in cui gli infetti diventano antropofagi,perdendo ogni briciolo d'umanità.

    Nel corso della lettura,a queste "carcasse" umane,che si muovono in branchi come bestie feroci,veranno aggiunti sempre nuovi elementi,
    che ne delineeranno sempre più marcatamente le dinamiche evolutive e strutturali.

    In conclusione,davvero una buona trilogia di genere,che perde qualche colpo nel terzo volume (tra l'altro incredibilmente funestato da oltre una trentina di refusi),
    senza inficiarne comunque il giudizio globale.

    Is this helpful?

    Mad Max Rockatansky said on Aug 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Primo libro, in cui Cass - protagonista femminile - si risveglia dopo essere stata attaccata dalle Carcasse - zombie, da quanto ho capito. Subito ho pensato a Alice di Resident Evil, perché anche Cass è una Sopravvissuta alla fogliablu. Non l'ho molt ...(continue)

    Primo libro, in cui Cass - protagonista femminile - si risveglia dopo essere stata attaccata dalle Carcasse - zombie, da quanto ho capito. Subito ho pensato a Alice di Resident Evil, perché anche Cass è una Sopravvissuta alla fogliablu. Non l'ho molto apprezzata come personaggio, ma quando in scena è entrato Smoke - una specie di eroe del Dopo - le cose si sono fatte interessanti. Smoke è misterioso, molto misterioso, e molto, molto attratto da Cass - ovviamente è ricambiato da lei - e i due non impiegano molto per andare dritto al sodo. Bravissimi! Nel libro è assai accentuato il rappotro madre/figlia tra Cass e Ruthie, ma non mi ha coinvolta molto. In effetti, non mi ha coinvolto per nulla, tranne che nelle scene di combattimento e in quelle in cui c'era Smoke. Il prossimo mi prenderà di più, ne sono certa!

    Is this helpful?

    Chiara Cilli said on May 3, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Nulla di veramente nuovo.
    Qualche ideuzza qui e lì; dei personaggi non proprio balordi, ma nel complesso siamo sempre intorno alla solita storia, forse un po' più drammatica.
    A volte sembra distaccarsi dall'ovvio, ma vi ricade presto.

    Is this helpful?

    Xander Lavelle said on May 21, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Leggere le prime pagine di questo libro mi ha fatto,letteralmente, rabbrividere dalla paura. E quando una storia, fin dalle prime pagine, mi procura una certa emozione, significa che vale la pena leggerla e che sarà,inevitabilmente, uno di quei libri ...(continue)

    Leggere le prime pagine di questo libro mi ha fatto,letteralmente, rabbrividere dalla paura. E quando una storia, fin dalle prime pagine, mi procura una certa emozione, significa che vale la pena leggerla e che sarà,inevitabilmente, uno di quei libri che mi crea dipendenza. E' stato proprio così, è un libro intenso e coinvolgente, e mi ha fatto riflettere su molte cose che,in realtà, ogni giorno si danno per scontate. L'umanità è a brandelli, una strana epidemia, se così può essere chiamata, si è diffusa portando alla comparsa di zombies, persone che, Prima, erano dei semplici vicini, amici,familiari, ma ora non hanno neppure una parvenza di umanità. Le città,le contee,sono isolate, mucchi di case,automobili,oggetti senza più senso,sono anch'essi inutili ed inutilizzati e,per i pochi umani ancora in salvo, ci sono poche possibilità ma proprio tanta speranza di potercela fare. Cass è la protagonista di questa storia, una ragazza dal passato difficile,alla ricerca dell'unica persona che per lei conta più di ogni altra cosa, l'unica per la quale,ne è consapevole, la sua vita avrebbe preso una piega migliore,Prima: sua figlia Ruthie. La parte più romantica, l'incontro e la passione con Smoke, è un elemento che, naturalmente, riesce ad addolcire i toni rispetto ad uno sfondo drammatico ed incerto. Ed è proprio questo "sfondo",in realtà, che più ha colpito la mia immaginazione. Innanzitutto, libri che trattano queste tematiche mi fanno pensare che,per quanto possano essere delle realtà immaginate,quelle descritte, potrebbero verificarsi anche realmente. Non parlo di zombies, parlo di tutto ciò a cui la storia fa riferimento e mette in gioco: bioterroristi, mutazioni incontrollate della natura umana e vegetale, malattie difficilmente curabili, estremisti che, con la "scusa" di ciò che succede cercano di prendere il sopravvento ed imporre le loro idee,etc. Che poi,se ci riflettiamo, non è già qualcosa di concreto? Non in modo così drastico, ma, ogni giorno, lottiamo per la sopravvivenza tra i problemi più gravi o più stupidi, tra le malattie fisiche e quelle psichiche...subordinati al volere di "altri" e,per la maggior parte del tempo, nelle mani di Dio. Ciò che più mi ha colpito sono le riflessioni delle persone che si rendono conto del fatto che tutto ciò che Prima veniva dato per scontato, Dopo è diventato un lusso. La bellissima "immagine" di uno dei personaggi, Gloria, che descrive la passione che aveva per le scatole di latta, che collezionava in innumerevoli quantità senza mai utilizzare per conservarvi qualcosa. E,poi,la sua descrizione delle mollette da bucato che,in quel frangente, non avrebbe saputo come poter sistemare al meglio ma che,se avesse avuto proprio una di quelle scatole che lei amava tanto, avrebbe potuto utilizzarla per mantenerle ordinate e al loro posto. Potreste pensare che è la "scena" più stupida, se paragonata al resto del libro, eppure mi ha colpito moltissimo. Però,devo anche sottolineare che il contesto,diciamo,storico non mi è chiaro, si fa riferimento, in un passo al ricordo della cattura di Bin Laden, ma non ci sono altre specificazioni, ed ho anche supposto, in realtà, che fosse un ulteriore modo usato dalla scrittrice per sottolineare come,in queste circostanze, proprio più niente del Prima ha senso, neppure lo scorrere del tempo. E poi non ho capito bene di chi sia effettivamente la colpa della situazione: Un governo che scompare improvvisamente, si parla di bioterroristi, poi di missili usati per distruggere ogni altra forma di vita vegetale, insomma, di tante cose, ma,stringendo, di niente in maniera chiara. Senza altre pretese e,per evitare di fare spoiler, concludo qui, invitandovi a leggere questo libricino con mente aperta e riflessiva. Ne vale la pena.

    Is this helpful?

    Anna said on Feb 9, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non è un romance, ma un vero romanzo distopico con elementi horror!

    Siete stanche di sentimentalismo e di sospiri oppure di storielline hot con la pretesa di avere una qualche trama? Allora questo romanzo fa per voi!
    Duro, avvincente, a momenti horrorifico e splatter, altri ansiogeno, non senza introspezione e senti ...(continue)

    Siete stanche di sentimentalismo e di sospiri oppure di storielline hot con la pretesa di avere una qualche trama? Allora questo romanzo fa per voi!
    Duro, avvincente, a momenti horrorifico e splatter, altri ansiogeno, non senza introspezione e sentimenti (dei più vari ed intensi) della protagonista verso sè stessa, verso gli altri, i propri ricordi, il presente post-apocalittico e, non ultimo, verso chi la accompagnerà in questo viaggio alla ricerca della figlioletta Ruthie...
    Insomma, non vedo l'ora di leggere il seguito!

    Is this helpful?

    FairyRain said on Jan 6, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection