Al giardino ancora non l'ho detto

Voto medio di 174
| 40 contributi totali di cui 37 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
"Per molti versi, avrei preferito non dover pubblicare questo libro, che non esisterebbe se una delle mie scrittrici preferite - non posso nemmeno incominciare a spiegare l'importanza che ha avuto nella mia vita, professionale ma soprattutto ... Continua
Ha scritto il 20/08/17
Un insieme di pensieri sparsi sulla vita e sulla morte, scaturiti nel momento del distacco e per questo autentici, scritti con lucidità e senza mai cedere all' autocommiserazione.Più che prosa è poesia.Un libro prezioso, da tenere sul comodino. ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 11/06/17
Bel libro colmo di riflessioni. La morte : signora che prima o poi tutti dovremo affrontare. Pia Pera con grazia, profondità, in maniera struggente ma non cupa si prepara pian piano al suo arrivo. ..."la leggerezza interiore nasce forse dal ..." Continua...
Ha scritto il 23/05/17
troppo triste, bello, poetico, un giornale di viaggio, verso l'ultimo viaggio, accarezzando e accudendo per l'ultima volta gli inseparabili amici del giardino
Ha scritto il 28/04/17
Che pianta siamo?
Mi è piaciuto forse per il mio amore delle piante e per la lucidità che ha descritto (come si fa ad essere così quando sai che ogni giorno è quasi l'ultimo?) la fine della sua vita. Quanti pensieri anche sulle più strane cure e la morte del ..." Continua...
Ha scritto il 28/04/17
Perplessa
Ben scritto e grondante di citazioni e stati d'animo rieccheggianti Seneca e le sue epistole. Una sorta di trattato sul ben morire, senza lasciarsi sopraffare dalla malattia. Elegante, curato, eppure non è riuscito a trasmettermi empatia. La ..." Continua...
  • 2 mi piace

Ha scritto il Sep 23, 2016, 14:33
[Pag. 6] Chissà che un momento prima di venir meno non si manifestino, con intensità forse acuita, se non vera e propria bellezza, un pathos, un'espressività insospettati. Quasi che, rendendo l'anima a Dio, le cose sprigionassero, per un attimo e ... Continua...
Ha scritto il Mar 27, 2016, 19:03
Il vero pericolo di questa malattia, di ogni malattia forse, è restare imprigionati nella gabbia del proprio egoismo.
  • 1 mi piace
Ha scritto il Feb 28, 2016, 17:10
Il giardino,immagine miniaturizzata del creato,ha confermato di essere l'unica duratura,profonda,appagante relazione possibile

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi