Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Aléxandros

La trilogia

Di

Editore: Mondadori

4.2
(1223)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 884 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Francese

Isbn-10: 8804468971 | Isbn-13: 9788804468974 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Cofanetto , Paperback , eBook

Genere: Biography , Fiction & Literature , History

Ti piace Aléxandros?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 2

    Quando decisi di immergermi nella lettura di questa trilogia, non avevo compreso appieno in quale fantastica avventura mi stavo lanciando.
    Manfredi, con la sua straordinaria abilità, è riuscito a riportare in vita uno dei più grandi condottieri che la storia abbia mai conosciuto.
    Alessandro Magno ...continua

    Quando decisi di immergermi nella lettura di questa trilogia, non avevo compreso appieno in quale fantastica avventura mi stavo lanciando. Manfredi, con la sua straordinaria abilità, è riuscito a riportare in vita uno dei più grandi condottieri che la storia abbia mai conosciuto. Alessandro Magno! Grande conquistatore e grande governatore, uomo amato e re temuto dai nemici, circondato da amici come Peritas il suo fedele cane e Bucefalo il suo splendido destriero, ma anche da nemici sempre pronti a mettergli i bastoni tra le ruote. Partito dalla piccola Macedonia, ha inanellato conquiste su conquiste, dominando tutto l’Egeo ed espandendo il suo dominio su tutto il medio oriente, abbattendo le impenetrabili porte di Babilonia, farsi incoronare nuovo faraone in Egitto, fino ad arrivare ad immergersi nelle torbide acque del fiume Indo. Alessandro era un uomo di grande caratura polita, un precursore per quegli anni, che gli permise di combattere battaglie e vincerle senza spargimenti di sangue, per questo il suo impero fu uno dei più grandi del mondo, ma anche il più instabile e alla sua morte esso si disgregò e i suoi più fedeli compagni ne vollero assumere il comando, ognuno una parte ognuno il suo. Una trilogia che lascia senza parole, una lettura consigliata a tutti quelli che amano l’avventura, la storia e questo fantastico condottiero.

    “È destino dell’uomo sopportare ferite e malattie e dolori e morte prima di sprofondare nel nulla. Ma agire con onore ed essere clemente ogni volta che è possibile è nella sua facoltà e nella sua scelta. Questa è l’unica dignità che gli è concessa da quando è messo al mondo, l’unica luce prima delle tenebre di una notte senza fine.”

    (Alessandro Magno)

    ha scritto il 

  • 4

    "Eravamo ragazzi allora, e il nostro animo ardeva dei sogni che tu ci rappresentavi davanti; eravamo come dei quando cavalcavamo al tuo fianco, risplendenti nelle nostre armature. [...] E' ora di chiudere gli occhi, anche per noi che siamo vissuti troppo a lungo, e quando ci risveglieremo saremo ...continua

    "Eravamo ragazzi allora, e il nostro animo ardeva dei sogni che tu ci rappresentavi davanti; eravamo come dei quando cavalcavamo al tuo fianco, risplendenti nelle nostre armature. [...] E' ora di chiudere gli occhi, anche per noi che siamo vissuti troppo a lungo, e quando ci risveglieremo saremo di nuovo tutti insieme, tutti giovani e belli come un tempo, per ripartire con te, per cavalcare al tuo fianco verso l'ultima avventura. E questa volta, per sempre".

    Posso dire che l'epilogo mi ha veramente emozionato? Bravissimo Manfredi.

    ha scritto il 

  • 3

    Giudizio parziale

    Ho comprato la trilogia, ma per il momento ho letto solo il primo.
    Nulla di che. Lo stile di scrittura è banale quanto una favoletta, la trama è sostanzialmente piatta e senza picchi di sorta.
    Ho letto molto di meglio e molto di peggio.
    Secondo me è superfluo.
    Vedremo se negli altri 2 "episodi" l ...continua

    Ho comprato la trilogia, ma per il momento ho letto solo il primo. Nulla di che. Lo stile di scrittura è banale quanto una favoletta, la trama è sostanzialmente piatta e senza picchi di sorta. Ho letto molto di meglio e molto di peggio. Secondo me è superfluo. Vedremo se negli altri 2 "episodi" l'opinione migliorerà o peggiorerà. Nel frattempo cerco qualcosa di più sostanzioso.

    EDIT: l'ho finito e il mio giudizio è rimasto lo stesso.

    ha scritto il 

  • 4

    La storia di Alessandro:l'infanzia,l'educazione rude macedone,l'istruzione(suo padre pagò Aristotele perchè fosse istruito come un greco,le battaglie,gli assedi,gli schemi e le tattiche degli schieramenti degli eserciti e la sua morte.Fedele alle fonti letterarie e materiali,Alessandro viene desc ...continua

    La storia di Alessandro:l'infanzia,l'educazione rude macedone,l'istruzione(suo padre pagò Aristotele perchè fosse istruito come un greco,le battaglie,gli assedi,gli schemi e le tattiche degli schieramenti degli eserciti e la sua morte.Fedele alle fonti letterarie e materiali,Alessandro viene descritto sempre come un personaggio positivo anche in situazioni sgradevoli e spiacevoli.Piange quando ordina di arrestare e far uccidere amici accusati di tradimento anche se non accertato,piange quando ordina ai suoi soldati di saccheggiare e poi dare fuoco alla capitale della Persia e di violentare ed uccidere i suoi abitanti.Piange quando i suoi soldati muoiono combattendo per lui.Piange alla morte del suo nemico valoroso.

    ha scritto il 

  • 3

    Ho trovato la lettura del primo episodio della trilogia molto piacevole, ho apprezzato soprattutto la prima parte, ovvero quella riguardante l'infanzia e l'adolescenza di Alessandro Magno, in particolare gli stralci riguardanti la sua formazione. Se mi fossi fermata al primo libro avrei attribuit ...continua

    Ho trovato la lettura del primo episodio della trilogia molto piacevole, ho apprezzato soprattutto la prima parte, ovvero quella riguardante l'infanzia e l'adolescenza di Alessandro Magno, in particolare gli stralci riguardanti la sua formazione. Se mi fossi fermata al primo libro avrei attribuito cinque stelline. Anche il secondo e il terzo sono ben scritti, ma sono interminabili, non per la mole di pagine (ho letto libri più lunghi), ma perché ho trovato noioso il prosieguo di una narrazione già così corposa. Non nego di averli letti entrambi solo per ultimare il tomo, quindi con superficialità e poco entusiasmo. Avrei potuto comprare i volumi separatamente per potermi eventualmente fermare al primo ma, considerando che se avessi deciso di comprarli tutti e tre avrei speso molti più soldi (ben 9€ in più) rispetto al volume completo, ho deciso ahimè di optare per quest'ultima soluzione.

    ha scritto il 

  • 3

    Adoro i romanzi storici, e questa trilogia su Alessandro Magno è bella, certamente si legge tutta d'un fiato, è coinvolgente e le ricostruzioni delle battaglie sono ottime secondo me, ma non mi accodo a certi giudizi entusiastici per il semplice motivo che le caratterizzazioni dei personaggi sono ...continua

    Adoro i romanzi storici, e questa trilogia su Alessandro Magno è bella, certamente si legge tutta d'un fiato, è coinvolgente e le ricostruzioni delle battaglie sono ottime secondo me, ma non mi accodo a certi giudizi entusiastici per il semplice motivo che le caratterizzazioni dei personaggi sono estremamente superficiali: sono tutti uguali e senza un minimo di spessore; gli unici che emergono sono Filippo, Olympias, Aristotele ed Eumene, nemmeno Alessandro riesce a spiccare mai del tutto e risulta un personaggio piatto. Sono rimasta specialmente delusa dal trattamento di Efestione, una figura di fondamentale importanza nella vita di Alessandro, che è praticamente invisibile. Inoltre ho trovato che la fase finale della vita di Alessandro sia stata trattata in modo frettoloso. Rimane comunque un libro interessante da leggere.

    ha scritto il 

  • 4

    Un bel tomo

    Ho il sospetto che la figura di Alexandros, che rimane sempre un personaggio storico interessantissimo e molto sfaccettato, sia stato qui dall'autore un po' troppo "epurato" di alcuni aspetti meno "gradevoli" per restituirci una visione molto più "buonista" e ammirevole. Non mi è dispiaciuto ques ...continua

    Ho il sospetto che la figura di Alexandros, che rimane sempre un personaggio storico interessantissimo e molto sfaccettato, sia stato qui dall'autore un po' troppo "epurato" di alcuni aspetti meno "gradevoli" per restituirci una visione molto più "buonista" e ammirevole. Non mi è dispiaciuto questo libro che mi hanno prestato, benchè trovo lo stile di Manfredi indefinito: non è completamente storico e non è totalmente romanzato. Sono libri "storici per tutti". Che di questi tempi, va anche bene. Pur di far leggere...

    ha scritto il