Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

All Together Dead

A True Blood Novel (Sookie Stackhouse Vampire Myst)

By

Publisher: Orion Publishing Co

4.0
(909)

Language:English | Number of Pages: 336 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) French , Italian , Spanish

Isbn-10: 0575083905 | Isbn-13: 9780575083905 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Mass Market Paperback , eBook , Audio CD

Category: Fiction & Literature , Romance , Science Fiction & Fantasy

Do you like All Together Dead ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sookie's beginning to get used to being surrounded by all varieties of undead, changeling, shapeshifting and other supernatural beings - but even she has her limits. She'd really like to take a while to get over being betrayed by Bill, her long-time vampire lover, and get used to her new relationship with the sexy shapeshifter Quinn - but instead, she finds herself attending the long-planned vampire summit, the destination of choice for every undead power player around, as a sort-of human 'Geiger counter' for Sophie-Anne Leclerq, vampire queen of Louisiana. But the job is fraught with difficulties. Sophie-Anne's power base has been severely weakened by Hurricane Katrina, and she's about to be put on trial during the event for murdering her king. Sookie knows the queen is innocent, but she's hardly prepared for other shocking murders: it looks like there are some vamps who would like to finish what nature started. With secret alliances and backroom deals the order of the day -and night - Sookie must decide which side she'll stand with - and quickly, for her choice may mean the difference between survival and all-out catastrophe.
Sorting by
  • 2

    Senso di affaticamento

    Sarà che era diverso tempo che avevo interrotto la lettura dei romanzi appartenenti a questa serie ma devo ammettere che è stato piuttosto faticoso arrivare alla fine di questo libro. I precedenti mi avevano appassionato di più sia per quanto concerne la storia ma anche e soprattutto per la carat ...continue

    Sarà che era diverso tempo che avevo interrotto la lettura dei romanzi appartenenti a questa serie ma devo ammettere che è stato piuttosto faticoso arrivare alla fine di questo libro. I precedenti mi avevano appassionato di più sia per quanto concerne la storia ma anche e soprattutto per la caratterizzazione dei personaggi. Ad ogni modo spero che sia solo un "incidente di percorso".

    said on 

  • 3

    El séptimo libro de esta saga y pues creó que el comienzo algo lento, pero me gusto me quedo con ganas de más Erik que sin duda es mi favorito. No es de mis favoritos este libro pero cumple entretenido.

    said on 

  • 2

    Più che si va avanti, più che questa saga perde brio. La trama è sempre carina e Sookie adorabile (per non parlare di Eric), ma manca un po' lo stile spumeggiante dei primi tre/quattro libri. Riprenditi Charlaine, su!

    said on 

  • 4

    Comienzo más lento de lo que me tiene acostumbrada Harris, aunque se compensa con un final trepidante. No es el que más me gusta de la saga pero me deja con ganas de más, sobretodo más Eric.

    said on 

  • 3

    Molto fumettoso. Credo che sarebbe molto più piacevole a questo punto farne dei fumetti. La descrizione di azioni quotidiane e inutili alla trama o allo sviluppo dei personaggi appesantisce tantissimo. I disegni aiuterebbero.

    said on 

  • 0

    Arrivare alla fine di un libro con l’impressione di non avere molto da dirne, non è un dato veramente preoccupante. In particolare, non se si tratta della Southern Vampire series di Charlaine Harris. Innanzitutto, perché non sempre di un libro si devono necessariamente avere un’opinione e una lis ...continue

    Arrivare alla fine di un libro con l’impressione di non avere molto da dirne, non è un dato veramente preoccupante. In particolare, non se si tratta della Southern Vampire series di Charlaine Harris. Innanzitutto, perché non sempre di un libro si devono necessariamente avere un’opinione e una lista critica di elogi, appunti e rimproveri (è così piacevole e confortevole ogni tanto godersi un libro come accoglienti lettori e non vivisezionarlo come recensori!); poi perché, in questo caso, si tratta del settimo volume della saga e quindi la fatica potrebbe risiedere nel trovare parole nuove e differenti dalle precedenti; ma, soprattutto, perché proprio in questa assenza di valutazioni e osservazioni sta il bello dei libri della Harris, che sono sempre un’onesta, dichiarata e fedele opera di intrattenimento leggero, talvolta persino frivolo, spesso non politically correct.
    Oh, sì, certo, l’input che da’ il via alla serie (l’outing dei vampiri e il loro combattuto – tra esaltazione e discriminazione – inserimento nella compagine umana) ha una forte valenza sociale e assume lungo i libri il compito di specchio della società e talvolta di denuncia dell’avversione per il diverso. E un nutrito repertorio di scene crude, situazioni drammatiche, morti violente, arricchisce ogni trama dal primo libro. Ma nell’ingenua e ironica solarità che contraddistingue nei primi volumi la protagonista Sookie (io-narrante e filtro di tutto ciò che vediamo, sentiamo e veniamo a sapere di questo mondo in cui i “mostri” camminano alla luce del sole – bhe, per modo di dire, trattandosi di vampiri) e nel suo schietto piglio pratico, un poco al di sopra delle leggi e della morale comune, acquisito negli ultimi libri, ogni dramma, ogni ingiustizia, ogni tragedia, vengono ridimensionati, accolti, sublimati. Così che a libro chiuso rimangono solo un vago senso di stanchezza – per tutto quel che si è affrontato con lei e attraverso di lei – e quel piacere soddisfatto e appagato di quando si è finita una sessione di allenamento o si è raggiunta la meta dopo una faticosa escursione in montagna.

    Continua qui:
    http://www.diariodipensieripersi.com/2012/09/morti-tutti-insieme-settimo-libro-della.html

    said on