Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Procurar Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Alice no Pais do Espelho

Por

Editor: L&PM

4.0
(750)

Language:Português | Number of Páginas: 194 | Format: Others | Em outros idiomas: (outros idiomas) English , German , Spanish , Italian , French

Isbn-10: 8525411639 | Isbn-13: 9788525411631 | Data de publicação: 

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Do you like Alice no Pais do Espelho ?
Junte-se ao aNobii para ver se os seus amigos já o leram, e descubra livros semelhantes!

Registe-se gratuitamente
Descrição do livro
Sorting by
  • 4

    Un altro bellissimo viaggio immaginario attraverso la fantasia che vede Alice cimentarsi in un crescendo di avventure, trovate spiritose, non-sense, nella moltiplicazione di animali ed esseri fiabeschi parlanti, filastrocche e ammonimenti. Alice è sempre la stessa, curiosa, disponibile verso l’a ...continuar

    Un altro bellissimo viaggio immaginario attraverso la fantasia che vede Alice cimentarsi in un crescendo di avventure, trovate spiritose, non-sense, nella moltiplicazione di animali ed esseri fiabeschi parlanti, filastrocche e ammonimenti. Alice è sempre la stessa, curiosa, disponibile verso l’avventura e il diverso, anche se spesso è confusa di fronte a qualcosa che va contro i suo buon senso di bambina ben educata. Penso che in questo romanzo ci siano più che nelle Avventure di Alice elementi particolari che vanno al di là della comprensione di un bambino, più spunti di riflessione per un adulto; ne sono un esempio le riflessioni sulla padronanza della lingua come strumento di identità, il rapporto con il tempo, con la diversità. Un romanzo dunque complesso e leggero, seri e divertente nello stesso tempo!!

    dito em 

  • 1

    orrendo

    Alice nel paese delle meraviglie mi era piaciuto, nonostante la traduzione qua e là non potesse giocoforza dare al testo lo stesso fascino magico che possiede l’originale. Questo sequel invece è irriconoscibile: scritto male, noioso, senza senso, un’accozzaglia di incontri, dialoghi, scene senza ...continuar

    Alice nel paese delle meraviglie mi era piaciuto, nonostante la traduzione qua e là non potesse giocoforza dare al testo lo stesso fascino magico che possiede l’originale. Questo sequel invece è irriconoscibile: scritto male, noioso, senza senso, un’accozzaglia di incontri, dialoghi, scene senza capo né coda e slegate una dall’altra. Veramente orribile, un giorno e mezzo buttato che nessuno mi restituirà mai.

    dito em 

  • 5

    Questo seguito - rara eccezione - è di gran lunga migliore del primo libro: più lineare ma al contempo con più giochi di parole (magari è merito della traduzione, non so). Da leggere.

    dito em 

  • 0

    Un mondo allo specchio

    Dopo aver scoperto il mondo oltre la tana del coniglio bianco, Alice entra nello specchio di casa sua, visitando un mondo al contrario (giustamente), in cui si ricevono regali quando non è il proprio compleanno e l'abilita di un cavaliere si giudica da come cade bene da cavallo.


    I dialoghi ...continuar

    Dopo aver scoperto il mondo oltre la tana del coniglio bianco, Alice entra nello specchio di casa sua, visitando un mondo al contrario (giustamente), in cui si ricevono regali quando non è il proprio compleanno e l'abilita di un cavaliere si giudica da come cade bene da cavallo.

    I dialoghi sono brillanti, con Carroll che si dimostra un maestro, nei giochi di parola e nello scherzo basato sulla logica.

    dito em 

  • 2

    Attraverso lo specchio

    Il libro è praticamente identico ad Alice nel Paese delle Meraviglie. Tantissimi personaggi particolari con dialoghi zeppi di Nosense. La differenza maggiore con il libro precedente è che qui Alice non fa un viaggio unico, ma a volte si trova improvvisamente in un altro posto con altri personaggi ...continuar

    Il libro è praticamente identico ad Alice nel Paese delle Meraviglie. Tantissimi personaggi particolari con dialoghi zeppi di Nosense. La differenza maggiore con il libro precedente è che qui Alice non fa un viaggio unico, ma a volte si trova improvvisamente in un altro posto con altri personaggi senza sapere come. Ho ritrovato alcuni dei personaggi e delle frasi che Tim Barton ha utilizzato per il ultimo film Alice in Wonderland. Tutto sommato non mi è piaciuto, davvero troppo troppo "campato in aria", come si suol dire.

    dito em 

  • 3

    A differenza del precedente (Alice's Adventures in Wonderland)questo mi ha lasciato un po' così...premetto che avendo visto il cartone animato da bambina, il film di Tim Burton qualche anno fa, e non sapendo minimamente come fosse la trama di Through the Looking Glass, mi sono un po' lasciata fuo ...continuar

    A differenza del precedente (Alice's Adventures in Wonderland)questo mi ha lasciato un po' così...premetto che avendo visto il cartone animato da bambina, il film di Tim Burton qualche anno fa, e non sapendo minimamente come fosse la trama di Through the Looking Glass, mi sono un po' lasciata fuorviare e mi aspettavo chissà cosa; invece ho notato che molti personaggi e molti episodi non erano nemmeno stati presi in considerazione nella stesura del libro, e quindi sono una pura invenzione dei registi.
    La cosa divertente del leggere in inglese questi due libri è provare a immaginare in italiano tutti i giochi di parole scritti in inglese, alcuni semplici da rendere, altri davvero impossibili, motivo per cui penso leggiucchierò presto la traduzione italiana.

    dito em 

  • 2

    Mmm...

    Non mi ha lasciato nulla questo "sequel"... Mi aspettavo che chiarisse qualcosa o avesse collegamenti con "Alice's adventures in Wonderland" o che, perlomeno, al Cappellaio Matto venissero dedicate alcune pagine. E invece nulla di nulla, un mare di nonsense, che io non ho saputo apprezzare. Sarà ...continuar

    Non mi ha lasciato nulla questo "sequel"... Mi aspettavo che chiarisse qualcosa o avesse collegamenti con "Alice's adventures in Wonderland" o che, perlomeno, al Cappellaio Matto venissero dedicate alcune pagine. E invece nulla di nulla, un mare di nonsense, che io non ho saputo apprezzare. Sarà anche l'ostacolo della lingua, ma questo libretto pareva che non finisse più!!!

    dito em 

  • 5

    visionario

    La curiosa bambina – che avevamo lasciato sonnacchiosa sulla sponda del ruscello – si domanda cosa possa esserci al di là dello Specchio. Si sa che con Lewis Carroll realtà e immaginazione sono così vicine da confondersi, così Alice, dopo essersi imbattuta nella poesia del Giabbervocco si ritrova ...continuar

    La curiosa bambina – che avevamo lasciato sonnacchiosa sulla sponda del ruscello – si domanda cosa possa esserci al di là dello Specchio. Si sa che con Lewis Carroll realtà e immaginazione sono così vicine da confondersi, così Alice, dopo essersi imbattuta nella poesia del Giabbervocco si ritrova catapultata all’interno di una scacchiera, disegnata da siepi, alberi, boschi e ruscelli.
    http://www.conviviocreativo.it/2013/01/le-avventure-di-alice-proseguono-attraverso-lo-specchio-e-quel-che-alice-vi-trovo-di-lewis-carroll/

    dito em 

  • 5

    Excelente libro, tan bueno como su antecesor. Esta vez, los naipes son reemplazados por el ajedrez, y a través del tablero, la protagonista tendrá la oportunidad de conocer a personajes tan disparatados como los de la primera entrega. Por cierto, la historia es totalmente independiente, y no es n ...continuar

    Excelente libro, tan bueno como su antecesor. Esta vez, los naipes son reemplazados por el ajedrez, y a través del tablero, la protagonista tendrá la oportunidad de conocer a personajes tan disparatados como los de la primera entrega. Por cierto, la historia es totalmente independiente, y no es necesario haber leído "Alicia en el país de las maravillas" para disfrutar "A través del espejo". De todos modos, ambas obras son absolutamente recomendables, tanto para niños como para adultos.

    dito em 

  • 3

    “La settima Casella è tutta foresta.. ma uno dei Cavalieri ti indicherà la via .. e nell’ottava Casella noi saremo Regine insieme, e tutto sarà festa e allegria.”


    Per quanto mi sforzi, non riesco ad avere ricordi di mia madre mentre mi racconta la favola di Alice nel paese delle ...continuar

    “La settima Casella è tutta foresta.. ma uno dei Cavalieri ti indicherà la via .. e nell’ottava Casella noi saremo Regine insieme, e tutto sarà festa e allegria.”

    Per quanto mi sforzi, non riesco ad avere ricordi di mia madre mentre mi racconta la favola di Alice nel paese delle meraviglie e neppure ricordo di averla mai letta o forse non era una delle fiabe che preferivo. Sicuramente non è una fiaba iniziatica e il seguito, ‘Attraverso lo specchio’, non parla neppure di scacchi nel senso che immaginavo.
    Molti i personaggi stravaganti che Alice incontra durante il suo cammino per diventare regina – Tuidledum e Tuidledì, Unto Dunto, il cavaliere, le regine –, peccato non poter apprezzare appieno il senso dei giochi di parole, delle poesie, delle filastrocche e dei modi di dire della versione originale.

    dito em 

Sorting by