Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Alex

By Pierre Lemaitre

(362)

| Hardcover | 9788804613596

Like Alex ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Mentre cammina per le strade di Parigi, Alex, una giovane donna di trent'anni, viene seguita da uno sconosciuto che, dopo averla aggredita e picchiata selvaggiamente, la carica su un anonimo furgone bianco facendo perdere le sue tracce. Portata in un Continue

Mentre cammina per le strade di Parigi, Alex, una giovane donna di trent'anni, viene seguita da uno sconosciuto che, dopo averla aggredita e picchiata selvaggiamente, la carica su un anonimo furgone bianco facendo perdere le sue tracce. Portata in un magazzino abbandonato, la ragazza viene rinchiusa in una gabbia di legno appesa a due metri da terra. Per lei non c'è via d'uscita: non sa dove si trova, né cosa voglia quell'uomo che non le rivolge mai la parola. I giorni passano tra mille sofferenze. Piegata dentro quella gabbia che non le permette il minimo movimento, in quel luogo umido e buio, Alex sente che il suo destino è segnato e che nessuno verrà a soccorrerla. Ha una sola certezza: il suo rapitore vuole vederla morire. C'è però un testimone che ha assistito al rapimento, e grazie alla sua segnalazione il comandante di polizia Camille Verhoeven, un uomo fuori dal comune, con un tragico trascorso personale e modi formidabili, inizia a indagare sulla vicenda. Chi è il sequestratore? Perché ha architettato tutto questo? E, soprattutto, chi è davvero Alex? Quando l'aguzzino viene finalmente identificato e la polizia fa irruzione nel luogo del sequestro, la gabbia è vuota. La ragazza si è volatilizzata...

85 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    consigliato

    Questo libro mi è piaciuto molto perché la storia si evolve in continuazione grazie all'inventiva dell'autore

    Is this helpful?

    Giorgia Di Pietro said on Jul 22, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    applausi per Pierre Lemaitre, ci si svaga grazie al ritmo serrato e l'inventiva dell'autore....non fosse altro che per lo spregiudicato macguffin.

    Is this helpful?

    Tambay said on Jul 8, 2014 | Add your feedback

  • 4 people find this helpful

    Chapeau Lemaitre!

    Un noir incredibile, che ne rispetta tutti i canoni classici: il protagonista che è un antieroe, la soluzione del crimine che passa quasi in secondo piano, il finale poco consolatorio, la storia raccontata dal punto di vista del ca ...(continue)

    Chapeau Lemaitre!

    Un noir incredibile, che ne rispetta tutti i canoni classici: il protagonista che è un antieroe, la soluzione del crimine che passa quasi in secondo piano, il finale poco consolatorio, la storia raccontata dal punto di vista del cattivo.

    L’ho trovato tecnicamente perfetto.
    E molto, molto avvincente: che rabbia non poter dire di più!
    Ma davvero non si può, toglierebbe la suspance che invece in queste pagine abbonda.

    Allora dico solo grazie all’amico Aldo per avermelo indicato, la sua recensione mi aveva convinta e non avrei mai trovato questo libro che sta assolutamente nelle mie corde, quelle appunto, nere, nere…

    Is this helpful?

    ☺ Ale ☺ said on Jul 7, 2014 | 6 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Ottimo.. quando l'autore di un thriller riesce a spiazzare in questo modo il lettore, a mio parere, merita senza dubbio un giudizio a pieni voti.
    Tanto più se la trama per nulla banale e scontata viene esposta con uno stile molto efficace nel mantene ...(continue)

    Ottimo.. quando l'autore di un thriller riesce a spiazzare in questo modo il lettore, a mio parere, merita senza dubbio un giudizio a pieni voti.
    Tanto più se la trama per nulla banale e scontata viene esposta con uno stile molto efficace nel mantenere sempre alta la tensione e soprattutto adeguato nella presentazione dei diversi personaggi del romanzo, la cui personalità è tratteggiata in modo essenziale, senza inutili divagazioni, ma completo e tale da renderli 'vivi' (o forse sarebbe meglio dire 'in carne ed ossa', perchè non molti rimangono vivi a lungo...)
    Ogni dettaglio ha la sua importanza e nessun particolare nel racconto è lasciato al caso.
    Alex, la protagonista, ha diverse 'sfaccettature' (consentitemi il termine ma non è facile esprimere un giudizio su questo libro evitando di svelare aspetti importanti della storia), mille volti, mille nomi e tanto dolore alle spalle.
    E' impressionante come il sentimento di chi legge verso Alex possa mutare progressivamente man mano che si procede verso il finale.
    Parallelamente cambia anche la percezione del lettore verso la violenza e la brutalità delle 'torture' descritte: prima si prova ribrezzo per la crudeltà con cui Alex viene picchiata e rapita, quei calci e pugni nello stomaco si sentono e fanno male sulla propria pelle, poi tale violenza diventa quasi legittima, una giusta punizione si potrebbe pensare; segue un altro colpo di
    scena e la violenza diventa ancora una volta spregevole quando perpetrata senza alcun apparente motivo ed in modo 'seriale', per poi essere nuovamente giustificata se non addirittura condivisa: la violenza come unico mezzo per ottenere una giustizia insperata, per arrivare là dove la legge non potrebbe spingersi e per infliggere quella punizione che nessun tribunale potrebbe mai
    garantire.
    Insomma, una violenza eccessiva ma non gratuita, non fine a se stessa... rientra nell'inganno costruito dall'autore.. mai fidarsi delle apparenze, mai giudicare a freddo, perchè il ruolo di 'vittima e carnefice' si confondono e si intrecciano in una spirale di atrocità, tanto da non poter più distinguere l'uno dall'altro.
    Almeno sino al finale, davvero magistrale.

    Is this helpful?

    JoeBlack said on Jun 24, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Libro strano

    Allora intanto grazia ad Erika che mi ha fatto scoprire questo autore, il libro è diviso in tre parti ben distinte, essendo un thriller non entrerò ovviamente nei dettagli.
    La prima parte (quella dei topi per intenderci) non è affatto male ma devo di ...(continue)

    Allora intanto grazia ad Erika che mi ha fatto scoprire questo autore, il libro è diviso in tre parti ben distinte, essendo un thriller non entrerò ovviamente nei dettagli.
    La prima parte (quella dei topi per intenderci) non è affatto male ma devo dire che mi aspettavo di peggio/meglio dal punto di vista splatter. La seconda è intrigante ma si conclude in maniera strana solo la terza parte, la meno riuscita però, fa comprendere al lettore la fine della seconda.
    Vabbeh lo so che così non s'é capito niente ma oltre non voglio spoilerare, dico solo che vale la pena leggerlo per il gusto di trovarsi davanti una storia diversa dal consueto.
    Detto questo i difetti: il protagonista maschile, il commissario... pardon il comandante essendo francese, è antipatico, spocchioso e tutto sommato descritto male, i comprimari non sono da meno Alex tutto sommato regge meglio ma il "ragazzo" ha talento e poteva applicarsi di più.
    Consigliato.

    Is this helpful?

    Giochidiguerra said on Jun 20, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Penso che Lemaitre sia proprio un fuoriclasse del noir. Ora, a parte qualche lungaggine centrale e forse la ripetitività della serial killer, l'intreccio è molto intrigante. E la caratterizaazione dei personggi ottima. Formidabili e molto particolari ...(continue)

    Penso che Lemaitre sia proprio un fuoriclasse del noir. Ora, a parte qualche lungaggine centrale e forse la ripetitività della serial killer, l'intreccio è molto intrigante. E la caratterizaazione dei personggi ottima. Formidabili e molto particolari i poliziotti. Un bel romanzo.

    Is this helpful?

    Tonino said on Jun 18, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book