Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Alien

Di

Editore: Fabbri Editore

3.7
(318)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 214 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Spagnolo , Tedesco

Isbn-10: A000015005 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Altri , Tascabile economico

Genere: Fiction & Literature , Horror , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Alien?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Terrificante a dir poco

    La tensione si sente in ogni virgola, in ogni riga.
    Sebbene, come nel film di Scott, il mostro non compaia se non dopo un tempo che oggi per noi, consumatori moderni di cinema, sembrerebbe un'intera era geologica, la paura striscia lentamente da pagina 1 fino a pagina 200.
    Cresce, si ...continua

    La tensione si sente in ogni virgola, in ogni riga.
    Sebbene, come nel film di Scott, il mostro non compaia se non dopo un tempo che oggi per noi, consumatori moderni di cinema, sembrerebbe un'intera era geologica, la paura striscia lentamente da pagina 1 fino a pagina 200.
    Cresce, si nutre della tua attesa. Resta in agguato e poi ti cattura.
    Consigliato.
    Unica pecca: il film toglie quello che il libro dà. Alien è la pellicola, non questo libro, per quanto possa dispiacere.

    ha scritto il 

  • 2

    Una pedissequa trasposizione su carta della pellicola cinematografica scritta e sceneggiata da O'Bannon e Shusett e diretta da Ridley Scott.
    Il piattume che ne risulta non rende giustizia, anzi rovina la magnifica angoscia che scaturisce dai silenzi e dalle oscurità che caratterizzano l'ope ...continua

    Una pedissequa trasposizione su carta della pellicola cinematografica scritta e sceneggiata da O'Bannon e Shusett e diretta da Ridley Scott.
    Il piattume che ne risulta non rende giustizia, anzi rovina la magnifica angoscia che scaturisce dai silenzi e dalle oscurità che caratterizzano l'opera originale.

    ha scritto il 

  • 4

    Il primo impatto con questo romanzo di Foster mi ha fatto un po arrabbiare....Si, perché una volta di più l'editore non ha saputo trattenersi dallo spacciare un lavoro per qualcosa che non è:nello specifico ci viene fatto credere che questo sia il romanzo da cui è stato tratto il primo film "Alie ...continua

    Il primo impatto con questo romanzo di Foster mi ha fatto un po arrabbiare....Si, perché una volta di più l'editore non ha saputo trattenersi dallo spacciare un lavoro per qualcosa che non è:nello specifico ci viene fatto credere che questo sia il romanzo da cui è stato tratto il primo film "Alien", il capolavoro di Ridley Scott.Nella realtà è vero l'esatto contrario:Foster ha adattato la sceneggiatura di Dan O'Bannon e ha creato questa "novelisation".La quale mi ha piacevolmente sorpreso perchè il livello medio di opere realizzate in questa maniera è di solito desolatamente basso.Qui invece, ci troviamo di fronte ad un lavoro che, pur puzzando di operazione commerciale lontano "1000 anni luce" (tanto per restare in tema"...) non fa rimpiangere in maniera eccessiva il capolavoro filmico.Certo, il romanzo è privo dei tanti rimandi escatologici, sessuali e quasi religiosi di cui il lavoro di Scott faceva vanto ma nello stesso tempo si conferma una valida lettura d'intrattenimento, ottimo ritmo, grande aderenza alle vicende del film, e una narrazione che, se non fa gridare al miracolo per qualità si conferma funzionale al racconto.Per chi abbia già visto la pellicola non c'è nulla di nuovo ma il mio consiglio è di leggere comunque questo lavoro, perché, come il film dal quale è tratto, difficilmente vi annoierà.Il voto reale sarebbe tra le tre e le quattro stelle ma ho deciso di arrotondare per eccesso proprio perché in operazioni commerciali di questi tipo cadere nel ridicolo è molto facile.In questo caso, invece, Foster regge il tutto con adeguata professionalità.Bravo!!

    ha scritto il 

  • 3

    Mah, il libro non è male, ma sono rimasta un po' delusa.
    In linea con il successo del film (e delle "puntate" successive) pensavo che sarebbe stato più inquietante e pauroso...
    Invece è piacevole da leggere, in alcuni punti mette un po' di tensione...ma i libri che fanno veramente pau ...continua

    Mah, il libro non è male, ma sono rimasta un po' delusa.
    In linea con il successo del film (e delle "puntate" successive) pensavo che sarebbe stato più inquietante e pauroso...
    Invece è piacevole da leggere, in alcuni punti mette un po' di tensione...ma i libri che fanno veramente paura sono altri!

    ha scritto il 

  • 4

    Uno dei rarissimi casi in cui il film mi è piaciuto più del libro (che ho letto dopo aver visto al cinema il film).Certo ,nel film si è sempre sul "chi va là",si aspetta sempre che quella "bestia schifosa" salti fuori da dietro l'angolo.Una strizza a vederlo a 17 anni e anche adesso regge il temp ...continua

    Uno dei rarissimi casi in cui il film mi è piaciuto più del libro (che ho letto dopo aver visto al cinema il film).Certo ,nel film si è sempre sul "chi va là",si aspetta sempre che quella "bestia schifosa" salti fuori da dietro l'angolo.Una strizza a vederlo a 17 anni e anche adesso regge il tempo che passa senza mostrare troppo gli anni che ha.La Sigourney era la mia idola e Jones dopo parecchi anni è diventato uno dei miei gatti "della vita"^^,per dire come mi era rimasto impresso nella mente^^

    ha scritto il 

  • 5

    Un capolavoro sottovalutato

    A mio avviso un ottima trasposizione dalla sceneggiatura ufficiale (il libro non è proprio postumo, ma è stato scritto mentre il film veniva girato).


    Riesce anche meglio del film a regalare quelle sensazioni di terrore, solitudine e ansia che cerco costantemente in opere come questa. Scrit ...continua

    A mio avviso un ottima trasposizione dalla sceneggiatura ufficiale (il libro non è proprio postumo, ma è stato scritto mentre il film veniva girato).

    Riesce anche meglio del film a regalare quelle sensazioni di terrore, solitudine e ansia che cerco costantemente in opere come questa. Scritto assai bene, scorre velocemente e senza grossi impedimenti nella lettura, dettagliate quanto basta le descrizioni, più che realistiche le conversazioni tra i personaggi.

    Assolutamente consigliato agli amanti dei generi horror e fantascienza.

    ha scritto il