Alla destra del padre

Di

Editore: Nord

3.4
(40)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 587 | Formato: Altri

Isbn-10: 8842914002 | Isbn-13: 9788842914006 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: G. Zuddas

Genere: Mistero & Gialli , Religione & Spiritualità , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Alla destra del padre?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Il mondo è sconvolto dalla breve ma disastrosa guerra nucleare tra India,Pakistan e Cina. Christopher - colui che è stato clonato dalle celluleritrovate sulla Sindone di Torino - è entrato nel Consiglio di sicurezzadell'ONU, ma non vuole interferire sul destino dell'umanità. La storia devefare il suo corso e, con essa, deve proseguire il cammino dell'uomo verso laNuova Era, anche se tale cammino sarà un percorso di sofferenza. È per questomotivo che decide di non ostacolare Cohen e san Giovanni, i profetidell'Apocalisse, i quali lanciano nuovi avvertimenti e profezie. Inparticolare, i due annunciano l'impatto sulla Terra di tre asteroidi, cheporteranno morte e distruzione.
Ordina per
  • 3

    La trasposizione dell'Apocalisse

    E' il seguito (e la conclusione) del romanzo "A sua immagine" (pubblicato anche come "L'uomo della Sindone"). Il volume riunisce il secondo e il terzo romanzo del ciclo ("Birth of an Age" e "Acts of G ...continua

    E' il seguito (e la conclusione) del romanzo "A sua immagine" (pubblicato anche come "L'uomo della Sindone"). Il volume riunisce il secondo e il terzo romanzo del ciclo ("Birth of an Age" e "Acts of God").
    L'ho letto a distanza di anni dal primo, di cui non ho alcun ricordo se non che mi era piaciuto poco. Malgrado sia privo di "riassunto della prima parte", si affronta senza problemi anche senza aver letto "A sua immagine".

    Ci vuole un certo coraggio e una buona dose di faccia tosta da parte dell'editore a definire questo romanzo "un thriller teologico"! Se il primo romanzo poteva avere una parvenza di storia fantascientifica, con la clonazione di Gesù Cristo a partire da alcune cellule della Sindone, qui si vira decisamente verso il soprannaturale-apocalittico-biblico, con centinaia di riferimenti biblici nelle note a piè di pagina. Si tratta in pratica della trasposizione dell'ultimo libro della Bibbia, l'Apocalisse, le cui profezie si realizzano concretamente, una dopo l'altra.
    Il filone apocalittico-biblico ha grande successo tra i protestanti americani (vedi anche il fortunato ciclo di "Left Behind - Gli esclusi" che riprende pari pari le stesse tematiche in decine di romanzi, o il telefilm "The Leftovers - Svaniti nel nulla" che si preannuncia una fotocopia o giù di lì). Il gusto italiano è diverso, e romanzi di questo genere lasciano sempre un po' perplessi...

    Assolutamente da evitare l'iniziale "Nota importante dell'autore" se non ci si vuole rovinare la lettura del libro.

    ha scritto il 

  • 3

    Fair is foul and foul is fair

    "Ho iniziato a studiare le profezie bibliche una trentina di anni fa. Desideravo capire quali scenari prospettassero le Scritture per il futuro dell'umanità. Alcune parti sono semplici - i riferimenti ...continua

    "Ho iniziato a studiare le profezie bibliche una trentina di anni fa. Desideravo capire quali scenari prospettassero le Scritture per il futuro dell'umanità. Alcune parti sono semplici - i riferimenti a terremoti, carestie e guerre non hanno bisogno di interpretazioni - altre sono più oscure e vanno contestualizzate. Che cosa significa ”il mare diventa sangue“? Chi sono le ”locuste con facce di uomo“? Dai miei studi mi fu subito chiaro che si prefigurava l'avvento di un Anticristo che avrebbe guidato la ribellione contro Dio. Non riuscivo però a comprendere che cosa potesse indurre la gente a seguirlo. La profezia lo chiama ”demonio“ e ne annuncia la sconfitta: perché allora abbracciare una causa persa? Col passare degli anni ho trovato alcune interessanti risposte ai miei quesiti, attingendo a varie discipline: la storia delle religioni, il sapere scientifico, la psicologia, la politica. Nel puzzle che andava componendosi vi erano quattro tasselli fondamentali: 1) lo studio scientifico della Sindone (1978), 2) la scienza della clonazione, 3) l'esplosione della New Age, 4) le profezie del libro di Rivelazione. Da qui sono partito per scrivere la mia storia che è lievitata al punto da diventare una trilogia".

    "La ricerca della verità è spesso ardua ed è inevitabilmente inquinata da pregiudizi. È difficile trovare un accordo tra scienziati e teologi, e anche tra gli stessi uomini di scienza qualche volta sorgono diatribe. Credono tutti di essere nel giusto e non riconoscono quanto di buono esprime la controparte: in passato la Chiesa si scagliò duramente contro le teorie di Copernico, che aveva scoperto che la Terra non era al centro dell'universo. La questione è assai complessa. Manca ad esempio una definizione univoca di ”verità“. In che modo poi possiamo conciliare la nostra idea di verità con la realtà quotidiana? Il dibattito fra evoluzionisti e creazionisti è sempre acceso: non è semplice stabilire se l'universo sia frutto del caso o di un'entità superiore, anche se mi sembra di poter dire che ultimamente tutti concordano sul fatto che vi sia un certo ordine e coerenza. Non parlerei comunque di ”conflitto“ tra scienza e religione ai giorni nostri, perlomeno non tra le persone più equilibrate ed informate dei due schieramenti".

    Questo dice l'autore in un'intervista che ho trovato sul web. Tematiche come la religione e la Fede sono sempre difficili da affrontare, soprattutto in un romanzo. Per quanto un po' eccessivo in alcuni punti e con un finale che non soddisfa pienamente, questo libro presenta una serie di concetti e temi che fanno riflettere parecchio e che mostrano quanto sia facile interpretare in modi diversi fatti e scritti.

    ha scritto il 

  • 2

    L'ho letto perché è il seguito di A sua immagine , che non mi era dispiaciuto, ma non aveva il finale. Questo libro il finale ce l'ha, però non è all'altezza del precedente: c'è solo un vero colp ...continua

    L'ho letto perché è il seguito di A sua immagine <b/>, che non mi era dispiaciuto, ma non aveva il finale. Questo libro il finale ce l'ha, però non è all'altezza del precedente: c'è solo un vero colpo di scena, ma tutte quelle pagine sono troppe. Non lo consiglio.

    ha scritto il 

  • 3

    E' un libro molto strano, per certi versi affascinante per altri mostruosamente disturbante. Si discetta molto di Apocalisse, di Dio e di Satana, di Cristo e Anticristo... e soprattutto di flagelli di ...continua

    E' un libro molto strano, per certi versi affascinante per altri mostruosamente disturbante. Si discetta molto di Apocalisse, di Dio e di Satana, di Cristo e Anticristo... e soprattutto di flagelli divini e di fine del mondo. Lascia molte perplessità... logiche e narrative!

    ha scritto il