Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Amabili resti

Di

Editore: Edizioni Mondolibri Sp.A.

4.0
(9082)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 370 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Chi tradizionale , Francese , Tedesco , Catalano , Portoghese , Olandese , Svedese , Russo , Ceco , Chi semplificata

Isbn-10: A000031841 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Paperback , eBook

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Amabili resti?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Susie, quattordicenne, è stata assassinata da un serial killer che abita a due passi da casa. E' stata adescata da quest'uomo dall'aria perbene, che la stupra, poi fa a pezzi il cadavere e nasconde i resti in cantina. Il racconto è affidato alla voce di Susie, che dopo la morte narra dal suo cielo la vicenda con inedito effetto straniante.....
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Ti fa pensare

    La storia di uno stupro, la storia di come la famiglia, gli amici, l'assassino, continuano a vivere! Non ho apprezzato la voce narrante di Susie dall'aldilá, ne quell'insulsa scena paranormale in cui ...continua

    La storia di uno stupro, la storia di come la famiglia, gli amici, l'assassino, continuano a vivere! Non ho apprezzato la voce narrante di Susie dall'aldilá, ne quell'insulsa scena paranormale in cui la bambina morta entra nel corpo dell'amica e fa l'amore col ragazzo con cui stava uscendo prima di morire (una minchiata)! Per il resto il libro é molto bello, lo consiglio per chi come me ama i libri sulle tragedie, che fanno commuovere. Dell'autrice leggeró sicuramente anche "Lucky"!

    ha scritto il 

  • 2

    A quattordici anni mia sorella prese il largo da me per avventurarsi in territorio nel quale io non ero mai stata.Tra le pareti del mio sesso c’erano orrore e sangue; tra le pareti del suo, finestre.

    Nuda, la lama mi sorrise, curva in un ghigno.
    Lui mi sfilò il cappello di bocca.
    «Dimmi che mi ami».
    Glielo dissi dolcemente.
    La fine arrivò comunque.

    E finalmente arriva pure la fine del romanzo. T

    ...continua

    Nuda, la lama mi sorrise, curva in un ghigno.
    Lui mi sfilò il cappello di bocca.
    «Dimmi che mi ami».
    Glielo dissi dolcemente.
    La fine arrivò comunque.

    E finalmente arriva pure la fine del romanzo. Tre stelle mancate, perché il libro non mantiene le promesse iniziali, e gradualmente le frasi della Sebold iniziano a stuccarmi il palato diventando di una leziosità tale da far vacillare e poi dilapidare lo sporadico interesse che la tematica trattata mi aveva suscitato. Mah! tutta questa gran poesia e bellezza della scrittura non l'ho intercettata, però ho trovato artefatte e inadeguate certe scelte, per non parlare della chiusa finale. E' stato bello finchè è durato, adieu Alice!

    ha scritto il 

  • 0

    Quando si vive una tragedia

    Avete presente i labirinti di specchi dei luna park dove ogni specchio ci riflette in modo diverso? Le tragedie che viviamo, che vive la famiglia di Susie, sono l'entrata di questo labirinto, i modi d ...continua

    Avete presente i labirinti di specchi dei luna park dove ogni specchio ci riflette in modo diverso? Le tragedie che viviamo, che vive la famiglia di Susie, sono l'entrata di questo labirinto, i modi di reagire sono gli specchi: iperattività, chiusura, silenzio...c'è chi prova a capire e chi si rifiuta di parlarne, chi cerca un legame e chi li fugge tutti, c'è la consapevolezza degli adulti, lo shock dei ragazzi, l'imcomprensione dei bambini.
    Ogni forma di sopravvivenza viene espressa grazie agli occhi di una ragazza che, come faremmo tutti se strappati ingiustamente alla vita, non vuole tagliare i ponti con la terra, non vuole rinunciare a guardare di nascosto la mamma che fissa il vuoto, a veder crescere il fratello a cui ha salvato la vita, a veder incastrato finalmente il suo assassino, una ragazza divisa tra il desiderio di vedere le persone care che vanno avanti e la paura di essere dimenticata.
    E ci sono le espressioni quotidiane, modi di dire ispirati a situazioni tanto assurde ma che diventano reali, ci sono i gesti e le azioni che si danno per scontato e che da un giorno all'altro qualcuno, qualcuno che conosci, non può fare più...Un libro all'inizio difficile, ma nel quale ci si riconosce e ci si lascia andare al dolore, ci si lascia immergere per poi risalire e tornare a respirare

    ha scritto il 

  • 3

    Accidenti Signora Sebold, non so quante stelline darle. Sì perchè l'idea è molto bella, originale, i personaggi mi piacciono, le pagine scorrono e lei scrive proprio bene. Avanzando nel racconto ci si ...continua

    Accidenti Signora Sebold, non so quante stelline darle. Sì perchè l'idea è molto bella, originale, i personaggi mi piacciono, le pagine scorrono e lei scrive proprio bene. Avanzando nel racconto ci si ricopre di quella patina di malinconia ed astrazione dalla realtà che a me, quando leggo un libro, piace proprio tanto. La nostra Suzie diventa un'amica alla quale vorremmo dire quanto ci dispiace per avere dovuto fare i conti con la parte più orribile dell'umanità. E allora, Alice, perchè quel finale melenso, da romanzo rosa, alla volemose bene? Non so, non lo capisco. Fino a trenta pagine dalla fine, quattro stelline le avrei messe più che volentieri, ma ora tocca lasciarne solo tre. Però facciamo un patto: lei riscrive il finale, me lo spedisce via email, io glielo approvo e lei pubblica un' errata corrige. Facciamo così?

    ha scritto il 

  • 5

    Mi chiamo Salmon, come il pesce, di nome Susie.

    Dal primo istante in cui sono venuta in contatto con le pagine di questo libro, ho capito che sarebbe diventato uno dei miei preferiti di tutti i tempi. Ancora oggi, dopo diversi anni, è il libro che ...continua

    Dal primo istante in cui sono venuta in contatto con le pagine di questo libro, ho capito che sarebbe diventato uno dei miei preferiti di tutti i tempi. Ancora oggi, dopo diversi anni, è il libro che consiglio a tutti di tenere sul comodino e che non smette mai di emozionarmi, per quante volte lo riprenda in mano. Una storia toccante, struggente, in grado di catalizzare i sentimenti del lettore che, mentre si addentra nelle profondità di questo volume, respira, combatte, soffre e vive per Susie e per la sua famiglia, gli amabili resti. E' impossibile restarne delusi o indifferenti: Alice Sebold con il suo racconto smuove sentimenti che non si sospettava nemmeno di avere e con il suo stile magistrale e poetico conquista perfino i lettori più esigenti. Consigliato a chiunque, e vivamente, per ricordare le Susie di cui nessuno si ricorda mai.

    ha scritto il 

Ordina per