Aleph and Other Stories, 1933-69

(Picador Books)

Average vote of 5004
| 537 total contributions of which 470 reviews , 67 quotes , 0 images , 0 notes , 0 video
Ha scritto il 15/03/14
Bello ma...
...inferiore alle mie personali aspettative. Senza nulla togliere alla grandezza di Borges, speravo che mi ammaliasse come Finzioni, ma purtroppo così non è stato.
  • Rispondi
Ha scritto il 31/08/13
Alcuni racconti nettamente superiori agli altri, comunque un intrigante approccio a un "monumento" culturale come Borges.
  • Rispondi
Ha scritto il 07/08/13
un eterno gioco di specchi in cui l'uno e l'infinito si confondono
  • 3 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 23/04/12
«L'Aleph» è un Aleph.
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 01/08/11
dreams and sight, folly and hope mingle themeselves in this collection of short stories, that travel deep inside soul, mind and heart. there's a lot to remember and a lot to dream about.
  • Rispondi

Ha scritto il Oct 05, 2009, 17:47
Il diametro dell’Aleph sarà stato di due o tre centimetri, ma lo spazio cosmico vi era contenuto, senza che la vastità ne soffrisse. Ogni cosa (il cristallo dello specchio, ad esempio) era infinite cose, perché io la vedevo distintamente da ... Continua...
Pag. 165
  • Rispondi
Ha scritto il Oct 05, 2009, 17:40
Esitò, e con quella voce piana, impersonale, alla quale siamo soliti ricorrere per confidare qualcosa di molto intimo, disse che la casa gli era indispensabile per terminare il poema, perché in un angolo della cantina c'era un Aleph. Spiegò che ... Continua...
Pag. 161
  • Rispondi
Ha scritto il Oct 05, 2009, 17:34
Questi si proponeva di mettere in versi tutta la rotondità del pianeta; nel 1941 già aveva sbrigato alcuni ettari dello stato di Queensland, più di un chilometro del corso dell'Ob, un gassometro a nord di Veracruz, le principali ditte commerciali ... Continua...
Pag. 155
  • Rispondi
Ha scritto il Oct 05, 2009, 17:30
Compresi che il lavoro del poeta non consisteva nella poesia, ma nell'invenzione di ragioni perché la poesia fosse ammirevole.
Pag. 155
  • Rispondi
Ha scritto il Oct 05, 2009, 17:23
L'incandescente mattina di febbraio in cui Beatriz Viterbo morì, dopo un'imperiosa agonia che non si abbassò un solo istante al sentimentalismo né al timore, notai che le armature di ferro di piazza della Costituzione avevano cambiato non so ... Continua...
Pag. 150
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi