Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Al di là del bene e del male

Di

Editore: Rizzoli (I classici della BUR)

4.1
(1367)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 284 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese

Isbn-10: 8817168661 | Isbn-13: 9788817168663 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Sossio Giametta

Disponibile anche come: Altri , Paperback , Copertina rigida , Rilegato in pelle , Copertina morbida e spillati , eBook

Genere: Fiction & Literature , History , Philosophy

Ti piace Al di là del bene e del male?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Il mio libro preferito di Nietzsche....

    Il mio libro preferito di Nietzsche, letto in quinta superiore tramite il quale tra altre cose ho iniziato a costruire la mia etica personale, che è l'unica e sola legge che io segua. PUNTO.


    Mai avuto il coraggio o lo slancio per rileggerlo in un momento di maggiore maturità, ...continua

    Il mio libro preferito di Nietzsche, letto in quinta superiore tramite il quale tra altre cose ho iniziato a costruire la mia etica personale, che è l'unica e sola legge che io segua. PUNTO.

    Mai avuto il coraggio o lo slancio per rileggerlo in un momento di maggiore maturità, ma credo che avverrà, una mia rilettura. Magari in lingua originale.

    ha scritto il 

  • 0

    Mi trovo a casa dei miei perché è domenica e
    perché è ora di pranzo

    allora andiamo a tavola e i miei hanno la tv
    e dunque guardiamo la tv cioè il tg

    e al tg c'è papa bergoglio
    "ma che strano", dico io [io nel signore degli

    anelli assomiglio a gollum]. e pap ...continua

    Mi trovo a casa dei miei perché è domenica e
    perché è ora di pranzo

    allora andiamo a tavola e i miei hanno la tv
    e dunque guardiamo la tv cioè il tg

    e al tg c'è papa bergoglio
    "ma che strano", dico io [io nel signore degli

    anelli assomiglio a gollum]. e papa
    bergoglio risponde alle critiche della

    stampa USA che gli ha dato del marxista
    e bergoglio dice che il marxismo è una dottrina

    sbagliata ma lui ha conosciuto anche dei marxisti
    buoni

    Non riesco ad aggiungere altro
    Quaracchi

    ha scritto il 

  • 3

    Sto cercando di combattere contro quella parte di me stessa che considera Nietzsche solo un genere letterario :(

    En passant: "Nietzsche, ma come devo fare con te"
    http://taccuinoanacronistico.blogspot.it/2013/11/nietzsche-ma-che-mi-combini.html

    ha scritto il 

  • 5

    È proprio vero: "danziamo nelle nostre catene"; è un peccato Nietzsche sia stato un così abile autore! Avesse scritto peggio, forse, la gente - echm, la plebe! - non si sarebbe fermata al saccheggio di poche massime da cioccolatino, ma lo avrebbe letto e capito (o almeno provato a fare) un po' pi ...continua

    È proprio vero: "danziamo nelle nostre catene"; è un peccato Nietzsche sia stato un così abile autore! Avesse scritto peggio, forse, la gente - echm, la plebe! - non si sarebbe fermata al saccheggio di poche massime da cioccolatino, ma lo avrebbe letto e capito (o almeno provato a fare) un po' più sistematicamente. (En passant, così come sto provando a fare io). Ma era - in senso rettorico - destino che un uomo che voleva essere preso sul serio venisse alla fine confuso con un "commediante del suo proprio ideale", grazie alle semplificazioni/reificazioni/democratizzazioni perpetuate da chi in Facebook, a titolo di esempio, pretende, con una citazione - magari estrapolata dal contesto - di insegnar a vivere alla gente. Tze! A morte gli insegnanti, noi vogliamo solamente tentatori!

    ha scritto il 

  • 4

    Libro dal titolo quanto mai azzeccato. Una panoramica sui temi filosofici del primo novecento prendendo in considerazione i diversi aspetti del pensiero umano. Libro di non facile lettura, ma sicuramente interessante al di là che si condivida o meno il pensiero di Nietzsche.

    ha scritto il 

  • 4

    Rileggere ogni tanto un volume di Nietzsche è terapeutico, serve a spostarsi dalla carreggiata, ad allontanarsi dalla via comunemente percorsa e per un po' guardare le cose da un altro punto di vista. Se ne ricava sempre qualcosa di inaspettato e di sorprendente. Perché Nietzsche non è mai né ban ...continua

    Rileggere ogni tanto un volume di Nietzsche è terapeutico, serve a spostarsi dalla carreggiata, ad allontanarsi dalla via comunemente percorsa e per un po' guardare le cose da un altro punto di vista. Se ne ricava sempre qualcosa di inaspettato e di sorprendente. Perché Nietzsche non è mai né banale né prevedibile. E, qui, l'idea che la morale non sia quella cosa bella, buona e pacifica, che tutti immaginiamo, è decisiva per chiunque voglia pensare senza pregiudizi e preconcetti la dimensione del nostro agire.

    ha scritto il 

  • 2

    quando scrivi di tanti argomenti prima o poi qualcosa di buono devi pur dirlo, peccato che nel complesso sia una raccolta di deliri senza ne arte ne parte.
    Triste, perchè lo ritenevo un grande pensatore, ma dopo aver letto diverse sue opere ho dovuto ricredermi....

    ha scritto il 

Ordina per