Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Al Mostro! Al Mostro!

Di

Editore: Arnoldo Mondadori

3.4
(114)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 173 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8804396164 | Isbn-13: 9788804396161 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Tascabile economico

Ti piace Al Mostro! Al Mostro!?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Lucy è una ragazzina un po' pestifera che si diverte a giocare scherzi a danno di suo fratello minore Randy: gli racconta sempre di mostri, spiriti e spiritelli. Ma non sa ancora che presto sarà lei ad avere a che fare con un mostro vero. Ed il mostro in questione è il signor Mortman, il bibliotecario. Lucy lo sorprende nel momento della sua trasformazione: ha la testa simile ad un pallone, gli occhi sporgenti e adora mangiare insetti vivi. Quando lo racconta ai suoi genitori, le sue parole sono accolte con evidente scetticismo: i genitori credono si sia inventata un'altra storia per spaventare il fratellino. Allora, per dimostrare che ciò che ha detto è vero, Lucy prende una macchina fotografica e torna in biblioteca a fargli delle foto...
Ordina per
  • 3

    Storia trita e ritrita

    Questo è probabilmente uno dei libri che ricordavo meglio di tutti prima di rileggerlo, perché anni fa uscì una rivista dedicata ai Piccoli Brividi dove c'era il riassunto di questo libro e avevo riletto talmente tante volte quella rivista, da saperla a memoria.
    Si tratta di una storia che ripren ...continua

    Questo è probabilmente uno dei libri che ricordavo meglio di tutti prima di rileggerlo, perché anni fa uscì una rivista dedicata ai Piccoli Brividi dove c'era il riassunto di questo libro e avevo riletto talmente tante volte quella rivista, da saperla a memoria. Si tratta di una storia che riprende in tutto e per tutto la favola del pastorello che grida sempre "al lupo! al lupo!" solo per prendere in giro la gente e ridere dei loro spaventi, finché un giorno il lupo arriva davvero e nessuno gli crede, così il lupo gli divora tutto il gregge lasciandolo senza neanche una pecora. Il finale di questo libro è però sicuramente migliore di quello della favola e soprattutto inaspettato! :) Metto comunque 3 stelline su 5 nonostante il finale, perché la favola da cui prende spunto il libro è davvero trita e ritrita!

    ha scritto il 

  • 3

    Finale a sorpresaaaa!

    All'inizio ero tentatissima di restare sulle 2 stelle, durante quella che sarebbe stata la valutazione finale di questo libricino; poi però, con l'andare delle pagine, questa storia ha inziato a mettermi suriosità sul come sarebbe andata a finire.
    In realtà non è niente di che: la protagonista si ...continua

    All'inizio ero tentatissima di restare sulle 2 stelle, durante quella che sarebbe stata la valutazione finale di questo libricino; poi però, con l'andare delle pagine, questa storia ha inziato a mettermi suriosità sul come sarebbe andata a finire. In realtà non è niente di che: la protagonista si accorge che il bibliotecario della sua città è un mostro, e fa di tutto per farsi credere dall'amico, dal fratellino, e sopratutto dai genitori che non sopportano più la sua fissazione per i mostri. Per un momento ho persino creduto che fosse tutto frutto dell'immaginazione della ragazzina, non so perchè. Poi però il finale mi ha sconvolta: non me l'aspettavo proprio!! E così si è beccato le 3 stelle (che per chi non l'avesse capito, per me sono una buona valutazione).

    ha scritto il 

  • 4

    Decisamente carino questo ennesimo racconto della serie piccoli brividi: una ragazzina che ama inventare sempre storie di mostri, il giorno in cui ne scopre uno vero, non viene creduta da nessuno... Ricco di tensione, in alcuni punti è pure squisitamente macabro.

    ha scritto il 

  • 4

    senza colpi di scena ma..

    Strano non ci sia neppure una recensione, questo è uno dei 'piccoli brividi' che merita di più.
    Chi non sarebbe terrorizzato sapendo di trovarsi chiuso in una biblioteca con quello che sembra un innocuo impiegato, ma che si rivela in realtà un orrendo mostro?
    Anche la trasposizione nell'omonimo s ...continua

    Strano non ci sia neppure una recensione, questo è uno dei 'piccoli brividi' che merita di più. Chi non sarebbe terrorizzato sapendo di trovarsi chiuso in una biblioteca con quello che sembra un innocuo impiegato, ma che si rivela in realtà un orrendo mostro? Anche la trasposizione nell'omonimo serial tv mi è piaciuta molto.

    ha scritto il