Alma de luz

Firelight, 3: Hidden

By

Publisher: Bruño

3.7
(171)

Language: Español | Number of Pages: 320 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Italian , German

Isbn-10: 8421679643 | Isbn-13: 9788421679647 | Publish date:  | Edition 1

Also available as: eBook

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Do you like Alma de luz ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
La huida de Jacinda y Will ha arrastrado a Tamra y a Cassian hasta el cuartel general de los enkros, el misterioso lugar donde acaban los drakis capturados por los cazadores. Allí está atrapada Miram, la hermana de Cassian, a la que Jacinda desea rescatar antes de emprender una nueva vida. Para ello, no le quedará más remedio que convertirse también en prisionera. Una vez dentro, en el corazón de las tinieblas, la joven descubrirá qué terribles secretos ocultan los enkros y comprenderá que ni siquiera con la ayuda de Tamra, Cassian y Will hay garantías de sobrevivir en un mundo lleno de enemigos insospechados que resulta cada vez más peligroso. Intentar escapar es solo el principio de una larga cadena de amenazas y revelaciones sorprendentes
Sorting by
  • 3

    "Intreccio le dita a quelle di Will. Premo il palmo contro il suo e sento il ritmo dei due cuori che battono insieme. «Andiamo» esulto, mentre esco dall’ombra e vado verso la luce."

    Siamo arrivati alla fine di questa trilogia e il mio voto non cambia: scorrevole senza dubbio ma di una superficialità tale da lasciare basiti! XD Vorrei poter dire che con questo ultimo volume tutti ...continue

    Siamo arrivati alla fine di questa trilogia e il mio voto non cambia: scorrevole senza dubbio ma di una superficialità tale da lasciare basiti! XD Vorrei poter dire che con questo ultimo volume tutti i nodi vengono al pettine, tutto viene spiegato e chiarito ma purtroppo il finale non è affatto esplicativo e ti lascia molto insoddisfatto....molte nuove rivelazioni (e personaggi!) sono buttate lì per "utilità" nel far scorrere la trama e poi appena non reputate più necessarie lasciate abbandonate (e il lettore rimane con un grosso punto interrogativo....e senza la grande battaglia promessa!) così come vecchi buchi da riempire vengono ignorati parzialmente o totalmente! D: . Jacinda si conferma come personaggio antipatico e inutile fino alla fine e se non fosse per i suoi due boys verrebbe seccata una pagina si e l'altra pure XD Personalmente ho sempre tifato per Will e da questo punto di vista sono soddisfatta (anche se quel legame con Cassian mi disturba assai...speravo si risolvesse in un modo o nell'altro e invece nada >.

    said on 

  • 3

    Es una trilogía muy ligera de leer, yo la leí entera en 4 días, aunque no me atrae mucho el genero romance, quise leerla ya que me gusta mucho la fantasía, así que le di una oportunidad. Este ultimo ...continue

    Es una trilogía muy ligera de leer, yo la leí entera en 4 días, aunque no me atrae mucho el genero romance, quise leerla ya que me gusta mucho la fantasía, así que le di una oportunidad. Este ultimo libro me dejo con un saber algo agrio de boca, y con esto me refiero al final. Yo diría que la solución al misterio fue un poco floja, me dejo un poco inconforme, pero aun así lo disfrute de principio a fin. Yo diría que es muy recomendable esta trilogía para pasar el rato.

    said on 

  • 4

    Con il terzo e ultimo capitolo della trilogia, siamo tornati agli standard del primo libro: se il secondo è calato, "Hidden" è stato interessante, incalzante e scorrevole, nonché ricco di eventi.
    Ho n ...continue

    Con il terzo e ultimo capitolo della trilogia, siamo tornati agli standard del primo libro: se il secondo è calato, "Hidden" è stato interessante, incalzante e scorrevole, nonché ricco di eventi.
    Ho notato - di nuovo - un po' di approssimatività da parte dell'autrice, e un po' mi dispiace che non abbia risolto una questione più generica che si è venuta a creare ma che non riguarda il clan di Jacinda in particolare, facendomi chiedere irrimediabilmente che ne sarà del destino di alcuni Draki.
    Comunque, un degno finale se non fosse per questo neo!

    said on 

  • 3

    Sempre avvincente

    Anche in questo volume la storia è sempre avvincente. Come ho detto io però tifavo per Cassian e il suo finale mi ha lasciato un po' l'amaro in bocca... Ci vorrebbe un libro solo per lui. Saga comunqu ...continue

    Anche in questo volume la storia è sempre avvincente. Come ho detto io però tifavo per Cassian e il suo finale mi ha lasciato un po' l'amaro in bocca... Ci vorrebbe un libro solo per lui. Saga comunque bellissima. I draki saranno sempre nel mio cuore 💖

    said on 

  • 3

    http://nuemiel-mundos.blogspot.com.es/2014/12/trilogia-firelight.html

    En general la trilogía es muy fácil de leer, ligera y agradable. No aporta nada nuevo al género juvenil, su único objetivo es entretener y brindar al lector unas cuantas horas de distracción y sosiego ...continue

    En general la trilogía es muy fácil de leer, ligera y agradable. No aporta nada nuevo al género juvenil, su único objetivo es entretener y brindar al lector unas cuantas horas de distracción y sosiego.

    La historia es otra versión moderna de Romeo y Julieta; aquí Romeo es un cazador y Julieta escupe fuego. La trama es predecible y no esconde grandes sorpresas ni giros argumentales. Esto a muchos puede que no les guste y acaben abandonando el libro, pero para mí fue lo contrario. En muchos capítulos pensaba "si yo fuera la autora, haría esto o lo otro", y la mayoría de las veces acertaba. Fue una especie de juego que me propuse a lo largo de la trilogía y era divertido ver con qué precisión era capaz de adivinar lo que iba a ocurrir. Todo esto me animaba a seguir leyendo y, para qué negarlo, me gustaba mucho cómo se desarrollaba la historia.

    El estilo de la escritora fue otro de los alicientes. Me encanta cómo emplea las metáforas y las descripciones para mostrarnos las forma de ser y de pensar de la protagonista. Lo que más me gustó fueron los drakis, criaturas medio humanas descendientes de los dragones. Me parece fantástica y muy ingeniosa la idea, aunque me hubiera gustado que profundizara más en su historia y explicara cómo los dragones y humanos acabaron compartiendo descendencia... Las descripciones cuando pasan de forma humana a dragón son estupendas, era capaz de ver con toda claridad la transformación e imaginarme las sensaciones que experimenta Jacinda.

    Por otro lado están los cazadores. Instintivamente los odias, pero cuando conoces a Will y explica por qué cazan a los dragones, entiendes que no todo es blanco o negro. Los cazadores piensan que los dragones son criaturas extrañas y peligrosas, y que su misión es eliminarlos para asegurar la tranquilidad en todo el mundo. ¿Cuántas películas tienen esa premisa? Cientos. Me gusta que la autora muestre las dos versiones de un enfrentamiento.

    Sin embargo, aunque se centra mucho en describir las sensaciones y sentimientos de los personajes, éstos siguen siendo muy planos. No los conocemos en profundidad y no sabemos cómo son, tan solo se araña la superficie.

    A la única que podemos conocer bien es a Jacinda porque la historia está narrada desde su punto de vista. En cada capítulo te transmite su amor por el vuelo, por ser un draki y su malestar al ser diferente incluso dentro de su especie. A lo largo de la historia empatizas con ella, sientes su frustración y su negativa a dejar morir su lado draki. Llegas a cogerle manía a su madre y a Tamra, su hermana, por querer obligarla a convertirse en humana. Sin embargo, Jacinda no deja de ser una chica de 16 años, por lo que su comportamiento no siempre es el más sensato. Su relación con Will resulta demasiado forzada, casi de la noche a la mañana se están profesando amor. Su continuo tira y afloja es bastante irritante, incluso cargante, y llegados al tercer libro, la autora ya no sabía cómo describir los besos sin caer en la repetición.

    Como ya he dicho, he disfrutado mucho con la lectura de la trilogía, aunque Hidden se me hizo algo más pesado. En este libro Jacinda se comporta de forma tan altruista que resulta irritante. Tiene un alto sentido de la responsabilidad, siente que debe estar pendiente de todo el mundo, hasta cuando ya no la necesitan. Si fuera ella, yo me largaría de una vez. Bastante ha ayudado a los demás y casi nadie se lo agradece, ¡que se apañen sin ella! También sufre lo que llamo "el síndrome boomerang", da igual las ganas que tenga de abandonar a su manada, que siempre acaba regresando por diferentes motivos; hasta los propios personajes se cachondean de ella con este asunto.

    El final es bastante abierto y podría haber una continuación si la autora quisiera, pero ya dijo que no haría más libros. Cuando terminas de leer sientes que falta algo, que es una buena historia pero sientes que no la han pulido lo suficiente para sacarle todo su potencial. Una lástima porque a mí me ha gustado bastante.

    Saludos ;)

    said on 

  • 5

    FORTI SPOILER!!!

    Anche questo terzo e ultimo volume bellissimo e scorrevole nella lettura.
    Mi mancheranno questi personaggi, mi è piaciuta molto come trilogia e la storia è davvero bella.
    Finalmente Jacinda e Will pos ...continue

    Anche questo terzo e ultimo volume bellissimo e scorrevole nella lettura.
    Mi mancheranno questi personaggi, mi è piaciuta molto come trilogia e la storia è davvero bella.
    Finalmente Jacinda e Will possono stare insieme, anche Tamra ha trovato qualcuno e può essere felice anche lei.
    Severin, Jabel e altri hanno pagato, i cacciatori hanno pagato.
    Mi dispiace comunque alla fine per Miriam, era odiosa ma… Cassian non so… sembra leggermente migliorato, ma rimane antipatico e stronzo per quello che ha fatto prima.
    Per fortuna ritrovano anche la madre.
    Lo consiglio!!!

    said on 

  • 3

    Dispersivo, una trilogia che emoziona, che però perde i pezzi lungo la strada...

    Jacinta è pronta: si fingerà docile e si farà catturare per salvare Miriam; non si rende conto che la sua scelta cambierà radicalmente il suo modo di vedere il mondo perché nella fortezza del nemico a ...continue

    Jacinta è pronta: si fingerà docile e si farà catturare per salvare Miriam; non si rende conto che la sua scelta cambierà radicalmente il suo modo di vedere il mondo perché nella fortezza del nemico accadono cose spaventose i Draki sono solo cavie da laboratorio...
    Non posso negare che la narrazione mi abbia coinvolto, finendo per farmi divorare il volume persino nelle tarde ore della notte, e pura ci sono troppi elementi lasciati liberi senza che lettore possa sapere quale percorso prenderanno i protagonisti in merito l'esempio più eclatante e quello della scoperta del laboratorio degli Enonk un luogo di massima sicurezza da cui Jacinta riesce a scappare, ma di cui non si fa più riferimento per il resto del volume nemmeno tra le prospettive del clan Draki, è una cosa che destabilizza la struttura narrativa, se l'autrice avesse tappato queste falle la lettura risulterebbe molto più chiara e soprattutto con un definitivo finale.
    Ci sono poi anche altre pecche: i nuovi personaggi che entrano in scena e soprattutto alcuni di quelli dei passati volumi sembrano semplici comparse degni di qualche battuta e nulla più, anche qui una maggiore cura avrebbe dato molta più soddisfazione.
    Mi sento di concedere tre stelle, e sono magnanima, ho amato molto la storia che l'autrice ha voluto trasmetterci ma l'ho fatto nella maniera sbagliata in tre mini volumi che invece avrebbero potuto ospitare molto di più. Lo consiglio agli amanti degli Urban Fantasy che non hanno troppe pretese in questo genere che si aspettano azione, amori, complotti, senza però avere troppa cura.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    1

    Che libro inutile!!!

    Will, Will, Will, Will, Will, Will, Will, Will, Will, Will e Will. Che due OO!
    Prevedibile, scontato, banale e soprattutto irritante.
    I punti maggiormente senza senso:
    1 vanno a salvare Miriam, nel f ...continue

    Will, Will, Will, Will, Will, Will, Will, Will, Will, Will e Will. Che due OO!
    Prevedibile, scontato, banale e soprattutto irritante.
    I punti maggiormente senza senso:
    1 vanno a salvare Miriam, nel frattempo salvano tutti i prigionieri che scappano (ma probabilmente saranno ricatturati tutti per via del chip che gli hanno inserito, però non è dato saperlo. Rimarrà un mistero). Loro si fermano per salvare la piccola draki che, a sua volta, si ferma a salvare il draki cattivo, perdono così l’attimo e sono tutti imprigionati. Ovviamente, alla fine, salvano l’inutile Miriam e, per fuggire, sacrificano uno tra i draki più potenti. Bello scambio! Ovviamente la piccola draki che è stata la causa del disastro, una volta fuori se ne va per i fatti suoi, lasciando così un grosso interrogativo sul suo destino.
    2 non ci ho creduto per mezzo secondo alla morte di Cassian. Ma come ha fatto a liberarsi? Che cosa gli hanno fatto nel frattempo? Perché Jacinda aveva perso il legame con lui se non è morto? Boh!
    3 era più che ovvio che il chip fosse un trasmettitore.
    4 chi sono gli enkros? Non si sa. Sappiamo solo che sono dei tizi in camice che da anni studiano e fanno degli esperimenti sui draki, perché? Boh! Da dove arrivano? E chi lo sa. Che scopo hanno? Bella domanda. Tra l’altro, alcuni, sono veramente stupidi: trovo molto improbabile che questi, dopo anni e anni di osservazioni, non si siano ancora accorti che i draki sono, non solo intelligenti, ma sono molti di più dei semplici animali che loro pensano.
    5 dopo tutto quello che hanno fatto per salvare l’inutile Miriam questa, dopo essersi pentita di tutti gli errori e le cattiverie fatte è pugnalata a morte dalla zia; la quale è anche colei che aveva tradito (come ci sia riuscita non si sa) il padre di Jace facendolo catturare dagli enkros. Ovviamente dopo l’omicidio sparisce e non si sa che fine faccia.
    6 dopo anni passati a struggersi per Cassian, e bloccare così qualsiasi cosa potesse esserci tra il draki onice e la gemella, a Tamra bastano dieci secondi di sguardi con un draki selvaggio, che non riesce a demanifestarsi, per innamorarsene.
    7 Il più bel personaggio della serie, Cassian, è stato utilizzato e, soprattutto, trattato veramente male. Lui che si è dimostrato un grande leader, che per anni ha ragionato in ottica di diventare il capo del clan, lo si fa andare via. In compenso, la sedicenne che non voleva proprio avere a che fare con i draki, Tamra, entra a far parte del neonato consiglio, assieme al draki selvaggio che è stato in cattività e che è arrivato nel clan da cinque secondi.
    8 invece colei che proprio non voleva abbandonare il clan, Jacinda, se ne va con il suo anonimo innamorato, mezzo draki. Cosa faranno e di cosa vivranno questi due adolescenti, non è dato saperlo.
    9 il cugino di Cassian, magicamente capisce di essere un vero str@#@# e cambia atteggiamento in un nano secondo
    10 il discorso sulla famiglia di cacciatori di Will è troncato lì. Ok, Xander è morto, e tutti gli altri, il padre di Will? E quanti “clan” di cacciatori ci sono?
    11 e poi da dove sbuca fuori il draki grigio? Quanti clan di draki ci sono in giro?
    12 il legame tra Jace e Cassian va e viene, in base a come fa più comodo alla scrittrice.

    E ora passiamo alla nota più dolente.
    Se nei primi due libri Jacinda mi era piaciuta, qui proprio l’ho trovata odiosa.
    A parte la scelta che non comprendo e non condivido (anche qui, Will è di un infantile pauroso, solo un folle, tra i due, potrebbe scegliere lui), trovo un po’ disgustoso l’atteggiamento di Jacinda e Will in presenza di Cassian. Ok, ho capito, vi amate, ma un po’ di tatto verso chi prova gli stessi sentimenti per te e ha sacrificato tanto per te sarebbe, come minimo “educato”. L’atteggiamento di Jacinda è di un egoista che rasenta il disgustoso. Sfrutta la connessione tra lei e Cassian per vedere Will, fregandosi di ciò che potrebbe provare il draki onice.
    Quando pensa che Cassian sia morto, la sua preoccupazione più grande è di quella di non ferire Will. Comportamento veramente gretto ed infantile, che mi ha anche tolto il piacere della lettura.
    Peccato perché nei primi due libri la storia era avvincente; tutto ciò che poteva rovinare una saga carina, è stato fatto >_<

    said on