Alice: i giorni della droga

di | Editore: Feltrinelli (UE, 967)
Voto medio di 1284
| 138 contributi totali di cui 130 recensioni , 8 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Alice è una quindicenne che appartiene al ceto medio. Sta a dieta e ha una vita amorosa normale. Ottiene buoni voti a scuola e pensa che un giorno le piacerebbe sposarsi. Quando, durante un party, Alice fa un 'viaggio' con la droga, la sua vita cambi ...Continua
Michele75
Ha scritto il 08/05/18

una sciocchezza puerile e datata

Federica.M
Ha scritto il 27/06/17
Lettura adatta per gli adolescenti

Lettura degli anni del liceo, l'opera di per sé a livello artistico non è il massimo, ma fa quel che deve, perché alla me 14enne fece molto riflettere (e a tratti anche spaventare!).

Luca Orlandi
Ha scritto il 20/05/17
È stata una mia lettuea adolescenziale e lo ho volito rileggere per capire cosa potrebbero pensarne le mie figlie adolescenti adesso. Ricodo che allora mi trasmise una enorme tristezza e così è anche oggi. Fa un po di confusione sul tema delle droghe...Continua
mavi
Ha scritto il 23/04/17
In questa ristampa suggerirei vivamente di togliere quella pessima introduzione che, tra l'altro, svela tutto il contenuto del libro in poche righe. Nonostante siano trascorsi così tanti anni dalla scrittura di questo diario (che molti ritengono cost...Continua
Gennaro Cretella
Ha scritto il 15/07/16

Poco realistico rispetto ai ragazzi dello zoo di Berlino... mi sa un po di fake


Tan Tra
Ha scritto il Apr 04, 2017, 13:35
“Una goccia di pioggia mi è appena caduta in fronte, proprio come una lacrima che giunge dal cielo. E’ possibile che le nuvole e i cieli mi piangano addosso? E’ forse possibile che anche Dio pianga per me? Sono davvero sola a questo mondo sconfinato...Continua
Legger_mente
Ha scritto il Apr 30, 2012, 16:38
Tutti hanno raccontato la loro storia tranne me. La mia storia non è degna di essere raccontata. Tutto quello che posso fare è disegnare figure di mostri, di organi interni e odiare.
Legger_mente
Ha scritto il Apr 30, 2012, 16:38
Un tempo credevo d'essere l'unica persona sensibile ma in effetti sono solo una parte infinitesimale di un'umanità dolente. E' un bene che la maggior parte delle persone sanguini dentro, altrimenti questa terra sarebbe veramente sporca, imbrattata di...Continua
Legger_mente
Ha scritto il Apr 30, 2012, 16:36
Ieri mi sembrava d'essere la persona più felice della terra, dell'intera galassia, di tutto il creato. Ma è stato proprio ieri o milioni di anni luce fa?
Jessica
Ha scritto il Oct 08, 2011, 13:33
Un tempo credevo d'essere l'unica persona sensibile ma in effetti sono solo una parte infinitesimale di un'umanità dolente.
Pag. 134

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi