Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Almas muertas

By Nicolai V. Gogol

(17)

| Mass Market Paperback | 9788441409477

Like Almas muertas ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

El aventurero Chchikov, ávido por aumentar su riqueza, recorre varias regiones de Rusia para adquirir ilegalmente un elevado número de almas muertas, es decir, para hacer pasar a su lista de propiedades nombres de siervos muertos, cuya defunción no h Continue

El aventurero Chchikov, ávido por aumentar su riqueza, recorre varias regiones de Rusia para adquirir ilegalmente un elevado número de almas muertas, es decir, para hacer pasar a su lista de propiedades nombres de siervos muertos, cuya defunción no ha sido comunicada PROL. DE GUILLERMO SUAZO

251 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Come spesso capita a Gogol, il suo raccontare è una scusa per passare in rassegna il carattere tipico del suo amato popolo russo, con le sue contraddizioni e i suoi comportamenti estremi, in un XIX secolo in cui le nazioni cercavano nei proprio scrit ...(continue)

    Come spesso capita a Gogol, il suo raccontare è una scusa per passare in rassegna il carattere tipico del suo amato popolo russo, con le sue contraddizioni e i suoi comportamenti estremi, in un XIX secolo in cui le nazioni cercavano nei proprio scrittori le stigmate della loro eccezionalità.
    L'operazione riesce perfettamente nella prima parte, quando Cicikov rende visita ad una panoplia di proprietari terrieri per offrirsi di comprare le loro anime morte. Le descrizioni sono esilaranti, i personaggi stereotipi calcati tipici della cultura russa, pur mantenendo la loro umanità universale. Meno efficace è la seconda parte, ma trattandosi di un romanzo incompiuto e ideato per essere diviso in tre volumi, è del tutto accettabile.

    Is this helpful?

    michael_furey said on Jun 11, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il fatto che sia un romanzo incompleto nulla toglie ai fini della lettura.
    Romanzo dalla trama godibile, ironico e pungente nel descrivere una società (che identifica quella russa) gretta, ipocrita, superficiale, corrotta, attraverso tutta una serie ...(continue)

    Il fatto che sia un romanzo incompleto nulla toglie ai fini della lettura.
    Romanzo dalla trama godibile, ironico e pungente nel descrivere una società (che identifica quella russa) gretta, ipocrita, superficiale, corrotta, attraverso tutta una serie di personaggi che rappresentano la nobiltà e il potere governativo dei tempi e che si troveranno sulla strada del protagonista principale Cicikov un po' ingenuo, un po' ambiguo ma con una gran voglia (in teoria) di evolversi e migliorare nella scala sociale e morale.
    Non sto a raccontare cosa le anime morte, potrebbero benissimo rappresentare tutte le figure corrotte, inette e ciniche così ben descritte.

    Is this helpful?

    Controvento said on May 30, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Le anime "grottesche"

    E' difficile non rimanere affezionati a quest'opera. La compagnia che offre è soddisfacente, dato che ogni evento è pizzicato da buona sana satira. Il nostro falso eroe è così simpatico che si rende avvincente nelle grottesche avventure che vive. Il ...(continue)

    E' difficile non rimanere affezionati a quest'opera. La compagnia che offre è soddisfacente, dato che ogni evento è pizzicato da buona sana satira. Il nostro falso eroe è così simpatico che si rende avvincente nelle grottesche avventure che vive. Il personaggio di Kostanzoglo è quello che più di tutti mi ha particolarmente colpito. E' il più sano e giusto da seguire.

    Is this helpful?

    NChelifer said on May 7, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Mancava pochissimo alla fine, ma non mi appassionava più anche perché forse avevo perso il filo. Non mi ha coinvolto come speravo

    Is this helpful?

    Topografo said on Mar 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Le anime morte

    "…, ma appariva evidente, che il procuratore non era ormai che un corpo esanime. Soltanto allora, con rammarico, ci s’accorse che il defunto possedeva per l’appunto un’anima, sebbene, nella sua modestia, non l’avesse mai dato a vedere. E frattanto la ...(continue)

    "…, ma appariva evidente, che il procuratore non era ormai che un corpo esanime. Soltanto allora, con rammarico, ci s’accorse che il defunto possedeva per l’appunto un’anima, sebbene, nella sua modestia, non l’avesse mai dato a vedere. E frattanto la morte si mostrava altrettanto terribile in un piccolo uomo, quanto terribile si mostra in un uomo grande: quello stesso che fino a poc'anzi camminava, si muoveva, giocava al whist, firmava le varie carte, e appariva così di frequente tra i funzionari colle sue fitte sopracciglia e l’occhio ammiccante, adesso stava coricato lì sulla tavola, e l’occhio sinistro non ammiccava più: il sopracciglio solo era ancora sollevato, con un’espressione quasi interrogativa. Che cosa il defunto domandasse: perché era morto, o perché era vissuto - Iddio soltanto lo può sapere."

    Is this helpful?

    Marks said on Mar 16, 2014 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    per antiprotesta, ouuero "hai mai notato che "happy daffy", nel senso di daffy duck, suona simile a epitaffi?"

    c'era in Agobbio uno lupo che portava grandiffimo spavento a le persone, e quali le addentava, quali le mangiava con granda volupzione. Venne dunque il Santo Francesco, che prese il lupo da canto e così soavamente gli parlette: "deh, lupo, che ti con ...(continue)

    c'era in Agobbio uno lupo che portava grandiffimo spavento a le persone, e quali le addentava, quali le mangiava con granda volupzione. Venne dunque il Santo Francesco, che prese il lupo da canto e così soavamente gli parlette: "deh, lupo, che ti conviene questa vita di ladrone? o pensi che mai il popolo, per quanto fottuto, prenderà torce e picconi per ti venire ad appiccare? O non sarebbe meglio se ti mostrassi mansueto e riconoscevole e meco venissi in sulla piazza a piangere la limosina del sullodato popolo? E così campassi la vita senza troppi sforzi e periculi?"

    al lupo piaccquette il discorso dello santo e da vago terrore notturno e spauracchio dei binbini si ridusse a mendico e zingariello, e girava per le case con una sua ciotolina tra le rosse fauci, e riscoteva la malsganciata limosina, che il popolo, dal lato suo, chiamava pizzo sive camorra.

    e il popolo pensava che ottimo santo, che fa il mediatore e dall'inimico ti cava il parassito, e poi in fondo povero lupo, anche lui ha da campare. Ma col tempo il lupo figliò e i figli, già sindacalizati, pretesero la stessa limosina del padre, e a tutti col romore e collo sguardo minacciavano i rischi per la pace sociale.

    allora venne il santo e disse: oh lupi, non è che potete campare tutti alle spalle del buon popolo fottuto, che i poveri li vuole pochi e sparsi, e folcloristici: non certo raggruppati e lupacchioni, con tanto di lingue da giraffa umide e rosse. Converrà dunque che il padre vostro, lupo lupone, di voi ne spacci una dozzina, e la pace sociale sarà assicurata.

    il vecchio lupo, da trent'anni campava sereno, a quelle parole considerò il suo stato: e più che da capo dei ribelli, meglio si vide collocato come sbirro: e de' figli suoi fece strage, e quali li mangette, quali li scacciò, finchè rimasero i più fiacchi e indeboliti e con loro costituì una milizia contro i lupi, gli altri, perchè c'è sempre qualcuno più lupo di te.

    e così il popolo grazie al santo pagò tripla camorra, ma visse in pace, che è quel che il popol vuole, quando costa poco.

    Is this helpful?

    dhalgren said on Mar 12, 2014 | 6 feedbacks

Book Details

Improve_data of this book