Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

America istruzioni per l'uso

Di

Editore: Feltrinelli

3.5
(306)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 128 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco

Isbn-10: 8807815362 | Isbn-13: 9788807815362 | Data di pubblicazione:  | Edizione 2

Traduttore: Enrico Ganni

Genere: Humor , Social Science , Travel

Ti piace America istruzioni per l'uso?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Se non sei pieno di debiti, se paghi in contanti, se non parli di soldi, sesoccorri un automobilista ferito, se ti aspetti che in un albergo ti puliscanole scarpe lasciate fuori dalla porta anziché buttarle via, se desiderimangiare una bistecca che non sia carbonizzata fuori e cruda dentro o piselliche non sappiano di plastica o panna che non ricordi il sapone da barba... nonsei fatto per l'America. Paul Watzlawick, pendolare tra il Vecchio e il NuovoMondo, descrive gli Stati Uniti a chi non li ha mai visitati, a chi sta perandarci, a chi conoscendoli già voglia vederli con occhio critico, offrendo unpiccolo contributo 'pratico' e mostrando taluni aspetti della vita americanadi tutti i giorni.
Ordina per
  • 2

    Letto per ricavarne spunti letterari. Qualche rara osservazione fra tanti luoghi comuni: da saltare le conclusioni (attenzione: non "saltare alle conclusioni", per carità!).

    ha scritto il 

  • 0

    dopo millenni, l'ho trovato
    era in camera mia

    la cosa buffa è che una mia amica me l'ha chiesto
    e chiesto e chiesto e chiesto

    e io non lo trovavo
    l'altro giorno ho fatto un regalo a questa mia amica

    un libro e lei non l'ha apprezzato neanche un po'
    un ...continua

    dopo millenni, l'ho trovato
    era in camera mia

    la cosa buffa è che una mia amica me l'ha chiesto
    e chiesto e chiesto e chiesto

    e io non lo trovavo
    l'altro giorno ho fatto un regalo a questa mia amica

    un libro e lei non l'ha apprezzato neanche un po'
    un libro fantastico, è chiaro

    beh, il traduttore di quel libro, appena uscito adesso
    in italia (in quella edizione), e il traduttore

    di questo qui
    sono la stessa persona

    che piccolo il mondo
    piccolo piccolo piccolo

    ha scritto il 

  • 4

    Gradevolmente retro' ormai, ma molto interessante dal punto di vista sociologico, culturale, linguistico. Per appassionati di viaggi, di America, di altre culture.

    ha scritto il 

  • 3

    Let's go!

    Ma allora danzavano lungo le strade leggeri come piume, e io arrancavo loro appresso come ho fatto tutta la mia vita con la gente che m'interessa, perché per me l'unica gente possibile sono i pazzi, quelli che sono pazzi di vita, pazzi per parlare, pazzi per essere salvati, vogliosi di ogni cosa ...continua

    Ma allora danzavano lungo le strade leggeri come piume, e io arrancavo loro appresso come ho fatto tutta la mia vita con la gente che m'interessa, perché per me l'unica gente possibile sono i pazzi, quelli che sono pazzi di vita, pazzi per parlare, pazzi per essere salvati, vogliosi di ogni cosa allo stesso tempo, quelli che mai sbadigliano o dicono un luogo comune, ma bruciano, bruciano, bruciano come favolosi fuochi artificiali color giallo che esplodono come ragni traverso le stelle e nel mezzo si vede la luce azzurra dello scoppio centrale e tutti fanno "Ooohhh!".

    Jack Kerouac

    ha scritto il 

  • 2

    Per larghi tratti trattasi di (anacronistica) pedante e saccente guida turistica. Arguti e brillanti i passi relativi alla stampa made in USA, poco attenta alla politica internazionale, ed alla socializzazione dell'homo americanus.

    ha scritto il 

  • 2

    Libro decisamente datato, piuttosto banale e soprattutto con un taglio troppo saggistico e poco accattivante.
    Ci sono alcuni scorci interessanti e che fanno sorrideere, ma per la maggior parte delle pagine ho pensato "ormai è così anche da noi" o "sì vabbeh, sai che novità"...
    Abbasta ...continua

    Libro decisamente datato, piuttosto banale e soprattutto con un taglio troppo saggistico e poco accattivante.
    Ci sono alcuni scorci interessanti e che fanno sorrideere, ma per la maggior parte delle pagine ho pensato "ormai è così anche da noi" o "sì vabbeh, sai che novità"...
    Abbastanza una delusione.

    ha scritto il 

Ordina per