Alex

Di

Editore: A. Mondadori (Omnibus)

3.9
(607)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 341 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Francese , Portoghese , Spagnolo , Inglese , Chi tradizionale

Isbn-10: 8804613599 | Isbn-13: 9788804613596 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Stefano Viviani

Disponibile anche come: eBook , Altri , Paperback

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Alex?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Mentre cammina per le strade di Parigi, Alex, una giovane donna di trent'anni, viene seguita da uno sconosciuto che, dopo averla aggredita e picchiata selvaggiamente, la carica su un anonimo furgone bianco facendo perdere le sue tracce. Portata in un magazzino abbandonato, la ragazza viene rinchiusa in una gabbia di legno appesa a due metri da terra. Per lei non c'è via d'uscita: non sa dove si trova, né cosa voglia quell'uomo che non le rivolge mai la parola. I giorni passano tra mille sofferenze. Piegata dentro quella gabbia che non le permette il minimo movimento, in quel luogo umido e buio, Alex sente che il suo destino è segnato e che nessuno verrà a soccorrerla. Ha una sola certezza: il suo rapitore vuole vederla morire. C'è però un testimone che ha assistito al rapimento, e grazie alla sua segnalazione il comandante di polizia Camille Verhoeven, un uomo fuori dal comune, con un tragico trascorso personale e modi formidabili, inizia a indagare sulla vicenda. Chi è il sequestratore? Perché ha architettato tutto questo? E, soprattutto, chi è davvero Alex? Quando l'aguzzino viene finalmente identificato e la polizia fa irruzione nel luogo del sequestro, la gabbia è vuota. La ragazza si è volatilizzata...
Ordina per
  • 5

    Colpi di scena

    Bisogna aver letto il primo romanzo di Lemaitre (l'avvincente Irene) per comprendere appieno il carattere del protagonista, il comandante Camille.
    La storia è molto ben strutturata e si divide sostanz ...continua

    Bisogna aver letto il primo romanzo di Lemaitre (l'avvincente Irene) per comprendere appieno il carattere del protagonista, il comandante Camille.
    La storia è molto ben strutturata e si divide sostanzialmente in tre parti annunciate da colpi di scena che spiazzano il lettore e donano nuovo vigore al giallo.
    La scrittura è molto vivida e ti immerge nel mondo fosco dei protagonisti di questo giallo.

    ha scritto il 

  • 0

    a quando il film?

    secondo di una trilogia dello scrittore francese Pierre Lemaitre.
    una ragazza bella e misteriosa viene rapita. questo è l'inizio di un romanzo ricco di punti di svolta e deviazioni.
    non ha momenti di ...continua

    secondo di una trilogia dello scrittore francese Pierre Lemaitre.
    una ragazza bella e misteriosa viene rapita. questo è l'inizio di un romanzo ricco di punti di svolta e deviazioni.
    non ha momenti di cedimento e di stanchezza e io ho immaginato che presto (o è già successo e non ne sono a conoscenza) si realizzerà unna versione cinematografica.

    Eppure è troppo forte, sequenze crude, situazioni eccessive.
    eccessivo.
    ma per chi apprezza il genere, vale almeno quattro stelline.
    a me ha fatto venire un paio di incubi.

    ha scritto il 

  • 3

    e 1/2

    È un thriller di quelli tosti, ben costruito. Ai capitoli dedicati al giallo, si alternano quelli investigativi. Personaggi inquietanti e situazioni al limite dell'assurdo. il comandante Camille, ...continua

    È un thriller di quelli tosti, ben costruito. Ai capitoli dedicati al giallo, si alternano quelli investigativi. Personaggi inquietanti e situazioni al limite dell'assurdo. il comandante Camille, dal basso della sua altezza, si dovrà confrontare con una realtà crudele e spietata. Troppo forte per me, non ho più l'età per leggere certi libri. Meglio un placido noir classico.

    ha scritto il 

  • 4

    Tosto

    Un ottimo thriller, ben congegnato, che ti tiene avvinto fino alla fine. Certo è un libro tosto, una storia dura e dolorosa. A leggere i delitti di Alex ti chiedi il perchè di tanta violenza apparente ...continua

    Un ottimo thriller, ben congegnato, che ti tiene avvinto fino alla fine. Certo è un libro tosto, una storia dura e dolorosa. A leggere i delitti di Alex ti chiedi il perchè di tanta violenza apparentemente insensata. Ma poi capisci e comprendi tutto, capisci che ogni delitto ha il suo perchè.
    Una storia comunque terrificante, e quando ne capisci le motivazioni non riesci a non prendere posizione a favore di Alex.
    Però una cosa mi lascia perplesso.
    Quando sta terminando la seconda parte, e chi ha letto il libro capisce cosa intendo, io avevo intuito subito chi sarebbe stato l'accusato nella terza parte; il protagonista che fino a quel momento non era praticamente mai apparso. Così come all'inizio della terza e ultima parte, durante l'interrogatorio, avevo intuito subito quale trappola era stata preparata alla persona interrogata.
    Ma più ci penso e più sono convinto che qui sta l'abilità di Lemaitre, prepararti al colpo di scena facendoti arrivare da solo. La sorpresa così è più gradevole, vissuta. E proprio per questo rimani incollato al libro.
    Consiglio di leggere questo thriller a digiuno però, è per stomaci forti.
    Ora leggerò sicuramente gli altri della trilogia di Lemaitre.
    E per favore nessun paragone con Millenium!

    ha scritto il 

  • 3

    Una volta elaborato il lutto, quello che resta è una specie di deserto

    Non è facile leggere il secondo libro di una trilogia quando il primo è il bellissimo Irène. Difficile pensare che un autore si possa superare quando ha scritto qualcosa di così pazzesco. Magari si sp ...continua

    Non è facile leggere il secondo libro di una trilogia quando il primo è il bellissimo Irène. Difficile pensare che un autore si possa superare quando ha scritto qualcosa di così pazzesco. Magari si spera di leggere qualcosa allo stesso livello o di andarci vicino.
    Con Alex mi è successo di partire in quarta con Iréne ancora in testa e rimanere delusa non per la mancanza di suspense, non per il ritmo e neanche per la indiscussa bravura di Lemaitre a muovere i fili come mangiafuoco ma probabilmente perché amando questo genere e avendo letto molti libri, mi devi stupire. La prima parte è ottima così pure la seconda e geniale anche il colpo di scena che cambia le carte in tavola ma una volta scoperto chi ammazza chi, il movente è scontato come nella migliore tradizione e lascia un pò di amaro in bocca, sembra quasi che l'autore sia partito a razzo, ed in effetti lo è e abbia dovuto scrivere di corsa un finale e meglio di così non gli sia venuto. Probabilmente per chi non è avvezzo o per chi non ha letto il primo, questo è un bel libro ma per me no, non mi basta. Inizio Camille, il terzo ed ultimo

    ha scritto il 

  • 4

    quattro stelline e mezza.....che libro...!!

    Mio primo thriller, letto su consiglio e insieme a una persona squisita trovata qui...
    Alex, una donna,una bimba, una ragazzina, la sua vita, la sua storia, mi viene un solo
    aggettivo: terrificante..M ...continua

    Mio primo thriller, letto su consiglio e insieme a una persona squisita trovata qui...
    Alex, una donna,una bimba, una ragazzina, la sua vita, la sua storia, mi viene un solo
    aggettivo: terrificante..Mi auguro che nessuna donna debba mai subire quello che questa bimba ha subito....
    Per fortuna è solo un romanzo, un thriller incalzante, non ti stacchi più e fino alla fine
    non capisci quale sarà il finale possibile, ma quando lo scopri resti senza parole...
    Molto bello, libro veramente molto bello..

    ha scritto il 

  • 5

    Meriterebbe molto più di 5 stelle!!

    Peccato non si possano dare più di 5 stelle perchè Alex le meriterebbe!
    L'ho letto a distanza di 8 mesi ,resta sempre un libro eccezionale per ritmo, scrittura e suspanse.
    Non si riesce a staccarsi se ...continua

    Peccato non si possano dare più di 5 stelle perchè Alex le meriterebbe!
    L'ho letto a distanza di 8 mesi ,resta sempre un libro eccezionale per ritmo, scrittura e suspanse.
    Non si riesce a staccarsi se non si arriva all'ultima pagina!
    Senza fare spoiler posso dire solo che Alex ti tocca nel profondo perchè è una bambina che nasce vittima e tale resterà sino ai 15 anni quando ormai tutto le è stato fatto!
    ma lei non dimenticherà e per 15 anni penserà a come vendicarsi di tutti compresa madre e fratellastro. La fredda indifferenza della madre mi ha davvero sconvolto ,come pure il crudo cinismo del fratellastro.
    Ma il piccolo commissario e i suoi assistenti scaveranno a fondo e finalmente ci sarà giustizia per Alex e per tutte le donne maltrattate e offese.
    Nessuno crede alla piccola Alex,nè l'insegnante con cui tenta di confidarsi e neppure l'amica che sa solo approfittare della sua solitudine e paura.
    Consiglio questo libro anche se crudo in certe parti appunto per questo,per guardare in faccia la realtà e cosa accade a tante persone che nella realtà non conosciamo.
    Con il tempo Alex troverà la forza di affrancarsi da questo giogo e da qui in poi inizia il bellissimo romanzo di Pierre Lemaitre.
    Consigliatissimo anche a chi non ama i thriller ,dato che Alex non è un vero e proprio thriller!

    ha scritto il 

Ordina per