Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Amleto

Di

Editore: Rusconi Libri

4.4
(8545)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Portoghese , Chi tradizionale , Tedesco , Francese , Chi semplificata , Svedese , Catalano , Basco , Ungherese , Polacco , Finlandese

Isbn-10: 8818026909 | Isbn-13: 9788818026900 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Tascabile economico , Copertina morbida e spillati

Genere: Fiction & Literature , Foreign Language Study , Philosophy

Ti piace Amleto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Mai leggere Amleto se non si ha un minimo di contesto letterario/storico in cui porlo.
    L'avevo fatto anni fa, pensando fosse una semplice lettura e, per quanto interessante, non l'avevo considerato all'altezza delle aspettative.
    Ora che invece l'ho letto in inglese e l'ho studiato è, a dir poco, ...continua

    Mai leggere Amleto se non si ha un minimo di contesto letterario/storico in cui porlo. L'avevo fatto anni fa, pensando fosse una semplice lettura e, per quanto interessante, non l'avevo considerato all'altezza delle aspettative. Ora che invece l'ho letto in inglese e l'ho studiato è, a dir poco, un capolavoro.

    ha scritto il 

  • 5

    Morire, dormire. Dormire? Sognare, forse...

    Ecco, per qualche misterioso motivo, Shakespeare non mi ha mai attirato più di tanto. Ho letto Romeo e Giulietta, il Sogno di una notte di mezz'estate, anche l'Otello, qualche mese fa, che mi è piaciuto moltissimo, ma nulla, guardavo a tutta quell'ammirazione, tutto quell'ent ...continua

    Ecco, per qualche misterioso motivo, Shakespeare non mi ha mai attirato più di tanto. Ho letto Romeo e Giulietta, il Sogno di una notte di mezz'estate, anche l'Otello, qualche mese fa, che mi è piaciuto moltissimo, ma nulla, guardavo a tutta quell'ammirazione, tutto quell'entusiasmo con indifferenza, perfino con un po' di stizza. Poi ho letto l'Amleto. Tutti i personaggi sono meravigliosi, la regina, quell'insopportabile di un Polonio e la povera, povera Ofelia, anche se Amleto è diecimila spanne sugli altri. Ogni verso innesca infinite riflessioni sulla vita, la morte, l'amore, la colpa, la vendetta. Mi ci è voluta una settimana per riprendermi; tengo il volumetto sul comodino e tremo al pensiero di quando dovrò resitutirlo in biblioteca (ha pure l'Ofelia di Millais in copertina, aaah!). E ora, Macbeth e Re Lear, arrivo!

    ha scritto il 

  • 5

    Letto e riletto così tante volte che ho perso il conto. Quest'opera l'ho amata sin dall'infanzia e credo di essere uno dei pochi bambini che sotto i dieci anni recitava a memoria il monologo di Amleto.

    ha scritto il 

  • 3

    Il padre di Amleto viene ucciso mentre dorme nel frutteto dal fratello Claudio perché così può diventare re e perché amava la cognata. Amleto scopre tutto dal fantasma del padre che chiede vendetta. Amleto finge di essere pazzo cosi può agire senza problemi e con una commedia "La morte di Gonzago ...continua

    Il padre di Amleto viene ucciso mentre dorme nel frutteto dal fratello Claudio perché così può diventare re e perché amava la cognata. Amleto scopre tutto dal fantasma del padre che chiede vendetta. Amleto finge di essere pazzo cosi può agire senza problemi e con una commedia "La morte di Gonzago" mette in scena la morte del padre per vedere come reagisce lo zio. Claudio scappa e Amleto non lo uccide perché sta pregando. Durante un litigio con la madre uccide il consigliere del re Polonio, che si era nascosto per origliare. Ofelia, la fidanzata di Amleto, disperata si suicida . Claudio manda Amleto in Inghilterra perché venga ucciso dal re inglese che aveva un debito con lui. Laerte, fratello di Orfelia, chiede vendetta e il re gliela da saputo che Amleto è fuggito. Il re avvelena la spada di Laerte e il calice in caso di vittoria. Tutti muoiono tranne l'amico di Amleto, Orazio. Fortebraccio,su richiesta di Amleto prima di morire, diventa re.

    ha scritto il 

  • 3

    Probablemente es una de las obras trágicas de Shakespeare más conocidas por el público. Escrita en la madurez dramática del autor presenta ciertas características y elementos estéticos que no aparecen en otras tragedias, convirtiéndola en única en su categoría. Sin embargo, he de reconocer que el ...continua

    Probablemente es una de las obras trágicas de Shakespeare más conocidas por el público. Escrita en la madurez dramática del autor presenta ciertas características y elementos estéticos que no aparecen en otras tragedias, convirtiéndola en única en su categoría. Sin embargo, he de reconocer que el protagonista me es del todo irritante debido a su perpetua duda y melancolía, lo que hace que la trama pierda ritmo y resulte en algunos momentos muy lenta.

    ha scritto il 

  • 5

    Che bei personaggi eh! Amleto junior più pesante di Giuliano Ferrara, "Re" Claudio un avido verme assassino, Amleto Senior non un santo in vita certamente, Polonio un minchione ficcanaso... però tutto perfetto e scritto daddio.

    ha scritto il 

  • 3

    Arduo.

    Sicuramente non sono a livello per apprezzare a fondo Shakespeare, così come non lo sono stata per il Faust. Penso che, esattamente come per un concerto di musica classica, per cogliere davvero la bellezza del testo, ci voglia una seria preparazione che io non avevo a disposizione. Mi interessava ...continua

    Sicuramente non sono a livello per apprezzare a fondo Shakespeare, così come non lo sono stata per il Faust. Penso che, esattamente come per un concerto di musica classica, per cogliere davvero la bellezza del testo, ci voglia una seria preparazione che io non avevo a disposizione. Mi interessava il testo, sono contenta di averlo letto ma l'ho trovato molto difficile da seguire, molto contorto. L'aspetto però più avvilente di questa esperienza è stato purtroppo il constatare che la traduzione italiana, quella cioè portata sulle scene, contiene diversi passaggi (lunghi!) che non esistono nell'originale.

    ha scritto il 

Ordina per