Aggiungi un porco a favola

Una volta facevano addormentare, ora fanno ridere

Di

Editore: Edizioni Cento Autori

3.6
(7)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 240 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8895241746 | Isbn-13: 9788895241746 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Curatore: Edgardo Bellini , Pino Imperatore

Genere: Umorismo

Ti piace Aggiungi un porco a favola?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Prendete le favole e le leggende più belle e famose di tutti i tempi, cambiate una e una sola lettera del titolo originale, e rimescolate il tutto. Ecco che cosa ne vien fuori: “Cappuccetto, posso?”, “Robin Food”, “La principessa sul pivello”, “I tre porcelloni”, “La bulla addormentata nel bosco”, “Cocahontas”, “Il ratto con gli stivali”, “La lampada di Al e Dino”, Peter Pen”, “Le molle e una notte”. E tante altre storie stravaganti e inaspettate.Se siete stufi della solita morale se diffidate delle storielle per bambini se credete che una risata valga più di un lieto fine ecco, questo libro fà al caso vostro
Ordina per
  • 4

    FAVOLE SFIZIOSE PER PALATI UMORISTICI

    Questa è l'opera prima del GULP http://www.paragulp.it/
    36 autori, prevalentemente napoletani, ma anche uno spaurito gruppetto di romani, un siciliano e una molisana, si sono riuniti sotto l'etichetta ...continua

    Questa è l'opera prima del GULP http://www.paragulp.it/
    36 autori, prevalentemente napoletani, ma anche uno spaurito gruppetto di romani, un siciliano e una molisana, si sono riuniti sotto l'etichetta GULP ( Gruppo Umoristi Ludici Postmoderni ) stravolgendo il senso delle più famose fiabe italiane e non.
    Il trucco? Cambiare una sola lettera al titolo originale e una vigorosa messa in moto alla fantasia.
    I risultati sono esilaranti.
    Severamente sconsigliato ai poveri di spirito, perchè chi non sa ridere non conquisterà mai il Regno dei Cieli.
    Fra gli autori figuro anch'io, con la mia "Ciccioli d'oro", ma non chiedete conferma ai gulpisti, negheranno spudoratamente...
    Disconoscono la mia appartenenza al questo gruppo di delirio collettivo, e vi assicuro che hanno i loro buoni motivi.

    ha scritto il