All'ordine del giorno è il terrore

Voto medio di 12
| 10 contributi totali di cui 2 recensioni , 8 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Gli attentati dell'11 settembre hanno messo all'ordine del giorno il terrore.Ma più giusto sarebbe dire che ce l'hanno rimesso. Perché il terrorecostituisce fin dalle sue origini rivoluzionarie il compagno segreto dellanostra modernit&a ...Continua
Caboto
Ha scritto il 11/08/15
Troppi ingredienti
Proprio vero che i saggi sono come le ricette: se ci si infilano dentro troppi ingredienti, si rischia di avere sapori bizzarri e coprire quell'erbetta di solito così essenziale. I saggi di Daniele Giglioli sono sempre stimolanti ma rispondono anzitu...Continua
Rudy Waltz
Ha scritto il 17/07/08
Alcune considerazioni su questo libro che ripercorre le tipologie e le strategie di rappresentazione del terrorista e del terrorismo nella letteratura (e, successivamente, nei media) dalla Rivoluzione francese a oggi. 1) Pro: È un libro pieno di dubb...Continua

Liza.
Ha scritto il Nov 03, 2009, 18:05
Tra la fine degli anni settanta e l'inizio del Novecento Russia, Europa e America furono investite da un'ondata di attentati terroristici, e molti sovrani, presidenti e uomini politici vi persero la vita. Ma gli equilibri sociali non ne furono granch...Continua
Pag. 58
Liza.
Ha scritto il Oct 29, 2009, 17:39
Il futuro è l'unico imperativo categorico. Quello che deve essere sarà. E' tutto. Non c'è altro.
Pag. 56
Liza.
Ha scritto il Oct 29, 2009, 17:39
[...] negli anni della rivoluzione, Sade argomentava la non punibilità del crimine: seguendo le nostre inclinazioni, quali che siano, obbediamo alla natura, e ne completiamo l'opera, che è tanto di annientare quanto di generare nuova vita. Nulla è pe...Continua
Pag. 56
Liza.
Ha scritto il Oct 29, 2009, 11:43
"La natura segue implacabilmente le sue leggi; e l'uomo è distrutto quando entra in conflitto con esse. [...]"
Pag. 55
Liza.
Ha scritto il Oct 29, 2009, 10:59
[...] il romantico è una vittima che assume il punto di vista dell'oppressore. E' lui stesso il primo ad accusarsi di aver profanato la sacra divinità della natura penetrandola col potere della mente: comprenderla equivale a distruggerla - a rimpicci...Continua
Pag. 54

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi