Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

American Vampire, Vol. 1

Di ,

Editore: Planeta DeAgostini

3.8
(66)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 192 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo

Isbn-10: 846749543X | Isbn-13: 9788467495430 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Illustratore o Matitista: Rafael Albuquerque ; Colorista: Dave McCaig

Genere: Comics & Graphic Novels , Horror , Science Fiction & Fantasy

Ti piace American Vampire, Vol. 1?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Astuto, spietato e cattivo come un serpente a sonagli, Skinner Sweet è preceduto dalla sua reputazione di figlio di buona donna. È il primo vampiro concepito sul suolo americano, ma non è la tipica creatura della notte. Più forte, più cattivo e rafforzato dai raggi del sole, Sweet è il primo di una nuova stirpe di succhiatori di sangue: i Vampiri Americani.

Quarantacinque anni dopo essere risorto dalla tomba, Sweet si ritrova nella Los Angeles degli anni Venti, dove i giovani e bellissimi vengono attratti come falene verso i fuochi fatui di Hollywood. Qualcosa che va oltre la normale cupidigia umana si muove nell'ombra e la giovane aspirante attrice Pearl Jones lo scoprirà presto a proprie spese. Quando i suoi sogni di gloria diventano un incubo di sangue, Sweet le fornisce un modo per sopravvivere e il potere di vendicarsi.
Ordina per
  • 5

    Con la prefazione di Stephen King, si apre la serie, per me, più bella scritta fino ad ora sui vampiri. Snyder è magistrale nel presentare le situazioni, personaggi caratterizzati benissimo e storia sempre incalzante. Il vecchio west sarà solo il punto di partenza del Vampiro Americano, una nuova ...continua

    Con la prefazione di Stephen King, si apre la serie, per me, più bella scritta fino ad ora sui vampiri. Snyder è magistrale nel presentare le situazioni, personaggi caratterizzati benissimo e storia sempre incalzante. Il vecchio west sarà solo il punto di partenza del Vampiro Americano, una nuova razza molto diversa dai soliti clichè ben noti.

    ha scritto il 

  • 4

    Zio Steve ci dice, nella prefazione, che questa è l'occasione buona per restituire dignità ai vampiri odierni, fiaccati da tante storie pseudo-harmony. Ha ragione, ma a parte questo American Vampire è un ottimo esempio di come reinterpretare l'argomento vampiri senza snaturarlo e calandolo in un ...continua

    Zio Steve ci dice, nella prefazione, che questa è l'occasione buona per restituire dignità ai vampiri odierni, fiaccati da tante storie pseudo-harmony. Ha ragione, ma a parte questo American Vampire è un ottimo esempio di come reinterpretare l'argomento vampiri senza snaturarlo e calandolo in un contesto originale.
    La crescita degli Stati Uniti vista dalle creature della notte (che poi più tanto notturne non sono, come capiremo quasi subito). E poi: Nuovo Continente contro Vecchio Continente. Europei ingessati e tronfi (non a caso ci sono un tedesco, un francese e un inglese come nelle barzellette) contro Ammmericani spicci e concreti.
    Ottimo il soggetto di Snyder, adeguato il ritmo che lo stesso Snyder e King impongono alla narrazione, ben montato l'intreccio delle linee temporali.
    Perfetto il tratto caratteristico di Albuquerque, ombre torbide e tratto sporco, abbastanza differente da quello da lui adottato per i fumetti DC: e anche qui è l'abilità del disegnatore, adattare lo stile all'atmosfera della storia.
    Mi toccherà comprarmi anche gli altri volumi, porca miseria.

    ha scritto il 

  • 4

    Vampiros de verdad

    Buenísima historia de vampiros. Aunque a veces pasan demasiadas cosas seguidas sin apenas escenas intermedias explicando un poco más el contexto de la historia (actual, no hablo del prólogo escrito por Stephen King), es una novela gráfica que me ha encantado y cuyo siguiente volumen espero como a ...continua

    Buenísima historia de vampiros. Aunque a veces pasan demasiadas cosas seguidas sin apenas escenas intermedias explicando un poco más el contexto de la historia (actual, no hablo del prólogo escrito por Stephen King), es una novela gráfica que me ha encantado y cuyo siguiente volumen espero como agua de Mayo.

    ha scritto il 

  • 4

    Bello, peccato solo per i troppi errori nei testi.
    Ho il sospetto che il controllo qualità della Planeta non funzioni come dovrebbe, non è il primo caso che mi capita nelle loro pubblicazioni.

    ha scritto il 

  • 5

    La vendetta del vampiro

    Finalmente dopo i continui stupri alla figura del vampiro, un fumetto che riporta i pipistrelloni alla loro primordiale virilità.
    Qui i vampiri non sbrilluccicano alla luce del sole, non intraprendono relazioni amorose con avvenenti teenagers; qui i vampiri UCCIDONO! Dopotutto è quello per ...continua

    Finalmente dopo i continui stupri alla figura del vampiro, un fumetto che riporta i pipistrelloni alla loro primordiale virilità.
    Qui i vampiri non sbrilluccicano alla luce del sole, non intraprendono relazioni amorose con avvenenti teenagers; qui i vampiri UCCIDONO! Dopotutto è quello per cui sono nati ed è quello che sanno fare meglio.
    Se avete amato "la saga di Twilight" questa lettura non fa per voi.

    ha scritto il 

  • 4

    Bello, decisamente bello e realistico nella descrizione dei vampiri.
    Stupendi i disegni, intriganti i testi e l'alternarsi parallelo delle due storie del presente e del passato; fantastico il cammeo di Stephen King rappresentanto dal prequel.
    Unica pecca, il rapporto qualità prezzo ch ...continua

    Bello, decisamente bello e realistico nella descrizione dei vampiri.
    Stupendi i disegni, intriganti i testi e l'alternarsi parallelo delle due storie del presente e del passato; fantastico il cammeo di Stephen King rappresentanto dal prequel.
    Unica pecca, il rapporto qualità prezzo che sarebbe anche conveniente, visto che le tavole sono tutte a colori, ma davvero troppi sono gli errori di editing fatti dalla Planeta... <.<

    ha scritto il 

  • 4

    Una bella variante vampiresca.

    La figura del vampiro è sempre stata affascinante, intrigante, ricercata, indagata dai cultori dell’horror, del fantasy, del mistero. Da qualche annetto però, questo vampiro si è trasformato in una bamboletta ben confezionata venduta in centinaia di varianti, a mo’ di Barbie.
    Quando il mito ...continua

    La figura del vampiro è sempre stata affascinante, intrigante, ricercata, indagata dai cultori dell’horror, del fantasy, del mistero. Da qualche annetto però, questo vampiro si è trasformato in una bamboletta ben confezionata venduta in centinaia di varianti, a mo’ di Barbie.
    Quando il mito del vampiro viene tolto dalle mani di scrittori di teen-drama (ogni riferimento a cose o persone realmente esistite è puramente casuale, in caso contrario comunque non mi sto riferendo solo a Twilight) e consegnato alle mani esperte e consapevoli di un signore dell’Horror, allora il risultato sarà molto simile ad American Vampire.
    American Vampire è una serie Vertigo in corso attualmente. Scritta e ideata da Scott Snyder, autore di Voodoo Heart, e disegnata da Rafael Albuquerque, la serie ha avuto un gran bell’ hype grazie alla partecipazione al progetto di Stephen King, che non ha bisogno di grandi presentazioni; quest’ultimo ha scritto alcuni episodi del primo ciclo e non sappiamo se prima o poi tornerà a collaborare al progetto di Snyder.
    American Vampire narra la nascita del primo succhiasangue sul suolo americano, Skinner Sweet, un bandito che, dopo essere stato morso da un vampiro europeo, si tramuta in qualcosa di diverso, più forte, invulnerabile ai raggi solari, ma con la stessa brama di sangue.
    La storia è ben scritta da entrambi gli autori e Albuquerque è un bravissimo disegnatore che entra benissimo nell’atmosfera western-horror della storia. Il personaggio di Skinner Sweet inoltre è veramente interessante e mai banale, una figura mutante da cui non ci si aspetta mai nulla di rassicurante e scontato.
    Insomma, dopo True Blood, un’altra bella notizia per tutti gli amanti delle storie sui succhiasangue, quelli che piacciono a noi, cattivi e bastardi.

    ha scritto il