Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Ali

Di

Editore: Stampa Alternativa

4.0
(508)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 29 | Formato: Altri

Isbn-10: 8872261589 | Isbn-13: 9788872261583 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Tomoko Senoo ; Curatore: Tomoko Senoo

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Ali?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    La prima anima di Mishima.

    L'amore visto e magari segretamente vissuto da un Mishima prima maniera.
    Un amore intimo, legato indissolubilimente alla maliconia, il sentimento che più permane dopo la lettura.
    Ideale per una trasposizione manga.

    ha scritto il 

  • 4

    E’ stato dolce lo consiglio, di Mishima ho letto solamente “La voce delle onde” ,una lettura che non mi è dispiaciuta.L'ho finito praticamente in 10 minuti.mMlinconico e triste ma non so perché mi ha colpita.Comunque è solo un piccolo racconto..

    ha scritto il 

  • 5

    Stupendo.
    Mishima è inconfondibile e qui si vede più che mai. Ho apprezzato tantissimo questo racconto.
    Recensione completa qui: http://latanadellalettrice.wordpress.com/2013/07/20/yukio-mishima-ali/

    ha scritto il 

  • 3

    Letto poco fa questo veloce racconto di Mishima con la mia compagna di letture, un racconto che abbraccia la vita di due cugini che si amano e non come parenti. Il prosieguio e il finale della loro storia è triste e incomprensibile. Ci si perde nel cercare di comprendere la questione delle ali, s ...continua

    Letto poco fa questo veloce racconto di Mishima con la mia compagna di letture, un racconto che abbraccia la vita di due cugini che si amano e non come parenti. Il prosieguio e il finale della loro storia è triste e incomprensibile. Ci si perde nel cercare di comprendere la questione delle ali, se sono metafora, e di cosa. Difatti è un racconto che non ho ancora inquadrato e che forse rileggerò.

    ha scritto il 

  • 3

    "Tener segreto questo pensiero fu piacevole e allo stesso tempo triste. Quando sentivano di riuscire a volare insieme, spinta dalla potenza dell’amore, dovunque in quel cielo fino alla lontana riva opposta, l’idea di possedere le ali rendeva così reale le loro fantasie. Purtroppo entrambi, credev ...continua

    "Tener segreto questo pensiero fu piacevole e allo stesso tempo triste. Quando sentivano di riuscire a volare insieme, spinta dalla potenza dell’amore, dovunque in quel cielo fino alla lontana riva opposta, l’idea di possedere le ali rendeva così reale le loro fantasie. Purtroppo entrambi, credevano che solo l’altro avesse le ali, provavano un immenso sconforto perché erano sicuri che un giorno l’amato sarebbe volato via solo."

    Ho letto questo racconto due volte.
    La prima insieme al mio compagno di letture, e la seconda da sola:avevo bisogno di assaporare per bene le parole e gli avvenimenti, meditando come solo da soli si riesce a fare.
    Questa è la storia di due ragazzi che vivono un amore platonico, in seguito ad un incontro sul bus l'uno è convinto che l'altra abbia delle ali nascoste...solo che non ne hanno mai parlato.
    Nella seconda lettura immaginavo l'ambientazione, riuscivo a scorgere la grandezza di quell'amore che Yoko e Sugio provavano.
    Nonostante tutto, però, la fine toccante mi ha lasciata un pò perplessa e non mi ha catturata particolarmente.
    Queste ali, che nella loro particolarità legano due anime affini, quanto pesano quando si sta da soli senza il conforto dell'altro?
    Penso che sia stato tradotto un pò male, alcune parti sembravano indipendenti e con nessun legame con quello che veniva dopo.

    ha scritto il 

  • 5

    Storia d'amore tra due giovani cugini: dolce, commovente, breve, con allusioni che danno al testo anche una certa sensualità. Consigliatissimo per chi, come me, voleva accostarsi a Mishima, che ha dimostrato in quest'opera di avere grandi doti narrative.

    ha scritto il 

Ordina per