Alta fedeltà

Di

Editore: Guanda (Narratori della Fenice)

4.0
(12426)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 256 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Inglese , Spagnolo , Chi tradizionale , Portoghese , Francese , Svedese , Olandese , Greco , Catalano , Giapponese , Turco

Isbn-10: A000067917 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Laura Noulian

Disponibile anche come: Altri , Tascabile economico , Copertina rigida , eBook , Copertina morbida e spillati

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Musica

Ti piace Alta fedeltà?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Un must

    Alta infedeltà è un libro che tutti dovrebbero leggere fra i 15 e 25 anni.
    Meglio di "febbre a 90" e "Non buttiamoci giù", dello stesso autore, sempre consigliatissimi.

    ha scritto il 

  • 4

    Deludente

    Finalmente leggo Hornby. Parto subito dicendo che il libro si è rivelato al di sotto delle mie aspettative (che però erano altissime). Rimane una lettura piacevole e molto scorrevole, in cui spicca la ...continua

    Finalmente leggo Hornby. Parto subito dicendo che il libro si è rivelato al di sotto delle mie aspettative (che però erano altissime). Rimane una lettura piacevole e molto scorrevole, in cui spicca la capacità dell'autore di rappresentare una generazione di trentenni un po' allo sbando alle prese con i cambiamenti della vita, gli amori, la musica. Simpatiche le classifiche, poco incisivi alcuni dialoghi al limite della macchietta. Consigliato agli amanti della buona musica, un po' meno a quelli della grande letteratura.

    ha scritto il 

  • 5

    Il mio vero e forse unico romanzo di formazione, pur non essendo affatto un romanzo di formazione. La prima volta che l'ho letto risalirà a dieci o dodici anni fa, ormai, e tuttavia ne conservo ancora ...continua

    Il mio vero e forse unico romanzo di formazione, pur non essendo affatto un romanzo di formazione. La prima volta che l'ho letto risalirà a dieci o dodici anni fa, ormai, e tuttavia ne conservo ancora oggi un ricordo vividissimo e indelebile. Non so più se Nick Hornby è il mio autore preferito, attualmente, ma voglio ricominciare da qui perché è stato senz'altro lui, e con questo suo titolo in particolare, a provocare i miei primi, entusiasti brividi di lettrice abbastanza matura. Lo consiglio pertanto a chiunque ami o abbia amato il cinema inglese-americano degli anni Novanta; a tutti quelli che, almeno una volta nella loro vita, hanno creato una playlist per se stessi o per il/la proprio/a partner; e, più in generale, ai trentenni di adesso e di ieri che non hanno (avuto) ben chiaro che cosa voglia dire diventare adulti - oppure, al contrario, proprio perché già adulti e un po' come Laura, la protagonista femminile, a tutti quelli che sanno sorridere di fronte all'egoismo nonché alle incredibili capacità di intrattenimento delle loro controparti eternamente bambine.

    ha scritto il 

  • 3

    Hornby si azzarda a paragonare la vita sentimentale di un uomo romantico con un impianto hi-fi. C'è l'alta fedeltà nella musica, ed ascoltarla tecnicamente nella maniera giusta è una goduria per chi s ...continua

    Hornby si azzarda a paragonare la vita sentimentale di un uomo romantico con un impianto hi-fi. C'è l'alta fedeltà nella musica, ed ascoltarla tecnicamente nella maniera giusta è una goduria per chi specialmente vive di questa passione. Pertanto deve esistere la fedeltà in una coppia di fidanzati affinché questa possa sentirsi legata l'una dall'altro e trasparente.

    ha scritto il 

  • 2

    In pratica una descrizione di come non dovrebbero essere vissuti il rapporto di coppia, l'amore, la sessualità. L'incredibile è l'incomprensione profonda che il protagonista prova nei confronti della ...continua

    In pratica una descrizione di come non dovrebbero essere vissuti il rapporto di coppia, l'amore, la sessualità. L'incredibile è l'incomprensione profonda che il protagonista prova nei confronti della sua infelicità, quando le cause sono più che evidenti. A parte questo, lettura piacevole e a tratti molto divertente.

    ha scritto il 

  • 4

    Chi ha capito Laura? :D

    Il libro è godibilissimo, si legge molto piacevolmente per via di una scrittura scorrevole e coinvolgente, anche se il personaggio principale non brilla certo per simpatia e per capacità di prendere l ...continua

    Il libro è godibilissimo, si legge molto piacevolmente per via di una scrittura scorrevole e coinvolgente, anche se il personaggio principale non brilla certo per simpatia e per capacità di prendere le redini della vita preferendo crogiolarsi spesso in una eterna adolescenza. L'autore gli fa più volte strizzare l'occhiolino al lettore con l'intenzione di una identificazione almeno parziale in esso... e alla fine... scagli la prima pietra chi... heheh

    Però una grande domanda mi resta: quale è il motivo per il quale Laura prima pianta e poi... il povero Rob??? Oscuro e misterioso...
    Si accettano opinioni e dritte interpretative! :P

    ha scritto il 

  • 1

    Primo romanzo che leggo di questo famoso autore. Spero vivamente di ricredermi riguardo a Nick Hornby, perché con questa storia non mi ha convinto. Noiosa in molte parti. Un cerchio che si chiude, si ...continua

    Primo romanzo che leggo di questo famoso autore. Spero vivamente di ricredermi riguardo a Nick Hornby, perché con questa storia non mi ha convinto. Noiosa in molte parti. Un cerchio che si chiude, si, forse, ma la narrazione è per me troppo faticosa da seguire; alcuni particolari sono addirittura secondo me fin troppo dettagliati.
    Semplicemente mi aspettavo qualcosa di diverso.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per