Alice: i giorni della droga

Editore: Feltrinelli

3.4
(1268)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese

Isbn-10: A000087177 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Adolescenti

Ti piace Alice: i giorni della droga?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 2

    Lettura adatta per gli adolescenti

    Lettura degli anni del liceo, l'opera di per sé a livello artistico non è il massimo, ma fa quel che deve, perché alla me 14enne fece molto riflettere (e a tratti anche spaventare!).

    ha scritto il 

  • 3

    È stata una mia lettuea adolescenziale e lo ho volito rileggere per capire cosa potrebbero pensarne le mie figlie adolescenti adesso. Ricodo che allora mi trasmise una enorme tristezza e così è anche ...continua

    È stata una mia lettuea adolescenziale e lo ho volito rileggere per capire cosa potrebbero pensarne le mie figlie adolescenti adesso. Ricodo che allora mi trasmise una enorme tristezza e così è anche oggi.
    Fa un po di confusione sul tema delle droghe e da per scontati passaggi da una sostanza all'altra che nella realtà non esistono ma infine trasmette efficacemente i tormenti di una giovane adolescente come possono essere tante.

    ha scritto il 

  • 4

    In questa ristampa suggerirei vivamente di togliere quella pessima introduzione che, tra l'altro, svela tutto il contenuto del libro in poche righe. Nonostante siano trascorsi così tanti anni dalla sc ...continua

    In questa ristampa suggerirei vivamente di togliere quella pessima introduzione che, tra l'altro, svela tutto il contenuto del libro in poche righe. Nonostante siano trascorsi così tanti anni dalla scrittura di questo diario (che molti ritengono costruito ad arte) purtroppo il consumo di droghe pesanti sta tornando d'attualità, quando si pensava che il fenomeno potesse essersi fortemente dimensionato. Mi colpisce che le motivazioni, le dinamiche, le problematiche, siano cambiate poco o nulla in tutto questo tempo e che l'ingresso nel mondo della droga sia così facile e l'allontanamento altrettanto difficile

    ha scritto il 

  • 2

    Di questo libro ricordo poche cose: la copertina,il fatto che l'ho letto a 14 anni su indicazione della prof di italiano in 4° ginnasio e il fatto che è stato oggetto di una verifica in classe.
    Mi è c ...continua

    Di questo libro ricordo poche cose: la copertina,il fatto che l'ho letto a 14 anni su indicazione della prof di italiano in 4° ginnasio e il fatto che è stato oggetto di una verifica in classe.
    Mi è capitato tra le mani pochi giorni fa e ho ricordato anche che mi era piaciuto poco perché mi dava l'impressione che chi scriveva non avesse vissuto ciò di cui parlava. Infatti nel mio tema lo feci presente e la prof rimase stupita perché ero l'unica ad aver avuto la stessa impressione che aveva avuto lei. Mentre tutti i miei compagni si erano profusi in profondi dibattiti morali, io mi ero concentrata a smascherare l'autrice :D e presi 8 ;)

    ha scritto il 

  • 4

    Cercato e letto

    Sull'onda di Christiane F., questo fu un libro molto cercato, infine trovato e letto in un pomeriggio. Molto forte, ma niente a confronto di Christiane. Scritto in forma diaristica, estremamente veros ...continua

    Sull'onda di Christiane F., questo fu un libro molto cercato, infine trovato e letto in un pomeriggio. Molto forte, ma niente a confronto di Christiane. Scritto in forma diaristica, estremamente verosimile se non è proprio tratto dalla vita reale.

    ha scritto il 

  • 4

    Brutte sensazioni

    Un diario che colpisce, che mette in mostra il degrado e lo squallore del mondo della droga, senza fronzoli. Libro contestato per il contenuto, molto crudo a tratti, e perché si dice che la protagonis ...continua

    Un diario che colpisce, che mette in mostra il degrado e lo squallore del mondo della droga, senza fronzoli. Libro contestato per il contenuto, molto crudo a tratti, e perché si dice che la protagonista non sia mai esistita, come invece si vuol far credere. Nonostante ciò io credo che tutti gli adolescenti, ma anche i pre adolescenti (visti i tempi in cui viviamo) dovrebbero leggerlo: lascia addosso, e giustamente aggiungo, davvero brutte sensazioni.

    ha scritto il 

  • 1

    Questo è il vero diario di una quindicenne tossicodipendente come io sono una vera esperta di fisica delle particelle... Non so se è uscita la notizia ufficiale che è un fake, ma io la penso così. For ...continua

    Questo è il vero diario di una quindicenne tossicodipendente come io sono una vera esperta di fisica delle particelle... Non so se è uscita la notizia ufficiale che è un fake, ma io la penso così. Forse come operazione letteraria un senso ce lo avrà anche, ma costava troppo impegnarsi a scriverlo in modo più realistico?

    ha scritto il 

  • 5

    Un vuoto che è un pieno

    La vita di una giovane ragazza raccontata di suo pugno, sui suoi diari.
    I diari della crudezza, della violenza, della rabbia..
    Pagine di droga, dove si respira una ricerca continua di qualcosa, ma sen ...continua

    La vita di una giovane ragazza raccontata di suo pugno, sui suoi diari.
    I diari della crudezza, della violenza, della rabbia..
    Pagine di droga, dove si respira una ricerca continua di qualcosa, ma senza giungere mai a delle conclusioni certe.
    L'unica certezza è la morte, a cui ci si può arrivare da diverse direzioni.
    La sorte s'affligge aspramente e duramente sul corpo e sulla mente di questa quindicenne e ne annienta aspirazioni e sogni, uccide la sua esistenza con un'arma di cui lei stessa non conosce la potenza e la portata.

    ha scritto il 

Ordina per