Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Aghi, pozioni e massaggi

La verità sulla medicina alternativa

Di ,

Editore: Rizzoli

4.0
(34)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 328 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Giapponese

Isbn-10: 8817026018 | Isbn-13: 9788817026017 | Data di pubblicazione: 

Curatore: L. Lanza , P. Vicentini

Genere: Health, Mind & Body , Medicine , Non-fiction

Ti piace Aghi, pozioni e massaggi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Da ammalati si è pronti a credere a qualsiasi cosa, ad affidarsi a qualunque rimedio pur di guarire. Ampolle di vetro incandescenti, aghi e sassolini proposti dalle tradizioni "orientali" vanno e vengono dalle pagine delle riviste e dalle abitudini dei più modaioli. Balsami della nonna si susseguono nelle vetrine delle erboristerie. Tutto questo senza che, per legge, sia necessaria alcuna sperimentazione scientifica. Mentre migliaia di pazienti ogni anno si convertono alla medicina alternativa, i medici tradizionali rimangono scettici e invitano alla cautela: orientarsi nell'offerta ormai vastissima del mercato e scoprire i truffatori prima che facciano danni diventa sempre più difficile. In questa panoramica completa della medicina non convenzionale, Simon Singh e Edzard Ernst portano le varie terapie sul banco degli imputati e le sottopongono a test scientifici, come quelli obbligatori per tutti gli altri tarmaci. Avvalendosi dei più recenti trial clinici e di casi reali, fanno chiarezza su agopuntura, omeopatia, chiropratica, erboristeria e molte altre discipline: dalle origini all'attuale diffusione, dalla teoria alle applicazioni pratiche, dimostrano quali rimedi sono efficaci, a chi servono, che disturbi curano e in base a quali principi attivi. E per contro, quali medicamenti miracolosi sono semplici placebo che funzionano solo grazie a buone strategie di marketing. Efficacissimi sì: nel prosciugare le tasche di malati troppo pazienti.
Ordina per
  • 5

    Succussione

    Mi hanno sempre affascinato le medicine alternative e tra le tante prediligo l'omeopatia. Certo, senza nulla togliere alla cristalloterapia, alla tuocuginopatia, all'osteopatia, alle terapie ayurvedic ...continua

    Mi hanno sempre affascinato le medicine alternative e tra le tante prediligo l'omeopatia. Certo, senza nulla togliere alla cristalloterapia, alla tuocuginopatia, all'osteopatia, alle terapie ayurvediche, alla naturopatia, ai fiori di Bach. Tutte discipline degne di essere apprezzate, ma nessuna raggiunge il livello dell'omeopatia. Io amo particolarmente l'omeopatia, gli omeopati e financo gli omeopatici. Sono affascinato dalla diluizione, dalla succussione, dalla dinamizzazione. Adoro la dinamizzazione. Sono rapito da profondissimi concetti quali la memoria dell'acqua. Ammiro gli omeopati, medici alternativi che si fanno in quattro (in dieci, in cento, in mille, diluendosi e succussandosi) per i loro pazienti. Mi piacciono i prodotti omeopatici: farmaci costituiti di sola memoria, talvolta un po' di zucchero, di solito tanta acqua (memorabile). E allora non posso che stimare gli omeopatici, intesi come pazienti dell'omeopatia: ci vuole una mente aperta, apertissima per pagare fior di soldi (quelli non succussati, né dinamizzati, tantomeno diluiti, ma tutti interi, fruscianti, tanti) per una pastiglina di zucchero o due goccioline d'acqua.

    Insomma, non leggete questo libraccio brutto e cattivo che sparge solo tanto fango su discipline che ci garantirebbero la salute (e pure il bene e la virtù, già che ci siamo), ma che sono di continuo ostacolate dalle multinazionali cattive, dai pennivendoli al loro servizio, dal club Bilderberg, dalla Cia, da Big Pharma e da chi volete voi.

    Tutto questo scrivere mi ha fatto venire sete. Vado a bermi un bicchiere d'acqua. Speriamo che non abbia memoria delle caprette che hanno pascolato vicino alla sorgente.

    ha scritto il 

  • 5

    La dicitura "medicina alternativa" è un ombrello sotto il quale si può far rientrare tutto ciò che non è riconosciuto all'interno della medicina ufficiale (o "convenzionale"): pratiche che vanno dall' ...continua

    La dicitura "medicina alternativa" è un ombrello sotto il quale si può far rientrare tutto ciò che non è riconosciuto all'interno della medicina ufficiale (o "convenzionale"): pratiche che vanno dall'agopuntura, all'omeopatia, alla fitoterapia e moltissime altre. Questo libro raccoglie le prove dei trail clinici - un metodo, perfezionato in duecento anni di scienza, che consente di valutare affidabilmente l'efficacia di un trattamento su numero di pazienti statisticamente significativo - sulle varie forme di dette pratiche mettendo in evidenza le luci (poche) e le ombre (molte) che le caratterizzano. Tra le ombre ad esempio il fatto che le cure alternative possano distolgliere i pazienti, anche affetti da malattie molto gravi, da cure efficaci, cosa che in certi casi può fare la differenza tra la vita e la morte, come nel tristemente celebre caso della modella Jessica Ainscough morta di un cancro curabile perché per anni ha ostinato a curarsi con il metodo Gerson. Io però vorrei invece mettere il dito in un'altra contraddizione che mi pare incredibile: per quale motivo tutti chiediamo (giustamente) all'industria farmaceutica dieci anni di trial clininci per commercializzare un farmaco e al contempo in molti sono disposti ad assumere sostanze farmacologicamente attive o a sottoporsi a pratiche quantomeno dubbie che essendo al di fuori del sistema medico ufficiale possono prosperare in uno stato di assoluta deregolamentazione? Trovo questo libro, vecchio ormai di sei o sette anni, importante ora più che mai, dato che lo spirito del tempo andare sempre più alla deriva verso uno spaventoso "tutto quello che ci hanno sempre raccontato è falso" e pertanto, qualsiasi bufala adeguatamente narrata pare essere capace di ottenere credito purché racconti una "verità" diversa da quella ufficiale.

    ha scritto il 

  • 4

    I got to this book when someone in my family introduced us to this alternative treatment called the Atlas Profilax method. They attested to its effectiveness and went as far as making arrangements for ...continua

    I got to this book when someone in my family introduced us to this alternative treatment called the Atlas Profilax method. They attested to its effectiveness and went as far as making arrangements for us to go visit the doctor.

    I am not a proponent of alternative medicine although not totally against it. For me, if it makes sense in my limited knowledge and if it does not cost too much, I don't mind giving it a try. But I must know what is involved. So I checked this Atlas Profilax thing out. It is a maneuver to reposition the first vertebra cervical bone call the atlas. I thought that to be a very risky thing to do and decided to say no to my relatives. We will not take the risk and will suffer our current condition, rather than risking paralysis or death.

    My husband then told me about this book written by Simon Singh. I have read his book on the Fermat Theorem before, and was much entertained by his writing of a technical subject for lay people. I did some research and found that he has written an article in The Guardian entitled The Spinal Trap. The doctors took him to court. He won.

    I was intrigued. So I got hold of the book and started reading. (I am an ebook fan. Getting the book was as easy as search and Click to Purchase, all done In a couple of minutes snuggled in my couch.)

    It is a good book. My only complain is that it is a tad too repetitive between the chapters. Maybe it is written like a reference book where if you were to just read the section on one alternative treatment, it would make sense.

    Being a historical buff, albeit a newbie at it, I enjoyed the section on the history of medicine, on how it got to where it is today, where medicine and treatments are empirically tested to be reliable. The alternative treatments handled by this book involves chiropractic therapy, acupuncture, homeopathy and herbal medicine. The final section of the book gives short reviews of the other alternative treatments from the Alexander Technique to Traditional Chinese Medicine, the latter being very interesting to me since I almost grew up on it.

    The conclusion of the book is this: there is very little empirical evidence to substantiate the effectiveness of those treatments except for several possible benefits.

    All in all, it is a must-read especially if you take or consider these treatments. You should know the risks, as you should any conventional medicine.

    ha scritto il 

  • 4

    Naturalmente più che bello utile. Riconosco che quando si è disperati è quasi impossibile compiere scelte logiche e quindi si possa facilmente cercare soluzioni che diano una qualsiasi speranza (di gu ...continua

    Naturalmente più che bello utile. Riconosco che quando si è disperati è quasi impossibile compiere scelte logiche e quindi si possa facilmente cercare soluzioni che diano una qualsiasi speranza (di guarigione o di evitare interventi molto invasivi), ma mi domando quanto siano sciocchi coloro che scelgono un rimedio omeopatico contro la malaria o una semplicissima contusione.

    ha scritto il 

  • 4

    Il libro è un ottimo rimedio per l'ignoranza che sopratutto nel nostro paese dilaga riguardo le cosiddette terapie alternative.

    I primi quattro capitoli, oltre all'introduzione, sono dedicati ad agopu ...continua

    Il libro è un ottimo rimedio per l'ignoranza che sopratutto nel nostro paese dilaga riguardo le cosiddette terapie alternative.

    I primi quattro capitoli, oltre all'introduzione, sono dedicati ad agopuntura, omeopatia, chiropratica e fitoterapia, con infine un'appendice molto utile con una descrizione di tutte le terapie alternative principali con introduzione, discussione e conclusioni.

    In realtà ogni capitolo si sofferma anche su alcuni aspetti generici come la descrizione di come si effettua un trial medico randomizzato in doppio cieco, la storia della scienza medica moderna con le sue vittorie (e spesso i suoi errori), un po' di filosofia della scienza, un po' di etica e infine una buona e lunga spiegazione sul perchè le medicine alternative sono così accettate, diffuse e spesso avallate da governi, personaggi importanti ed organizzazioni.

    Moltissimi si sentiranno offesi e diranno ogni genere di cosa riguardo la loro beneamina terapia alternativa, tipo "funziona", "le case famaceutiche sono ricche, brutte e cattive", "i medici alternativi sono boicottati da una cospirazione", "le medicine alternative sono più naturali e hanno meno effetti collaterali" e così via.

    Ed è a loro che consiglio la lettura di questo libro.

    ha scritto il 

  • 5

    Sicuramente il miglior libro che abbia mai letto sulle medicine alternative, schietto ed onesto nelle tesi affronta l'argomento in modo rigoroso senza tralasciare gli aspetti più psicologici che rigua ...continua

    Sicuramente il miglior libro che abbia mai letto sulle medicine alternative, schietto ed onesto nelle tesi affronta l'argomento in modo rigoroso senza tralasciare gli aspetti più psicologici che riguardano chi usa e pratica queste "cure".

    Da leggere, con lode le 5 stelle

    ha scritto il 

  • 0

    Interessante se letto con il giusto spirito critico.
    Ogni opinione è solo un punto di vista, e se la forza dei dati riportati rende la maggior parte dei concetti esposti più che giustamente inattaccabi ...continua

    Interessante se letto con il giusto spirito critico.
    Ogni opinione è solo un punto di vista, e se la forza dei dati riportati rende la maggior parte dei concetti esposti più che giustamente inattaccabili, ho trovato altre analisi semplicistiche e affrettate.

    ha scritto il