Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Akira Kurosawa

Di

Editore: La Nuova Italia

3.8
(88)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 104 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Francese

Isbn-10: A000151352 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri

Ti piace Akira Kurosawa?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il Castoro Cinema
Ordina per
  • 4

    Il merito più grande dell'autore è di aver scritto nella nostra lingua un'opera riepilogativa tascabile ma al contempo esauriente sull'immenso Akira Kurosawa, trattandone uno ad uno i film e riferendo ...continua

    Il merito più grande dell'autore è di aver scritto nella nostra lingua un'opera riepilogativa tascabile ma al contempo esauriente sull'immenso Akira Kurosawa, trattandone uno ad uno i film e riferendosi di tanto in tanto a interessanti aneddoti biografici del regista. Talvolta l'opinione personale di Tassone emerge più del dovuto, ma glielo si può perdonare, allorché l'obiettività assoluta per definizione non esiste. Inoltre, a parte la critica un po' troppo severa relativa al colossale Kagemusha (il quale, sebbene sia nettamente inferiore a Ran, rimane comunque una pellicola potente e straordinaria, secondo chi scrive), condivido in toto l'analisi interpretativa dell'autore. In definitiva, un must per gli amanti dell'imperatore del cinema giapponese.

    ha scritto il 

  • 3

    Per quanto riguarda i dettagli della vita e delle produzioni di Kurosawa è molto interessante e completo. Di gran lunga meno interessante è la parte "critica" vera e propria: la scrittura di Tassone n ...continua

    Per quanto riguarda i dettagli della vita e delle produzioni di Kurosawa è molto interessante e completo. Di gran lunga meno interessante è la parte "critica" vera e propria: la scrittura di Tassone non mi entusiasma affatto e v'è grande disparità di spazio concesso tra i film arcinoti e quelli meno famosi.

    ha scritto il