Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Amici assoluti

Di

Editore: Mondadori

3.3
(385)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 479 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Spagnolo , Svedese , Tedesco , Portoghese , Olandese , Catalano

Isbn-10: 8804537647 | Isbn-13: 9788804537649 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: F. Pezzoli

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Fiction & Literature , History , Mystery & Thrillers

Ti piace Amici assoluti?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Berlino, 1968. In un clima di rivolta e di resa dei conti con il passato,l'inglese Ted Mundy salva la vita a un giovane tedesco di nome Sasha. Tra Tede Sasha nasce "un'amicizia assoluta". Un legame più forte dei vincolifamigliari, capace di sopportare lunghe assenze e superare le più grandi provedella storia. Ted e Sasha si trovano ad agire come spie sui lati opposti delMuro, nemici all'apparenza, in realtà una coppia di agenti che fanno ildoppiogioco. Sono anni spesi a proteggere le proprie delicate coperture, doveuna parola sbagliata o un appuntamento con un informatore possono costare lavita. Ma ciò che è stato in grado di resistere alla Guerra Fredda si incrinaimprovvisamente con il Nuovo Ordine Mondiale.
Ordina per
  • 4

    Dal web
    Berlino, 1968. In un clima di rivolta e di resa dei conti con il passato, l'inglese Ted Mundy salva la vita a un giovane tedesco di nome Sasha. Tra il primo, figlio di un maggiore dell'esercito britannico in India, e Sasha, visionario leader studentesco, nasce una "amicizia assoluta ...continua

    Dal web
    Berlino, 1968. In un clima di rivolta e di resa dei conti con il passato, l'inglese Ted Mundy salva la vita a un giovane tedesco di nome Sasha. Tra il primo, figlio di un maggiore dell'esercito britannico in India, e Sasha, visionario leader studentesco, nasce una "amicizia assoluta". Un legame più forte dei vincoli famigliari, capace di sopportare lunghe assenze e superare le più grandi prove della storia. Perché Ted e Sasha si trovano ad agire come spie sui lati opposti del Muro, nemici all'apparenza, in realtà una coppia di doppi agenti formidabilmente oliata grazie al vincolo di lealtà personale. Sono anni spesi a proteggere le proprie delicate coperture, anni di rischi sempre crescenti, di viaggi dall'esito terribilmente incerto, dove una parola sbagliata o un appuntamento con un informatore possono costare la vita. Ma ciò che è stato in grado di resistere alla Guerra Fredda si incrina improvvisamente con il Nuovo Ordine Mondiale. Dopo la seconda guerra in Iraq, Sasha, sessantenne, ricontatta Ted per l'ultima volta: un miliardario dalle mani non troppo pulite - per riscattarsi - incarica Sasha di mettere in piedi un ambizioso progetto di contro informazione. Obiettivo: colpire la superpotenza americana e gli interessi delle multinazionali. Ma chi è veramente il misterioso committente e cosa vale l'esperienza dei due ex agenti di fronte ai nuovi giochi di potere?

    ha scritto il 

  • 3

    Imperfetto, ma comunque valido.

    E' una spy story? Non solo, non principalmente. L'intreccio è interessante, ma non coinvolgente come ci si aspetterebbe da Le Carrè. Contano di più il contesto e il profondo senso di disillusione dei personaggi. La scrittura è lucida, raffinata. In negativo da una parte il libro paga il ritmo un ...continua

    E' una spy story? Non solo, non principalmente. L'intreccio è interessante, ma non coinvolgente come ci si aspetterebbe da Le Carrè. Contano di più il contesto e il profondo senso di disillusione dei personaggi. La scrittura è lucida, raffinata. In negativo da una parte il libro paga il ritmo un po' lasco, dall'altra forse sconta le ambizioni di Le Carrè, ormai perfettamente conscio di essere uno scrittore di valore tout court, per cui può essere che a un certo punto se ne sia fregato del plot per puntare su un libro "storico" incentrato su personaggi approfonditi. Tirate le somme non tutto funziona alla perfezione, benché sia nettamente meglio di tanta letteratura in circolo.

    ha scritto il 

  • 1

    32-2013

    Abbandonato per disperazione dopo quasi 300 pagine. Parte lento, e prosegue rallentando ancora, un'agonia....
    Non avevo mai letto nulla di Le Carré, ma se le sue spy-stories sono così imbalsamate in ritmi da fine guerra fredda, lascerò ad altri l'onere di un simile autore. Brrr

    ha scritto il 

  • 4

    I primi libri di Le Carrè che lessi, quelli più noti, non mi erano piaciuti, con l'eccezione di "La spia che venne dal freddo". Ho invece gradito quelli più recenti, e questo "Amici assoluti" non fa eccezione. Può darsi che il mio crescente distacco dalle opinioni politiche della giovinezza abbia ...continua

    I primi libri di Le Carrè che lessi, quelli più noti, non mi erano piaciuti, con l'eccezione di "La spia che venne dal freddo". Ho invece gradito quelli più recenti, e questo "Amici assoluti" non fa eccezione. Può darsi che il mio crescente distacco dalle opinioni politiche della giovinezza abbia avuto un certo peso: le spie che stanno dalla parte giusta (giusta per me, ovviamente) mi riescono molto più accattivanti. L'intrigo può essere più o meno ben architettato (in questo libro, ad esempio, non è particolarmente ingegnoso), ma quello che apprezzo di più è quel senso di disillusione di chi sa come vanno le cose di questo triste mondo, anche se non smette di tifare per i perdenti. Le utopie sono tramontate da un pezzo, inventarsene di nuove è inutile e mortalmente pericoloso. Ecco perchè occorre continuare a farlo.

    ha scritto il 

  • 2

    lento...lentissimo ed eccessivamente descrittivo. ho perso il filo più di una volta e ho faticato ad arrivare alla fine. la trama è tuttavia interessante, anche se il racconto prende un po' di ritmo solo nelle ultime 50 pagine circa, per arrivare ad un finale che lascia anche un po' l'amaro in bo ...continua

    lento...lentissimo ed eccessivamente descrittivo. ho perso il filo più di una volta e ho faticato ad arrivare alla fine. la trama è tuttavia interessante, anche se il racconto prende un po' di ritmo solo nelle ultime 50 pagine circa, per arrivare ad un finale che lascia anche un po' l'amaro in bocca.
    e' il primo libro che leggo di questo autore, sinceramente non mi è venuta molta voglia di approfondire...magari c'è di meglio. indagherò... :)

    ha scritto il 

  • 4

    spionaggio

    bel libro di spionaggio che parte da una classica storia di spie durante la guerra fredda, e, piuttosto sorprendentemente, poi cambia ritmo e diventa una storia piu' moderna riferita a tempi piu' recenti, che descrive la guerra al terrore, i cambiamenti geo-politici, il potere delle multinazional ...continua

    bel libro di spionaggio che parte da una classica storia di spie durante la guerra fredda, e, piuttosto sorprendentemente, poi cambia ritmo e diventa una storia piu' moderna riferita a tempi piu' recenti, che descrive la guerra al terrore, i cambiamenti geo-politici, il potere delle multinazionali, la manipolazione delle informazioni, i nuovi ruoli dei servizi segreti, fino a giungere ad una scoppiettante conclusione.

    ha scritto il 

  • 4

    Da un maestro del genere un racconto notevole sulla vita e l'amicizia di due spie dalla giovinezza ribelle alla maturità. Sullo sfondo grande orchestrazione di temi sul cinico mutamento delle strategie socio-politiche. Non delude.

    ha scritto il 

Ordina per