Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Amedeo Duca d'Aosta

L'eroe dell'Amba Alagi

Di

Editore: Rusconi

3.2
(6)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 223 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8818570315 | Isbn-13: 9788818570311 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Ti piace Amedeo Duca d'Aosta?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    Una biografia del più noto membro del casato Savoia Aosta, ramo cadetto della casa Savoia, assai famoso fin dalla giovinezza, universalmente ammirato e rispettato. Su di lui molto è stato scritto e "chiacchierato", anche in ragione della non grande stima che il grande pubblico provava per il cas ...continua

    Una biografia del più noto membro del casato Savoia Aosta, ramo cadetto della casa Savoia, assai famoso fin dalla giovinezza, universalmente ammirato e rispettato. Su di lui molto è stato scritto e "chiacchierato", anche in ragione della non grande stima che il grande pubblico provava per il casato regnante.
    L'A. lascia intendere che gli Aosta si siano sempre attenuti al ruolo di fedeli, anche se non entusiasti, sostenitori del ramo principale che, per parte sua, ha fatto di tutto per demeritare, politicamente e socialmente.

    Il testo copre l'intera vita di Amedeo fino alla sua morte in Kenya; tranne che per la parte relativa alla prigionia ed alla morte non è molto dettagliato, in particolare sarebbe interessante avere maggiori informazioni circa i rapporti con Balbo e sull'operato come governatore della AOI.

    Comunque il libro riesce a rendere il carattere del personaggio: un uomo dignitoso, coraggioso e magnanimo ma, probabilmente, non così duro e spregiudicato come i ruoli politici e militari che ricoprì avrebbero richiesto.
    Più un nobile cavaliere che un condottiero.

    Inserito tra gli allegati, il diario compilato di proprio pugno nel corso della campagna dell'Amba Alagi rende il profilo di un uomo tanto intensamente calato nel ruolo di nobile guerriero e servitore della Patria da perdere in una qualche misura il senso della realtà. Tuttavia questo potrebbe essere un giudizio ingeneroso di un uomo del ventunesimo secolo nei confronti di uno che per sentimenti sembra ancorato al diciannovesimo.

    ha scritto il