Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Alguien voló sobre el nido del cuco

By Ken Kesey

(30)

| Mass Market Paperback | 9788432082108

Like Alguien voló sobre el nido del cuco ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

¿Puede la medicina declarar loco a un hombre y encerrarlo en un manicomio de por vida? O, más bien, ¿está realmente loco el protagonista de esta novela?. A juzgar por la entereza con que se enfrenta a la enfermera jefe, a juzgar por la revuelta que p Continue

¿Puede la medicina declarar loco a un hombre y encerrarlo en un manicomio de por vida? O, más bien, ¿está realmente loco el protagonista de esta novela?. A juzgar por la entereza con que se enfrenta a la enfermera jefe, a juzgar por la revuelta que provoca entre los internados, la respuesta es negativa: no está loco; pero puede suceder que enloquezca en su encierro, que jamás vuelva a ser un hombre normal ...
Esta novela es un alegato contra la deshumanización de la medicina, contra la injusticia de una sociedad que aparta de su seno a los "difíciles", a los "agresivos", a los llamados "locos" ...

124 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Con un io schizofrenico da Grande Capo, che non parla e non sente, almeno apparentemente, con un'ambientazione che si esaurisce immediatamente per dare spazio ai singoli caratteri, all'interno di una società nella società (ma chi è il pazzo?) scendon ...(continue)

    Con un io schizofrenico da Grande Capo, che non parla e non sente, almeno apparentemente, con un'ambientazione che si esaurisce immediatamente per dare spazio ai singoli caratteri, all'interno di una società nella società (ma chi è il pazzo?) scendono in campo il dio-regolamento dell'inamidata e grandiosissima Miss Grande Infermiera Ratched e l'umano e bevitore McMurphy, che si contendono l'aula psichiatrica a suon di conflitto millenario tra la libertà e l'autorità costituita, strappandosi la vita a morsi dal quale se ne esce vivi con il medicinale più vecchio del mondo: la voglia di vivere.

    PS: Siamo tutti un po' arrivati al libro dopo aver visto il capolavoro omonimo del 1975 ed è praticamente impossibile non figurarsi, mentre si legge, le scene del film.

    Is this helpful?

    Masetto said on Aug 23, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    幽默與反抗

      《飛越杜鵑窩》出版於反體制、反權威方興未艾的浪潮中,同與《麥田捕手》(The Catcher in the Rye)及《在路上》(On the Road)並列為戰後「垮時代」的聖經。小說內容大致講述一位具有暴力傾向的麥克墨菲,被法院判命需進精神病院接受醫師鑑定其是否患有精神病,而在精神病院裡對抗大護士組成的「聯合體」的故事。此外,改編自小說的同名電影,成績不輸原著,為全世界第二部囊括5項奧斯卡至尊獎項(最佳影片、最佳男、女主角、最佳導演和最佳改編劇)的傑作。

      在這本小說問世的幾年間,法 ...(continue)

      《飛越杜鵑窩》出版於反體制、反權威方興未艾的浪潮中,同與《麥田捕手》(The Catcher in the Rye)及《在路上》(On the Road)並列為戰後「垮時代」的聖經。小說內容大致講述一位具有暴力傾向的麥克墨菲,被法院判命需進精神病院接受醫師鑑定其是否患有精神病,而在精神病院裡對抗大護士組成的「聯合體」的故事。此外,改編自小說的同名電影,成績不輸原著,為全世界第二部囊括5項奧斯卡至尊獎項(最佳影片、最佳男、女主角、最佳導演和最佳改編劇)的傑作。

      在這本小說問世的幾年間,法國的傅柯(Michel Foucault)出版了《瘋癲與文明》,而美國的社會學者高夫曼(Erving Goffman)則同樣發表了幾篇關於精神病院及其他被收容人之社會處境的論文。這些文本都不約而同地處理了生而為人必須面對的境況:體制與規訓。從社會功能來看,精神病院或監獄等機構所收容的人,其實都是社會體制發展出來所謂「正常」標準判斷下,被判定為「不正常/具有惡性」的「異端」;而為了處理這些社會所排除的「非我族類」,在醫學領域或是法學領域乃至於整個社會知識的發展中,皆不斷的將此種「排除」行為裹上一層科學主義與正當程序的糖衣,並且透過這些收容機構將之予以規訓成「正常」的我們。

      以本書結尾主角麥克墨菲遭到前額葉切除術為例,此種「治療」方法以一把鈍刀插入大腦前額葉「攪和」,使病人的情緒、智力與人格皆發生了變化,更使麥克墨菲從此成了毫無自主意識、完全順服於體制的正常之人。這看似有效規訓的手段,背後所反映的乃是一種精神病患對家人、社會及國家造成負擔因而應予以排除,並藉此隱藏與「非常人」相處的自我恐懼。說穿了此種破壞他人的生理機能與人格特質的手段,為的也只是讓所謂的「他者」能夠予以「社會化」;而這種社會霸權的宰制,始終是社會體制的多數權力,對被收容者獨裁與暴力的展現。

      每個生命體面對此種社會運作所產生的排除/規訓,則會產生不同的態度或行動,如小說裡:不想開口的布隆登酋長、想挑戰現狀追求自我的麥克墨菲、拙於面對自己卻又自命不凡的哈汀、信仰權威的大護士等。這些角色在小說中的「聯合體」裡,也就不只是「瘋癲/文明」間的辯證,而是每個裸命與體制永恆對抗的戰爭:透過抗爭(或妥協),個體方能在過程中藉由其與體制的互動,定位(或找尋)自我。

      誠如高夫曼所言:「我們身為一個人的感受,來自於自己被捲入更大的社會單位;我們的自我感受來自於我們抗拒拉扯的各種微小途徑」(《精神病院:論精神病患與其他被收容者的社會處境》)。因此唯有我們認知到每個渺小的自我始終鑲嵌於巨大的體制中,進而看清裸命與世界薛西弗斯式抗爭的荒謬後,才能如小說中麥克墨菲出海捕魚用爽朗的笑聲對抗那莫之能禦的痛苦,以幽默作為我們最後的反抗。

    Is this helpful?

    ShËnG. said on Aug 12, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    meglio il film

    Decisamente meglio il film. Mentre leggevo mi figuravo Jack Nicholson, era più forte di me. Non mi hanno fatto impazzire sinceramente le digressioni della voce narrante, l’indiano “watusso”, sul suo background socio-familiare, così come le continue a ...(continue)

    Decisamente meglio il film. Mentre leggevo mi figuravo Jack Nicholson, era più forte di me. Non mi hanno fatto impazzire sinceramente le digressioni della voce narrante, l’indiano “watusso”, sul suo background socio-familiare, così come le continue allucinazioni di cui soffre all’interno della clinica. Ho trovato queste parti un po’ impalpabili e tutt’altro che godibili. La delusione è stata il finale: non posso ovviamente svelarlo, ma nel film la scena clou ha un impatto che qui assolutamente non ha. Sufficiente, niente di eccezionale, passare direttamente a guardare il film.

    Is this helpful?

    Germano Dalcielo said on Aug 9, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    All around me are familiar faces, worn out places, worn out faces; bright and early for their daily races, going nowhere.

    Questo libro mi è piaciuto.
    Così però, a caldo, ho stampata in mente solo la scena finale del libro, l'ultimo capitolo, quello che chiude l'esperienza vissuta nel manicomio che abitano i protagonisti di questa storia.
    Quella che mi sembrava una bella ...(continue)

    Questo libro mi è piaciuto.
    Così però, a caldo, ho stampata in mente solo la scena finale del libro, l'ultimo capitolo, quello che chiude l'esperienza vissuta nel manicomio che abitano i protagonisti di questa storia.
    Quella che mi sembrava una bella commedia satirica, infatti, è terminata con la fine tragica del protagonista, McMurphy.
    Ho scorto l'arrivo della lobotomia già prima delle ultime 50 pagine, tuttavia ho sperato fino alla fine che non accadesse. E' la critica definitiva alla medicina psichiatrica degli anni '50, a base di terapie elettroshock e la terribile lobotomia. Ci credo che un'operazione del genere ammansisce pure i più violenti, li rendi dei vegetali asportandone pezzi di materia grigia!

    L'ospedale disumano viene dipinto attraverso gli occhi di Bromden, il pellerossa schizofrenico, la cui mente messa ulteriormente a disagio dall'ambiente in cui vive visualizza immagini orrorifiche che rappresentano bene il malessere che in media vivono tutti i pazienti dell'ospedale.

    Belli i personaggi, primo su tutti, ovviamente McMurphy, dalla personalità prorompente e l'energia infinita come il suo buonumore, che mantiene anche nelle situazioni più avverse, fino alla fine.

    Ho trovato lo stile un po' stucchevole, e non so se è figlio dell'epoca in cui è stato scritto o del traduttore. Penso che si tratti del primo caso, ma la traduzione, secondo me, andrebbe un po' rispolverata. Non riadattato in termini di linguaggio, ma rinfrescata un po', che desse un po' di respiro ai dialoghi, soprattutto.

    Non ho nient'altro da eccepire.
    Ora vado a vedermi il film, finalmente. Voglio proprio vedere come Jack Nicholson ha recitato la parte, anche se sono già sicura che sia stato bravissimo.

    Titolo Recensione: "Mad World", by Gary Jules

    Is this helpful?

    Cocca93 said on Jul 27, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Lo e leído con calma y tiene como todos los grandes libros varios mensajes, el principal la critica de como funcionaban los manicomios y sus tratamientos tan poco humanos, otros mensaje es como la sociedad desprecia o deja de lado a las personas a la ...(continue)

    Lo e leído con calma y tiene como todos los grandes libros varios mensajes, el principal la critica de como funcionaban los manicomios y sus tratamientos tan poco humanos, otros mensaje es como la sociedad desprecia o deja de lado a las personas a la menor ocasión. En cuanto a la trama el personaje de McMurphy y el complemento de los otros pacientes es genial.

    Is this helpful?

    Albert86 said on Apr 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Piacevole sorpresa il libro da cui è tretto il più conosciuto film in primis perchè la voce narrante è quella di Bromden l'indiano e poi per lo stile narrativo di derivazione beat.
    La follia viene descritta in modo accurato ma senza alcun tipo di giu ...(continue)

    Piacevole sorpresa il libro da cui è tretto il più conosciuto film in primis perchè la voce narrante è quella di Bromden l'indiano e poi per lo stile narrativo di derivazione beat.
    La follia viene descritta in modo accurato ma senza alcun tipo di giudizio non direi lo stesso delle cure a cui sono sottoposti i malati che vengono criticate, a ragione, lungo tutta la storia.

    Is this helpful?

    Zorka said on Apr 10, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book