Altri colori

Vita, arte, libri e città

di | Editore: Einaudi
Voto medio di 97
| 26 contributi totali di cui 11 recensioni , 15 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Quando un terremoto, alla fine degli anni Novanta, devastò Istanbul, Pamuk decise di percorrere le strade della sua città per prestare soccorso alle vittime e osservare, con gli occhi dello scrittore, le conseguenze del sisma. Il terremoto è ... Continua
Ha scritto il 16/02/15
la fine di un idillio?
Ho comprato questo libro poco dopo aver terminato di leggere "IL mio nome è rosso" ed esserne rimasta affascinata. Di solito peraltro sono anche una buona lettrice di saggi, specie se hanno un' impronta letteraria.Che dire, non ce l'ho fatta. I ..." Continua...
Ha scritto il 28/01/14
http://antoniodileta.wordpress.com/2014/01/28/altri-colori-orhan-pamuk/“Vi riferisco questi dettagli non tanto per raccontarvi come io abbia scritto il mio libro, quanto piuttosto per affrontare un argomento che riguarda l’arte del romanzo: ..." Continua...
Ha scritto il 10/07/11
Non 5 stelle perchè è una antologia di articoli vari, ma ognuno mi ha rafforzato nella mia stima di Pamuk; buffo che lo conosca più come saggista che come romanziere.Ho scoperto con piacere un amore comune per Tristram Shandy anche se non mi ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 24/12/10
Si può non essere mai stati in una città e avere la sensazione di esserci; non si conoscono le persone di cui parla l'autore ma ci sembra di averle viste: è tutto un gioco d'incanti, di rimandi, di cose non dette ma solo intuite. I luoghi di cui ..." Continua...
  • 4 mi piace
Ha scritto il 14/01/10
mi stò innamorando di questo scrittore senza averne mai finito un libro, mi piace come parla di Istanbul e dei suoi ricordi, ma specialmente amo quando uno scrittore parla di se e delle sue letture, della sua propria tecnica di scrittura e di altre ..." Continua...
  • 1 mi piace

Ha scritto il Aug 26, 2009, 15:59
E' stata l'arte del romanzo a insegnarmi che, grazie alla possibilità di condividere le nostre segrete vergogne, iniziamo a liberarcene.
Pag. 283
Ha scritto il Aug 26, 2009, 15:58
I romanzi non sono né del tutto fantastici né completamente veri. Leggere un romanzo significa confrontarsi sia con la fantasia dell'autore sia con una realtà alla quale apparteniamo e che solletichiamo con la nostra curiosità. (...) la nostra ... Continua...
Pag. 284
Ha scritto il Aug 26, 2009, 15:56
La misura del successo di un'opera non è data tanto dalla capacità di sciogliere le questioni letterarie, formali, che l'opera stessa pone, bensì è fornita dalla grandezza di questi problemi, e dall'intensità dello sforzo compiuto dall'autore ... Continua...
Pag. 311
Ha scritto il Aug 26, 2009, 15:54
Sono un romanziere. Per quante nozioni io abbia appreso dalla teoria - fino a cedere talora a una sorta di dannosa assuefazione ad essa - resto comunque sempre dell'avviso di dover rifuggirne. (...) Una teoria, bella fin che si voglia, e fin che si ... Continua...
Pag. 347
Ha scritto il Aug 26, 2009, 15:51
Oggi, a distanza di tanti anni, so che questa infelicità è lo stimolo più forte che trasforma un individuo in uno scrittore. Per diventare scrittore, pazienza e tribolazioni non bastano: si deve innanzitutto sentire l'impulso irresistibile a ... Continua...
Pag. 491

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi